sabato 2 marzo 2013

Volere non è potere


Sesto post della rubrica Scrivere nel 2013 che segue le indicazioni di Daniele Imperi, il blogger di Penna blu. Questa volta Daniele sostiene che scrivere non è solo questione di volontà e che quindi servono stimoli e la capacità di riconoscere i propri errori.
Il mio post arriva con un certo ritardo, purtroppo per me, però arriva (purtroppo per voi, ahahah!).


Il post di Daniele si articola su tre livelli:
  • Conoscenza
  • Azione
  • Risorse

 Io cerco di dire qualcosa di sensato in merito alle domande che pone nel post, poi si vedrà…

Traguardi
Nel campo della scrittura tra i miei traguardi attuali sono tanti, però ne scelgo tre:
  • Trovare un editore per il mio terzo libro.
  • Finire di scrivere i due/tre libri che ho cominciato.
  • Partecipare a più progetti di scrittura collettiva.

Scuse
  • Per quanto riguarda la ricerca dell’editore direi che sto attendendo, quindi ho fatto ciò che dovevo fare, inoltre sto revisionando il testo per l’ennesima volta prima di procedere ad altri invii. Direi che non mi sono inventata grandi scuse, per il momento.
  • I libri che ho cominciato (e che di questo passo finirò fra un paio di decenni) latitano da troppo tempo. Scusa principale: totale assenza di tempo da dedicare alla scrittura di testi articolati (un racconto posso scriverlo in un paio di viaggi in treno, una poesia mentre aspetto l’inizio di una riunione… per i romanzi, è un’altra storia).
  • I progetti di scrittura collettiva richiedono ancora più tempo dei testi individuali, però mi danno tante soddisfazioni, vorrei avere più tempo.
La mia scusa fondamentale è sempre quella: il tempo!

Risoluzioni
Inventare una macchina in grado di fermare il tempo e prolungarlo.
Ok, scherzi a parte… io più che ritagliare tutto il tempo possibile e immaginabile non so più che cosa inventarmi. Forse organizzandomi meglio avrei un po’ più di tempo, ma i miracoli non si fanno.
Comunque la mia risoluzione sarà cercare di ottimizzare il poco tempo a disposizione.
Inoltre, scegliere in modo intelligente cosa fare, perché ormai è appurato che non posso fare tutto.

Che tipo di scrittrice sono?
Sono una scrittrice che si scontra con i suoi limiti continuamente, che cerca di crescere, che pretende molto da se stessa e che si delude spesso. Non mi arrendo facilmente e lotto se credo in qualcosa. Il mio cruccio è solo il tempo: il tempo che mi impedisce di fare quello che vorrei e nel modo in cui lo vorrei. È una sofferenza per me questo pessimo legame con un tempo che proprio non è mai abbastanza. Del resto sono certa che se avessi un giorno di 48 ore, farei talmente tante cose che il tempo non sarebbe comunque sufficiente. Riempirei ogni secondo, proprio come faccio ora. Quindi? Non lo so. Un modo ci deve essere per riuscire a gestire tutto e trovare comunque tempo per scrivere. Ecco, diciamo che sono una scrittrice alla ricerca di questo equilibrio.

Scrivere non è solo questione di volontà
Scrivere non è solo questione di volontà. Io voglio scrivere: credo che potendo scriverei per almeno una decina di ore al giorno. Forse di più. Ma volere non è potere.
Purtroppo è anche una questione di tempo…

Come al solito vi rimando all’interessante post di Daniele Imperi che su Penna blu ha poi ispirato questo mio: Scrivere non è solo questione di volontà. Se vi va di partecipare, leggetelo e poi scrivete anche voi il vostro post. E, anche se non vi va di partecipare, vi assicuro che il suo discorso merita una lettura. 


6 commenti:

  1. Ti do ragione, anche se non e' una scusa buona per me che devo avere oglia in sostanza perche' di tempo libero ne avrei....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potremmo sempre modificare il vecchio proverbio sul pane e i denti e dire che "chi ha tempo non ha voglia e chi ha voglia non ha tempo".

      Elimina
  2. Un altro buon esercizio, brava :)
    Buon lavoro, allora ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi manca ancora un po' per rimettermi in pari... ma prima o poi arrivo! Grazie.

      Elimina
  3. Anch'io manco di tempo, e purtroppo quando ce l'ho mi capita di non essere ispirata. Sigh.
    Che vita! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è decisamente una vita dura! Ah! Però si tira avanti, dai!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...