lunedì 5 settembre 2011

"I sogni non si avverano mai magicamente..."

“I sogni non si avverano mai magicamente…”: l’inizio di una frase piena di pessimismo o che racchiude il coraggio di lottare per ciò in cui si crede?

Per cominciare questa rubrica ho pensato di commentare una frase che è presente nella mia home page.


I sogni non si avverano magicamente, se non nelle fiabe. Nella vita bisogna lottare ogni minuto per arrivare un giorno anche solo a sfiorarli, però, ne vale sempre la pena.


Ho scritto questa frase molto recentemente, quando ho aperto questo blog, un po’ per contrastare chi dice che “sognare non costa niente”. Per essere sognatori nella società di oggi bisogna avere moltissimo coraggio e tantissima forza, perché c’è sempre qualcuno pronto a tarparti le ali, calpestandoti sogni e illusioni. Questa frase forse vi sembrerà troppo pessimista, ma in realtà si chiude con un “ne vale sempre la pena” che sta proprio a sottolineare l’importanza dei sogni. Sognare è difficile, ma non per questo non è indispensabile per vivere. Sognare è faticoso, ma non inutile.

Spesso mi capita di incontrare persone, capaci di sognare ma incapaci di vivere i loro sogni, che, vedendo i miei progetti, i miei libri e le mie iniziative, si rattristano dicendo che io ho troppa fortuna. Io non credo sia così: io non sono mai rimasta ad aspettare che qualcosa accadesse e ho lottato per vivere i miei sogni. A volte mi sono fatta male, così tanto da essere sul punto di abbandonare ogni speranza, ma ho sempre trovato la forza di rialzarmi e continuare. Questa, per me, non è fortuna o, meglio, non è solo quello…
La fortuna sicuramente aiuta, ma bisogna essere pronti a coglierla come quando una telefonata imprevista ti porta a vivere una nuova avventura o un articolo letto per caso su un giornale ti apre una porta sul futuro e segna il tuo destino. La fortuna esiste, è importante, ma non basta: bisogna lottare per i propri sogni, fare compromessi a volte, sapere quando occorre rinunciare e quando rilanciare. Sognare non è un gioco da ragazzi o, meglio, non lo è più quando un sogno bambino cresce e vuole (e in un certo senso pretende) di non essere abbandonato per divenire un giorno realtà. I sogni dei bambini sono più semplici perché si traducono in piccole gioie quotidiane oppure sono destinati a sparire con il tempo, ma, se ciò non avviene, è tempo di smettere di immaginare a occhi aperti e rimboccarsi le maniche.

E voi cosa ne pensate dei sogni? Avete mai lottato veramente per realizzarli o aspettate sempre un colpo di fortuna? Parlatemi un po’ di voi e del vostro rapporto con i desideri, quelli a cui non potreste mai rinunciare.




Hanno parlato di questo articolo:

2 commenti:

  1. Guarda, il fatto che questo approccio ti sembri tanto importante da farci un posto dedicato e da metterlo in evidenza nel blog mi fa dire che tutti i bambini dovrebbero leggere quello che scrivi (e anche molti adulti, detto fra noi).
    Non mi ricordo chi l'ha detto, ma c'è una massim ache recita "Tutti gli uomini sognano di andare in paradiso,ma nessuno é disposto a morire". Vero, eh? :)

    RispondiElimina
  2. Grazie per le belle parole! I miei libri di solito piacciono anche agli adulti, perché mi piace scrivere testi che possano crescere con chi li legge... insomma, mi piace che una persona, rileggendoli in varie fasi della sua vita, possa sempre trovarci quello che cerca. Forse è un obiettivo ambizioso, ma voglio provarci. Voglio sognare, fino a che non sarà considerato un crimine sociale e temo che un giorno capiterà...

    Se ti capita di leggere qualcosa di mio o di ascoltare le audio fiabe di questo blog, fammi sapere cosa ne pensi, perché fai delle bellissime recensioni, come quella su "Iliade" di Baricco che consiglio a tutti di leggere: (http://www.libridaleggere.eu/post/2011/08/15/OMERO-ILIADE.aspx#continue)
    Non conoscevo la massima che hai citato, ma devo dire che riassume molto bene il concetto.
    Grazie mille! A presto!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...