domenica 21 maggio 2017

Il principe azzurro non esiste… per fortuna!


Molte ragazze sognano il principe azzurro: un amore assoluto, improvviso, un colpo di fulmine che stravolge la vita, un'anima gemella da incontrare per caso e non lasciare mai più perché era a loro destinata.
Io non ho mai sognato il principe azzurro, non credo all'amore a prima vista e non penso nemmeno che ci sia una sola persona che vada bene per ognuno di noi. Io credo che l'amore sia in gran parte fatto di impegno, rispetto e dedizione, che si costruisca giorno per giorno, che cresca pian piano ritagliandosi il suo spazio nelle nostre vite. Del resto, il fuoco che arde troppo in fretta si consuma velocemente come è nato, mentre la brace può rimanere accesa per lungo tempo.
L'amore è magico ma non funziona se non c'è impegno da tutte e due le parti per superare il logoramento che può causare la routine con il tempo. È troppo facile amarsi quando tutto è nuovo ed emozionante, ma il vero amore deve resistere ai momenti bui così come a quelli più noiosi e ripetitivi. Amare davvero significa mancarsi ogni giorno, aspettarsi ogni sera, divertirsi anche facendo la spesa, se quello è l'unico momento in cui si può stare insieme.


Il principe azzurro non esiste. Mi dispiace dirlo a chi ancora ci crede, ma nessuno verrà a prendervi su un cavallo bianco per portarvi in un castello e nessuno vi salverà dai vostri casini se non voi stesse/i. Ma sarebbe davvero così bello, poi, avere un principe azzurro? Pensateci bene: il principe azzurro è quel personaggio che salta fuori bel bello nella vostra storia dopo che voi ne avete passate tante e di punto in bianco vi risolve tutto rubandovi la scena, ma a che prezzo? Quale scelta avreste di innamorarvi di lui? Nessuna. Nelle fiabe è spesso il primo e solo uomo incrociato nella storia. Amare deve essere un atto di volontà e non un mi è capitato lui, mi ha salvata, doveva andare così. Per questo, per esempio, del film Frozen mi piace molto il fatto che il primo uomo incontrato da Anna (che lei vuole sposare poco dopo) si riveli poi cattivo. Fa capire che non tutti i principi azzurri sono poi così l'ideale!

Del resto vi ricordate come era il principe azzurro di Letteralmente Sparlando? Ecco come lo immagino io! Ahaha!
Vi lascio qui le puntate in cui era presente, se vi va di farvi due risate.





E poi pensate che un principe azzurro sia un aiuto davvero concreto? Eh, no, gli piacciono le grandi imprese, ma ve lo vedete a fare la spesa con voi o a cambiare un pannolino?

Era da un po' che volevo fare una riflessione del genere e l'ho fatta oggi perché è il nostro anniversario di matrimonio e mi sembrava bello dedicare qui sul blog un piccolo spazio all'amore.
Avrei voluto fare qualcosa di ancora più speciale ma mi è davvero mancato il tempo. Mi riprometto di fare qualcosa di più carino più avanti, magari. Per il momento mi limito a ricordare la mia lettura di Solo per amore della Browing e il mio post sul matrimonio.


Insomma, il mio consiglio è di non cercarvi un principe azzurro ma un consulente ICT. Oh, va bene anche un idraulico, un muratore, un insegnante… insomma, quello che vi pare. Ma non cercate qualcuno che vi salvi perché poi sareste sempre alla sua ombra. Se diventate dipendenti da qualcuno, non sarete mai liberi di scegliere di stare con lei/lui, ma sarete sempre in qualche misura manipolati, obbligati perché incapaci di stare senza di lei/lui. Scegliete qualcuno con cui condividere il cammino e che stia al vostro fianco, non qualcuno che scelga per voi la strada. Magari non vi salverà mai e vi incasinerà pure la vita di tanto in tanto, ma, alla fine, vi salverete insieme e sarà quella la cosa più bella che vi regalerà il vostro amarvi!

Del resto non sappiamo cosa succede davvero dopo il vissero felici e contenti delle fiabe. Magari non è poi tutto rosa e fiori… e poi chissà che scocciatura stare dietro a un castello enorme! Troppe finestre da pulire e troppe stanze da rassettare (sperando di avere almeno dei domestici). Ahah! Questo video sul tema mi ha sempre fatta molto ridere e ve lo consiglio:



E per concludere: buon anniversario, amore! Che me ne faccio di un principe azzurro, io? Non mi serve!  Sei il mio compagno di viaggio e il viaggio che abbiamo intrapreso è davvero straordinario, quindi grazie di cuore per essere al mi fianco ogni giorno.




P.S. Non so se ci avete fatto caso, ma sotto l'etichetta Temi sociali sto infilando di tutto e di più. Insomma, quando mi va di fare qualche riflessione (non sempre interessante o richiesta) su qualche tema, finisce lì dentro. 


10 commenti:

  1. Buonissimo anniversario e bellissimo il post.
    sinforosa

    RispondiElimina
  2. Marco non sarà un principe azzurro ma è lo sposo più fortunato del mondo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non credo proprio che lo sia... sei tu che hai sempre parole troppo buone per me!

      Elimina
    2. Io mi ritengo molto fortunato, infatti! ☺️

      Elimina
    3. Ma sappiamo bene cosa succede a "i più fortunati", ahahah!

      Elimina
  3. Augurissimi a voi! ☺
    Condivido tutto quello che hai scritto. I principi azzurri sembrano fatti per essere gli eroi di un momento, ma poi? Molto meglio un cavaliere semplice con cui condividere l'avventura di una vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa, mi ero persa il tuo commento. Grazie per gli auguri. Sono felice di vedere che non sono la sola a non sentire tutto questo fascino dei principi azzurri.

      Elimina
  4. Da quando ti ho incontrato il mio cuore si è impigliato nel tuo sguardo, ma sarai quello giusto?

    www.missdreamer.altervista.org/saraquellogiusto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta sul mio blog!
      Darò un'occhiata al tuo articolo.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...