domenica 3 marzo 2013

Barbaglio: la parola di marzo 2013


Terzo appuntamento con Una parola al mese. A gennaio ci siamo presi cura della parola panegirico, a febbraio di algido e questo mese sarà il turno di barbaglio.  

La parola è stata scelta dal vincitore del concorso di racconti di 200 caratteri con la parola algido, Gabriele Nannetti, che ringrazio per l’ottima scelta e per il sostegno dato all’iniziativa!


 La sua motivazione mi sembra molto bella e quindi la uso come introduzione:
È inusuale, ma non desueta; ha un bel suono che si sposa alla perfezione col suo significato, ed è di facile comprensione. Inoltre è quasi un ossimoro mono-parola, perché contempla il contrasto che ogni bagliore porta inevitabilmente in sé. La tenebra rende la vista inefficace, ma soltanto la luce può accecare.

Tranquilli, se qualcosa non vi è chiaro, ora parleremo un bel po’ di barbaglio.


Etimologia della parola
La parola barbaglio deriva da bagliare o abbagliare  che significa offuscare la vista con del chiarore  al quale si aggiunge il prefisso  bar che è una particella che serve a dare un senso peggiorativo di confusione (nelle lingue romanze e soprattutto in francese).

In base all’etimologia significa quindi  splendore che offusca, confonde la vista.

Vediamo ora se l’uso attuale coincide.


Definizione

  1. Lampo di luce violenta. Temporaneo abbagliamento prodotto da un’intensa fonte luminosa
  2. (senso figurato, per estensione) Il fugace manifestarsi di una possibilità, di un desiderio o, più in generale, di un oggetto astratto o concreto che, anche seguendo vie assai tortuose, sia riconducibile al campo semantico della luce.
  3. Luminosità brillante, scintillante.

La prima accezione è del XIV secolo, la seconda compare solo nel 1850.
La prima accezione è del XIV secolo, la seconda compare solo nel 1850.


Pronuncia, forme, eventuali derivati
In realtà, anche se io ho parlato di due accezioni del termine barbaglio, è bene prestare attenzione.
Si tratta infatti di due parole diverse, perché vengono pronunciate in modo diverso e hanno un plurale diverso.
  • Il primo significato (Lampo di luce violenta. Temporaneo abbagliamento prodotto da un’intensa fonte luminosa), così come l’uso figurato, si legge con l’accento tonico sulla seconda a [bar-bà-glio]. In questo caso il plurale è barbagli.
  • Il terzo significato (Luminosità brillante, scintillante) si legge con l’accento sulla i [bar-ba-glì-o] ed è preferibile indicare l’accento per evitare confusioni nella pronuncia. In questo caso il plurale è barbaglii.

 In entrambi i casi si tratta di un sostantivo maschile.


Frasi d’autore
Da La bottega dell’antiquario di Dickens un esempio di uso di questa parola:
Il barbaglio e il trambusto del pieno meriggio non s’adattano alle mie oziose fantasticherie; un'occhiata ai visi che passano, côlta al riflesso d'un fanale o d'una mostra di bottega, spesso vale per il mio proposito, più della loro intera rivelazione alla luce del giorno; e, sotto questo rispetto, la notte, a dire il vero, è più riguardosa del giorno, il quale, non di rado, senza la minima cerimonia o il minimo rimorso, distrugge un bel castello in aria nell'atto stesso che si riesce a coronarlo.
Charles Dickens in La bottega dell’antiquario

Da Bouvard e Pécuchet  di Gustave Flaubert un altro esempio:
Oltre il canale, tra le case intercalate alle fabbriche, il grande cielo puro si sfaldava in lamine di colore oltremare, e sotto il reverbero del sole, le facciate bianche, i tetti d'ardesia, le rive di granito mandavano barbagli.
Gustave Flaubert in Bouvard e Pécuchet

Ovviamente, se avete altri esempi illustri, io li accetto volentieri!


Qualche esempio
Ora inserisco qualche breve frase scritta da me con la parola barbaglio.

