martedì 15 gennaio 2013

5. Luciferina

Luciferina: un momento di introspezione durante il viaggio.

Eccoci giunti al quinto appuntamento della rubrica La chiamavano Luciferina.
Se vi siete persi le puntate precedenti vi rimando alle premesse fatte nel post introduttivo. Questo è un post un po’ particolare, perché il confronto non sarà tra Luciferina e un altro personaggio, ma tra le due anime di Luciferina, quindi Luciferina vs Luciferina.


Mi chiamano Luciferina. Io, però, una brava Luciferina, l’ho descritta crudele, insensibile, diabolica, divertita nel ferire e nel distruggere, spregevole, opportunista, capace solo di raggirare, offendere e schiacciare. Insomma, il peggior concentrato delle più terribili caratteristiche umane. Ma è davvero così? Non credo che mi chiamino Luciferina per queste caratteristiche che non sento per niente mie, come ho spiegato nei post precedenti.  

Mi chiamano Luciferina e forse dunque lo sono realmente, ma in che senso? Forse Luciferina è la parte cattiva di me?, quella pignola?, quella antipatica?, quella malinconica?, quella un po’ asociale e introversa?, è il concentrato dei miei difetti? Chi lo sa!

Nella scrittura di certo sono nota come Luciferina perché sono pignolissima e faccio progetti astrusi a volte. Sì, di fatto è da lì che è cominciata la storia di questo nick. Ma perché tutte queste riflessioni? Be’, perché questa rubrica sta giungendo al suo termine ed è tempo di bilanci. Il prossimo post (salvo ripensamenti) sarà l’ultimo e non avrà la struttura di quelli precedenti. A qualcuno dispiacerà, qualcuno ne sarà contento e la maggior parte del genere umano non avvertirà mai la mancanza di questa rubrica (che comunque verrà rimpiazzata da un’altra rubrica scanzonata, il 15 del mese la rubrica deve essere scanzonata per tradizione del blog).

Siamo onesti, essere una Luciferina ha i suoi pregi e i suoi difetti, niente è mai del tutto bianco o del tutto nero e le sfumature esistono, per fortuna! Lucifero stesso non era forse un angelo, prima di passare dalla parte dei cattivi?

Insomma, di me diranno i posteri: La chiamavano Luciferina e forse avevano anche ragione!
E i contemporanei che ne dicono?

E voi cosa pensate della bontà e della cattiveria nelle persone? Vedete del bene e del male in ogni personaggio nel romanzo della vita o vi piacciono le dicotomie?

Ora vi lascio al dialogo che prosegue quello del post precedente della rubrica.


Dialogo tra Luciferina (L) e Luciferina (L2)
Superato il gruppo di pulcini, Luciferina procede spedita verso il luogo del ricevimento a cui è stata invitata, ma durante il percorso la voce della sua coscienza, l’altra lei, le parla così…
L2 – Ora ti dirigi a passo spedito verso la festa, eh!
L – Certo che sì.
L2 – E al povero grillo non ci pensi?
L – Chi?! Quello sgorbio che parlava troppo? Ben gli sta!
L2 – E alla povera Biancaneve che ti ha pulito la casa e che tu hai riempito di sensi di colpa?
L – Oh, quella è troppo suscettibile! E la mia casa andava pulita.
L2 – E di Cenerentola che mi dici?
L – Che ti devo dire? Voleva far tutto lei!
L2 – Non mi pare che tu ti sia lamentata oppure opposta a lungo…
L – In effetti no.  
L2 – E delle lacrime del povero Calimero hai qualcosa da dirmi?
L – Quali lacrime?
L2 – Ecco, appunto: semini dolore e non te ne accorgi.
L – Sì, sono piuttosto brava in questo.
L2 – Così non va affatto bene.
L – Ma…
L2 – Non va affatto bene, ti dico.
L – Sì, ma io sono cattiva.
L2 – Ne sei sicura?
L – Sì. Perché dovrei essere buona, del resto?
L2 – Una bella domanda. Fossi in te, ci penserei su. E dato che io sono te…
L – Ma allora….
Luciferina continua a camminare, la sua mente è offuscata da doppi pensieri.
CONTINUA

Per capire il senso di questa rubrica vi ricordo di leggere le motivazioni nel post introduttivo!



Hanno parlato di questo articolo: 






7 commenti:

  1. A me piace molto, ogni tanto tirare fuori la parte nostra che meno amiamo fa bene, secondo me...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Lo penso anch'io! Alla fine mi sono un po' affezionata a questa Luciferina.

      Elimina
  2. Ne sentirò la mancanza! Sicura di non volerci ripensare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Non so, c'è qualcosa in questa rubrica che non è come immaginavo, quindi volevo tirare le fila.

      La rubrica che ho in mente in sostituzione a questa è un po' folle, lo ammetto, quindi magari ci ripenserò.

      In ogni caso non escludo che Luciferina torni in altri modi qui sul blog!

      Elimina
  3. A me la rubrica mancherà!
    Comunque beh... se il tuo nome di Luciferina ti derivasse dalla pignoleria... Un po' potrei dar ragione, ma aggiungere "e quindi sii fiera!".
    Sei una specie in via d'estinzione, Romina! Ed essere una Luciferina di quel tipo è un lusso, altro che cattiveria, negatività o che altro.
    Per rispondere alla tua domanda... Noi siamo bene e male, siamo Yin e Yang! Quindi credo che sia un bene esserne consapevoli ed arrivare a fare quattro chiacchiere con sé stessi.
    Poi i livelli di malvagità cambiano molto da persona a persona, e quelle troppo cattive non mi piacciono per nulla... Però come diceva una ragazza prima di me, fa bene anche liberare la nostra parte meno amata, di tanto in tanto.
    Io l'ho conosciuta parecchi anni fa. Ma ho imparata anche ad amarla. Perché lei (la me crudele) esce solo quando esplodo. E lo fa per il mio bene... che ogni tanto DEVO prendere in considerazione. Insomma, a conti fatti devo ringraziare il mio lato cattivo. Anche perché, alla fine, non è poi COSI' cattivo... Ma questo forse lo dovrebbero dall'esterno. XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *Correggo l'ultima frase: "Ma questo forse lo dovrebbero dire dall'esterno".

      Elimina
    2. Sono in via di estinzione come i panda?! Il WWF si prenderà cura di me, spero.

      Sì, siamo bene e male e la parte cattiva ogni tanto deve trovare il suo spazio.

      Luciferina troverà il modo di tornare sulle mie pagine anche dopo la chiusura della rubrica, ne sono quasi sicura.

      Grazie per il commento.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...