lunedì 20 febbraio 2012

"Panorama": poesie naturalistiche.

“Panorama”: poesie naturalistiche

La poesia è emozione, è sentimento, è grande gioia o enorme disperazione, immenso amore o profondo dolore. La poesia è un’infinita serie di sentimenti amplificati che, in metrica o senza metrica, con le rime o senza rime, finisce con il riversarsi nei versi, caricandoli di sensazioni forti. Questa per me è la poesia: una valvola di sfogo a volte, altre un’ignara messaggera futura del tempo che fu. Infatti, quando rileggo poesie di molti anni fa, mi ritrovo a provare per un momento tutto l’intenso impeto di quegli istanti creativi riuscendo però a vederli con maggior distacco e, forse, con maggior lucidità.

La poesia dunque è solo sentimenti ed emozioni? Oppure con la poesia si può anche descrivere? Secondo me, con la poesia si può dire tutto ciò che si vuole, si può parlare di argomenti leggeri o profondi, si può far ridere o piangere, quindi si può di certo anche descrivere. Questo particolare tipo di poesia, che io definirei “naturalistica” o “descrittiva”, può disegnare, a tinte più o meno chiare e con “pennellate” più o meno nitide, un luogo, un volto, una stanza, scattando una fotografia in cui con il paesaggio resta intessuto anche dell’altro. Io non ho mai imparato a dipingere, ma la poesia naturalistica (nel senso qui definito) mi pare un’interessante sostituta per colmare questa mia grande mancanza. Tra le mie centinaia di poesie ce ne sono alcune che tentano di descrivere la natura, anche se la maggior parte finisce poi con il ricondursi in maniera profonda a un vissuto emotivo. Oggi ho pensato di proporvi una delle mie poche poesie “naturalistiche” incentrate quasi unicamente sulla descrizione, come evidenzia lo stesso titolo.

La roccia brulla
sembra sfidare
l’azzurro cielo
senza neanche una nuvola,
sembra sfidare
ogni limite di spazio e di tempo
e, forse, anche queste mie parole
che mai sapranno a pieno descriverla.
Fra le rocce
sopravvive l’erba,
a piccoli ciuffi,
ingiallita dalla calura estiva
di una stagione ormai giunta al termine.
I camosci
sulle alture
si riposano
ignari, forse,
di vivere
in un piccolo
scorcio di paradiso.


Questa poesia è presente anche nella raccolta “Nelle parole riscopriamo la vita” relativa alla seconda edizione dell’omonimo concorso che si è tenuto nel 2008.

Voi che cosa ne pensate della poesia “naturalistica” o “descrittiva”? Vi siete mai cimentati in questo tipo di testo?

  
Hanno parlato di questo articolo:

8 commenti:

  1. Bella, sì, mi piacciono, ne avevo scritte tanti anni fa, una specie di filastrocche per bambini però, non proprio poesie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh... è un genere un po' particolare, diverso dalla classica poesia su sentimenti ed emozioni. Parli spesso di poesie e filastrocche per bambini che scrivi, ma non ne metti mai sul tuo blog? Io sono curiosissima!

      Elimina
  2. Aspetta, aspetta... Sì, ne ho appena ripescata una nel 2005. Mi concentravo su un solo componente del paesaggio, che però mi aveva molto colpito. Non sono mai stato bravo con le descrizioni dei paesaggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le descrizioni dei paesaggi non sono nemmeno il mio forte in prosa, però la poesia in molti casi aiuta perché toglie l'ansia di essere oggettivi e realistici in ogni dettaglio. Magari un giorno mi farai leggere il tuo testo annata 2005?

      Elimina
  3. Bella la tua poesia, molto!
    Anch'io quando ce la farò (prima o poi ce la farò) voglio fare un post sulla poesia nel mio blog.
    Comunque io ne scrivo di cotte e di crude e, come ha notato una mia amica, nelle mie poesie c'è sempre o quasi l'elemento naturale... E alcune le scritte proprio per descrivere paesaggi, come la tua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie... sono sicura che scriverai dei bei post di poesia e io non vedo l'ora di leggere qualche tuo componimento!

      Elimina
    2. Mi dai fin troppa fiducia! ;)
      Comunque grazie a te, tutto ciò che scrivi in qualche modo è ispirante!

      Elimina
    3. La fiducia è ben riposta e non è affatto troppa! Grazie.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...