  • Il barbaglio improvviso mi spinse a chiudere rapidamente gli occhi.
  • Nel buio dei miei pensieri un barbaglio: la soluzione mi si palesò improvvisa.
  • Il barbaglìo della neve mi riluceva negli occhi.  
  
Un racconto di 200 caratteri
E ora un mio racconto in meno di 200 caratteri con la parola barbaglio.

Galleria
All’uscita della galleria, un barbaglio inaspettato lo portò a sbandare. Fu una questione di pochi secondi prima dello schianto. Quando riaprì gli occhi, la sua auto era ormai distrutta.

E non dite che sono sempre drammatica… dopotutto è ancora vivo, no?


I sinonimi non esistono
In questo caso, possiamo dire che i dizionari riportano bagliore e baleno come sinonimi di barbaglio e sfolgorio e balenio come sinonimi di barbaglìo.
La resa fonica è senza dubbio diversa. Se non si considera bagliore, tutti gli altri sinonimi non hanno la r che è una lettera che ha un valore fonico molto particolare e si presta a interessanti giochi di allitterazioni, senza contare il particolare trigramma gli.

E poi occorre prestare attenzione alle due accentazioni di barbaglio se si vogliono scegliere correttamente i sinonimi all’interno di una frase.


Scopo dell’iniziativa
Come ormai sapete, mi impegno a usare questa parola in almeno un post durante il mese.
In tali post evidenzierò in modo evidente la parola barbaglio, inserirò questa immagine e questa dicitura (con il link a questo post):



Questo post partecipa all’iniziativa Una parola al mese. La parola di marzo 2013 è barbaglio (al link maggiori informazioni).




Chi vuole partecipare all’iniziativa deve segnalarmi in un commento il post (o i post) in cui ha utilizzato la parola (sono validi tutti i post fino al 31/03/2013 compreso). Volendo potete anche inserire l’immagine di questo post e il link, ma non è indispensabile: l’importante è che la parola rimbalzi di blog in blog il più possibile. Maggiori informazioni le trovate nel post che introduce la rubrica Una parola al mese.

Come potete notare, nella barra laterale destra ho già messo l’immagine del mese e cliccandovi sopra potete accedere direttamente a questo post, così spero vi sia facile consultarlo in caso di bisogno.


Il concorso
Come il mese scorso, visto il vostro entusiasmo, ripropongo il concorso per racconti di massimo 200 caratteri contenenti questa volta la parola barbaglio. Aprirò il post dedicato domani e avrete tempo fino al 22 marzo. Il racconto deve essere lasciato come utente anonimo e non firmato, così non mi accuserete di fare preferenze. Poi il 23 decreterò il vincitore che potrà scegliere la parola di aprile o tra un mio elenco di dieci parole o proponendone lui direttamente purché rispettino le poche regole spiegate nel post introduttivo. A quel punto ognuno potrà dire quale era il suo racconto, così aggiungerò i vostri nomi nel post. Sì, lo so, cose già dette (le ripeterò fino alla nausea come si fa per il televoto a Sanremo, ahahah!).

Vi auguro che la vostra mente sia colpita da barbagli di idee!
Grazie mille a tutti per il sostegno che spero darete all’iniziativa.




E ora un ringraziamento a chi ha partecipato per salvare algido

·         Nei commenti al post, il racconto in 200 caratteri di Marco (detto ML)
·         Parole snaturate sul blog Maria Todesco, il 5/02/2013
·         Kuchisake-Onna sul blog TheObsidianMirror, il 10/02/2013


Nel post dedicato ad algido trovate tutti le citazioni tratte da questi post delle frasi con algido e il racconto, quindi vi consiglio di farci un salto! Grazie a tutti di cuore. 

Io ho scritto solo un post Il meglio dalla blogosfera di gennaio 2013 (17/02/2013) e mi dispiace un po', perché non era una parola impegnativa...
Tuttavia sono felice di come è andato il concorso per i racconti (i primi tre racconti sono stati segnalati).

Se mi sono persa qualcosa, segnalatamelo, mi raccomando!




