giovedì 3 aprile 2014

Impaludare: la parola di aprile 2014

Puntuali e precisi, eccoci qui, come di consueto il 3 del mese, per adottare una nuova parola per la rubrica Una parola al mese. Nel 2014, a gennaio ci siamo occupati di favella, a febbraio di aleatorio, a marzo di baluginare e ora ci occuperemo di impaludare.

Questa parola è stata scelta dal vincitore del concorso di racconti di 200 caratteri con la parola baluginare, Marco Lazzara con la seguente motivazione:
Una parola curiosa, che ha ben tre significati diversi!

Ora ovviamente la andremo a conoscere meglio!


Etimologia della parola
La parola impaludare deriva dall'unione della preposizione in  e del sostantivo palude.

Da qui deriva il significato di far diventare paludoso o anche affondare in una palude.

Definizione

  • (Se usato come verbo transitivo) Ridurre a palude, trasformare in palude, rendere paludoso.
  • (Se usato come verbo intransitivo, spesso con la particella pronominale, impaludarsi) Diventare palude, trasformarsi in palude, ridursi a palude.
  • (In senso figurato) Impantanarsi, impegolarsi, invischiarsi, ingolfarsi, infognarsi.

L'aggettivo impaludato ha inoltre un significato aggiuntivo rispetto al verbo, come spiegherò tra poco.

Pronuncia, forme, eventuali derivati
La parola impaludare si pronuncia con l’accento tonico sulla seconda a  [im-pa-lu-dà-re].

Si tratta di un verbo che può essere utilizzato sia in modo transitivo (con ausiliare avere nei tempi composti) sia in modo intransitivo (anche nella forma pronominale impaludarsi, con ausiliare essere) (come spiegato nella definizione).

Il verbo deriva da palude e a sua volta ha dei derivati:

  • Impaludamento (sostantivo maschile): azione e modo dell'impaludare o dell'impaludarsi.
  • Impaludato (aggettivo): usato sia nel significato del verbo sia nel senso di vestito con sfarzo sontuoso.

Questo verbo si può anche scrivere impaludire.

Frasi d’autore
Visto che la parola l'ha scelta Marco Lazzara, mi sembra doveroso cominciare con una citazione tratta dal suo libro Incubi e meraviglie (di cui ho parlato anche in un'intervista e che ho finito di leggere quindi prima o poi aspettatevi una recensione).

La vampira procedeva camminando eterea impaludata nel suo nero mantello, mentre il licantropo la seguiva ciondolando e procedendo a piccoli balzi.
Marco Lazzara in Incubi e Meraviglie (racconto Dolcetto o Scherzetto)

In realtà qui il verbo è usato come aggettivo.

E con grande nonchalance, passo da Marco a Dante per vedere un uso transitivo del verbo.
Non molto ha corso, ché trova una lamanella qual si distende e la'mpaluda
Dante Alighieri in Divina Commedia (Inferno XX)

E perché negarci anche qualche parola di Tasso? Qui il verbo è usato in modo intransitivo…
Come il pesce, colà dove impaluda ne' seni di Comacchio il nostro mare.
Torquato Tasso in Gerusalemme Liberata


Aggiungo qui alcune frasi citate da Marco Lazzara nei commenti a questo post:

  • Il genio senza vocazione è un torrente tumultuoso: inonda tutto, e alla fine s'impaluda. (Johann Heinrich Füssli)
  • Volin s'impaluda di sacerdotali paramenti. (Isaak Babel)
  • Era impaludato in un lungo mantello Loden. (Alberto Viviani)

Qualche esempio
Ora inserisco qualche breve frase scritta da me con la parola impaludare.


  • Le tubature della fabbrica si ruppero impaludando tutto il terreno circostante.
  • Dopo lo straripamento del fiume, tutta la campagna attorno parve impaludarsi e divenire inservibile.
  • Impaludarmi in questioni complicate è sempre stato il mio forte.


Un racconto di 200 caratteri
E ora un mio racconto in meno di 200 caratteri con la parola impaludare.

Troppo amoreNon voleva ammazzarlo.
O forse sì.
Mentre lui rantolava in un lago di sangue a lei parve di impaludarsi sempre più in quel fluido viscoso. Come aveva potuto farlo?

E anche oggi un bel testo allegro e pieno di buoni propositi! Ahahah!

I sinonimi non esistono
Impaludare  non ha sinonimi per quanto riguarda i primi significati citati. Lo stesso senso può essere reso dall'uso di più parole (per esempio, rendere una palude). Solo per quanto riguarda il significato figurato di questo verbo possiamo evidenziare alcuni possibili sinonimi: impegolarsi, invischiarsi, ingolfarsi, infognarsi… Appare evidente la diversa sfumatura di significato proprio perché essi sono sinonimi di un'unica accezione di un verbo che può essere usato, abbiamo visto, in vari modi e con chiari rimandi al termine palude.

Scopo dell’iniziativa
Partono le noiose clausole, ma repetita iuvant.

Io mi impegno a usare questa parola in almeno un post durante il mese.
In tali post evidenzierò in modo evidente la parola impaludare, inserirò questa immagine e questa dicitura (con il link a questo post):


Questo post partecipa all’iniziativa Una parola al mese. La parola di aprile 2014 è impaludare (al link maggiori informazioni).







 Chi vuole partecipare all’iniziativa deve segnalarmi in un commento il post (o i post) in cui ha utilizzato la parola (sono validi tutti i post fino al 30/04/2014 compreso). Volendo potete anche inserire l’immagine di questo post e il link, ma non è indispensabile: l’importante è che la parola rimbalzi di blog in blog il più possibile. Maggiori informazioni le trovate nel post che introduce la rubrica Una parola al mese (lì c'è anche l'elenco completo delle parole che ho adottato).