Elenco sempre aggiornato dei post partecipanti all’iniziativa 



  • Nei commenti a questo post, il racconto in 200 caratteri di Marco Lazzara (detto ML)
Caccia Temporale
Tradito da un barbaglio di luce. L’orologio.Un colpo di fucile. L’uomo si accasciò.L’altro corse a prendere la preda. No, era biondo, che disdetta!Sarebbe dovuto tornare nel 40° secolo a zampe vuote.

[...]Un grazie ad alcuni amici che hanno sostenuto questa mia follia, nata improvvisa come un barbaglio e poi lasciata a fermentare per mesi e mesi...  [...]



[...] Fu all’altezza di San Giovanni in Compito (Gualdo), poco prima dell'ingresso di Savignano sul Rubicone, che una fucilata, esplosa da dietro una siepe, raggiunse Ruggero alla testa. Fu un attimo. Un tuono. Un barbaglio  Il sangue schizzò sulle bambole che egli stava portando in dono alle figlie. [...]





Hanno parlato di questo articolo:

24 commenti:

  1. ciao Romina
    con la tua iniziativa mi hai davvero «barbagliata»! Mi impegno a farla circolare: salvare parole dimenticate o, come in questo caso, inusuali e permettere ad altri di gustarsele è un'impresa onorevole. Spero che barbaglio emerga spontaneamente in qualche mio post, in tal caso te la segnalerò. Bella sfida l'idea del racconto brevissimo (accidenti, con 200 caratteri riuscirei giusto a farci il titolo…) Mi dispiace solo di essermi mancata algido, una parola che suona benissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per il sostegno che darai all'iniziativa. Sono felice che ti abbia colpita.
      Io e la sintesi non siamo mai andate d'accordo, ma ti assicuro che, dopo un po' di allenamento, scrivere racconti in 200 caratteri è davvero divertente. Grazie di cuore!

      Elimina
  2. Patrizia Benetti03/03/13, 10:42

    Con questo barbaglio, cara Romina, non mi metti il bavaglio. Saprò districarmi da questo ingarbugliato
    cespuglio e scriverò del luccicante barbaglio.
    Filastrocca dedicata a Romina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, ora mi dedichi anche le filastrocche, Pat? Così mi fai arrossire! Grazie! Sono certa che farai un ottimo lavoro nel concorso!

      Elimina
    2. Complimenti per l'iniziativa, a chi ha scelto la parola e alla Pat che è sempre un vulcano di idee e versi!!!
      Mi tuffo anch'io in questo concorso!!

      -pavoncella-

      Elimina
    3. Grazie, SoSp! Buona scrittura!

      Elimina
  3. Qui hai stupito anche me. Non mi sono mai soffermato su questa parola, altrimenti mi sarei lamentato come mio solito di usi affastellati, accentazioni aleatorie... e il fatto che una parola come questa abbia un genere. Mi guarderò bene dall'usarla, ma intanto ti fo i complimenti per questa tua riuscitissima iniziativa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Salomon Xeno, per i complimenti! Però potresti anche provare a usare questa parola, no? Sono sicura che non affastellerebbe troppo i tuoi pensieri!

      Elimina
    2. L'affastellarsi dei miei pensieri è spontaneo, non starò a giustificarmi con un panegirico. Resta il fatto che la trovo un po' algida, ecco. ^^

      Elimina
    3. Queste tue parole mi hanno colpita come un barbaglio improvviso. Ora dovrò meditarci su! Ahahah!

      Elimina
  4. Ciao Romina, come vedi ogni mese rispunto qui a salutarti (sarà la Luna Piena...).
    E come sempre, come istigatore dell'iniziativa del tuo concorso, ti lascio il mio lilliracconto. S'intitola: "Caccia Temporale".

    Tradito da un barbaglio di luce. L’orologio.
    Un colpo di fucile. L’uomo si accasciò.
    L’altro corse a prendere la preda. No, era biondo, che disdetta!
    Sarebbe dovuto tornare nel 40° secolo a zampe vuote.

    Marco Lazzara
    (e vedo che ora hai deciso di chiamarmi "Marco (detto ML)")

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco Lazzara, detto Marco, detto ML. Come vuoi che ti chiami? Così almeno risolviamo la questione! Ahahah!
      I tuoi commenti mi fanno sempre piacere, quindi puoi passare anche più di una volta al mese, se ti va!
      Grazie mille per il raccontino, lo aggiungo subito nel post!

      Elimina
  5. Semplicemente col mio nome: Marco Lazzara.
    Così le generazioni future potranno guardare alla mia memoria con precisione (non specifico se con attonita meraviglia o con terrificato sgomento, più probabile la seconda).
    Grazie dell'invito, e anche tu se ogni tanto vuoi passare dal forum di LU, per un paio di pistinate (non nel senso che intendeva il tuo amico toscano, eh!) fa piacere.
    Ancora nessuna idea per i MdF III?

    Marco Lazzara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, Marco Lazzara, me ne ricorderò.
      Manco dal forum da un po', lo so, e mi dispiace, però se ti serve una mano per la revisione della nuova round robin fai un fischio e mi organizzo, ok?
      Idee ne ho tantissime e il tempo per star dietro a tutto che manca! Grazie.

      Elimina
    2. Veramente? Allora in questo caso ti sfrutto. Si era offerto anche Nazareno, però pensavamo che un parere esterno potesse giovare. In particolare c'era un punto su cui si discuteva, che è alla fine la chiave di volta del racconto. Se potessi dare un parere su quello non sarebbe male. Trovi tutto in Scritture, sia il racconto che la discussione, e quel punto viene discusso nel post "RR-2: Fase seconda".

      Marco

      P.S. = Però voglio ricambiare, s'intende, non si sfruttano così gli amici! Se vuoi partecipare a i MdF III e sei un po' in alto mare con la storia, fammi sapere e volentieri ti getto una corda d'appiglio.

      Elimina
    3. Non so se riesco oggi, però nei prossimi giorni sicuramente avrai mie notizie. Mi fa piacere darvi una mano, tranquillo, non mi stai sfruttando. E poi i colleghi di pistinerie si devono aiutare a vicenda, no?
      Dai, a breve ti faccio sapere qualcosa... magari faccio un po' di editing come l'altra volta su un file con i commenti e poi te lo giro via mail, così posso lavorarci in treno dove non ho la connessione.

      Elimina
  6. OK, ti ringrazio. Questa sarà una cosa che si farà in seguito. Per adesso, a differenza della prima RR, ho deciso di fare un preediting coinvolgendo tutti i partecipanti per dare idee per risolvere le incongruenze narrative (una sorta di brainstorming). E' proprio di una di queste che ti dicevo sopra.

    M.L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, allora io adesso dovrei solo leggere la vostra discussione e dire la mia opinione sui dubbi, giusto? Ok, sarà fatto!

      Elimina
  7. Ciao Romina!
    Sono tornata, lo stalkeraggio è andato spegnendosi... XD Vedrò d'impegnarmi per usare anche questa parola almeno una volta. :)
    Ammetto che non l'avevo mai sentita prima! Però è decisamente efficace.
    A presto. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, mi sei mancata! Bentornata!
      Grazie per l'impegno nell'usare la parola.

      Elimina
    2. Per non mancare al mio impegno, oggi ne ho scritto appositamente un post.
      Ne scrivo troppo pochi per riuscire ad usarle spontaneamente al loro interno... :(
      Spero ti faccia comunque piacere. :)

      Elimina
    3. Oh... grazie mille! Certo che mi fa piacere! Ora vado a leggere il tuo post e poi lo aggiungo all'elenco di quelli partecipanti all'iniziativa. Sei sempre molto gentile e collaborativa! Grazie.

      Elimina
  8. Ciao. Giusto un rapido commento per farti sapere che ho usato la tua parola del mese nel mio post di oggi.
    P.S.: questa volta vai serena!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per aver aderito! Ora leggo il post e aggiungo il link!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...