Nella barra laterale del blog, per il mese di aprile, ho già inserito la nuova immagine per accedere direttamente a questo post, così che possiate trovarlo con facilità.

Il concorso
Come ogni mese, parallelamente all'iniziativa parte il concorso per racconti di massimo 200 caratteri contenenti la parola impaludare.
Aprirò il post dedicato al concorso domani e avrete tempo fino al 22 aprile. Il racconto deve essere lasciato come utente anonimo e non firmato, così non mi accuserete di fare preferenze. Poi il 23 decreterò il vincitore che potrà scegliere la parola di maggio o tra un mio elenco di dieci parole o proponendone lui direttamente purché rispettino le poche regole spiegate nel post introduttivo. A quel punto ognuno potrà dire quale era il suo racconto, così aggiungerò i vostri nomi nel post.

Quest'anno, inoltre, c'è il torneo, quindi gli autori sul podio accumulano punti e domani vi presenterò la situazione aggiornata dei punteggi.

Ma mi sto impaludando in queste clausolette ripetitive, quindi finisco qui.
Aspetto i vostri posti e da domani i racconti per il concorso. Grazie a tutti quelli che decideranno di aderire.

E ora un ringraziamento a chi ha partecipato per salvare baluginare:  

Nel post dedicato a baluginare trovate le frasi tratte dai post qui citati che contengono la parola baluginare.
Io ho scritto solo un post, Il meglio dalla blogosfera di febbraio 2014 (17/03/2014).
Il concorso per i racconti continua a essere poco seguito (i primi tre racconti sono stati segnalati).

Grazie a tutti, come sempre, per la partecipazione!

Elenco sempre aggiornato dei post partecipanti all’iniziativa



[...] Se penso che oggi i bambini di 10 anni si impaludano con Harry Potter e i Transformers, ebbene direi che sono davvero contento di essere nato (ben oltre) 40 anni fa. [...]


 [...] Non vorrei impaludarmi in un discorso di questo tipo, ma credo che in Italia il fumetto soffra di un deficit di nobiltà. [...] 



[...] Il protagonista è un vampiro, che impaludato nel suo mantello si trova alle prese col mondo moderno. [...]



[...] La cosa importante nel compiere una scelta è l'esser consapevoli, sapere che non c'è garanzia e che, qualunque conseguenze che deriverà, bisogna essere pronti ad accettarla e continuare a essere felici, impaludati nel nostro sentimento di gratitudine verso la vita. [...]


 [...] Avevo ricevuto proposte di pubblicazione da Mondadori, Feltrinelli e Giunti, ma le loro condizioni non mi convincevano, le trattative si sono impaludate e alla fine ho optato per il self-publishing. [...]


[...] Citarli tutti sarebbe impresa quasi impossibile e rischierei di impaludarmi tra secoli e secoli di storia di tante aree del mondo, ma in rete potete trovare vari testi che si occupano del tema. [...]


[...] Vi spiego meglio: durante queste vacanze ho avuto la strampalata idea di andare ad impaludarmi nel profondo Nord, per la precisione in Finlandia, a trovare la mia amica di penna che vive lì. [...] 



[...] "Sei impaludato" avrebbe detto mio nonno. [...] In particolare, essere innamorato voleva dire impaludare il cuore in qualcosa che non avrebbe portato nulla di buono. [...] Sì, ero impaludato


Hanno parlato di questo articolo:





12 commenti:

  1. "Il genio senza vocazione è un torrente tumultuoso: inonda tutto, e alla fine s'impaluda." (Johann Heinrich Füssli)
    Però direi che "impaludarsi" vuol dire "vestirsi con grande sfarzo", cioè con vestiti pesanti e avvolgenti come una palude. Era questo il terzo significato che intendevo.

    "Volin s'impaluda di sacerdotali paramenti" (Isaak Babel)
    "Era impaludato in un lungo mantello Loden" (Alberto Viviani)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita quanti begli esempi! Grazie! Li aggiungo.

      Sì, il terzo significato però si ha solo nell'aggettivo, secondo tutte le fonti che ho consultato. Anche a me sembra un po' strano, perché di fatto l'aggettivo deriva dal verbo, però non sapevo se estenderlo o meno anche al verbo.

      Elimina
  2. Questo mese, per evitare di dimenticarmi come al solito, ho pensato di usare la parola del mese subito. oggi stesso. Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, grazie! Appena riesco vengo a leggere il post!

      Elimina
  3. Io la uso per "impantanare/impantanarsi".

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo! Allora magari parteciperai anche tu?

      Elimina
  4. Io mi impaludo spesso quando parlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non così spesso come credi. Il più delle volte vieni semplicemente interrotto. Ottimo uso della parola, però!

      Elimina
  5. Ammetto che ho sempre trovato bizzarro l'uso di "impaludato" (o "paludato") nel senso di "vestito a festa"... Sarei curioso di sapere come è nata questa accezione del significato a livello di lingua parlata.
    P.S.: stavolta partecipo anch'io: nel mio post del 9 aprile (non è il prossimo che uscirà, che riguarda Writerman, ma quello ancora dopo) troverai il mio contributo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo le mie ricerche solo l'aggettivo assume quel significato, ma non so perché... Se lo scopro, ve lo dico! Provo a fare qualche ricerca. Grazie in anticipo per il post!

      Elimina
  6. Questo termine non credo di averlo mai sentito prima, ma intuivo chiaro il terzo significato! Penso troverò un modo carino per usarlo. E questo mese non mancherò, recuperando anche quello scorso, appena la mia mente si mette in moto. -_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che la tua mente non si sia impaludata! Ma no, dai, sono certa che scriverai il post prima di me... ahahah! Grazie.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...