sabato 27 luglio 2013

Tenere un piede in due scarpe & Tenere due piedi in una scarpa


Tenere un piede in due scarpe & Tenere due piedi in una scarpa: scomodo in entrambi i casi, direi.
 
Oggi parlo di due modi di dire che di fatto sono di semplice interpretazione, ma che spesso vengono confusi tra di loro, mentre hanno significato differente e quasi opposto. Si tratta di tenere un piede in due scarpe e tenere due piedi in una scarpa.


Quando si dice?
L’espressione tenere un piede in due scarpe si usa quando una persona porta avanti due relazioni sentimentali, due attività, due punti di vista fra loro inconciliabili senza decidere per l’uno o l’altro. È l’atteggiamento ipocrita e doppiogiochista di chi, nell’attesa di sapere come evolverà una situazione, si tiene aperte più possibilità e non prende posizione.  

L’espressione tenere due piedi in una scarpa si usa invece quando ci si sente costretti in una situazione non comoda, sfavorevole, opprimente.
È l’atteggiamento di chi non sa come uscire da un problema e si sente un po’ soggiogato dagli eventi o in situazione di inferiorità.

Un controsenso
Queste due espressioni parlano entrambe di piedi e scarpe. Il significato appare intuitivo per entrambe, ma spesso si crea una gran confusione, perché vengono usate in modo alternativo o senza pensarci troppo, stravolgendo così il senso della situazione.
Ci sono anche persone che considerano una delle due espressioni corretta e una sbagliata, mentre sono entrambe corrette ma con diverso senso.

L’interpretazione più convincente
L’origine di queste espressioni è piuttosto palese. Si tratta effettivamente di piedi e scarpe. Mettere due piedi in una scarpa fa sì che si sia troppo poco spazio e quindi i piedi siano stretti. Mettere un piede in due scarpe consente al piede di avere più spazio (o almeno più scelta). Ovviamente sono due situazioni irrealizzabili (anche se i miei due piedini in una scarpa grande forse ci potrebbero stare! Ah!), ma il senso che le due espressioni sottendono è palese, basta solo immaginare la situazione.

Altre interpretazioni
Queste due espressioni sono note anche in riferimento alle staffe al posto delle scarpe.  

Conclusione
La prossima volta che vi trovate a usare una di queste due espressioni, immaginatevi la situazione e vi sarà impossibile sbagliare!

Io non amo tenere il piede in due scarpe, ma molto spesso mi sono trovata con due piedi in una scarpa… e voi?



Hanno parlato di questo articolo:


10 commenti:

  1. Si dice che un tizio con una relazione con due tizie contemporaneamente, abbia un piede in due scarpe. E fin qui siamo tutti d'accordo. Prova però a capovolgere il punto di vista e immagina che sia il tizio, anziché le tizie, ad essere assimilato alla scarpa.
    Ecco che abbiamo due piedi (le tizie) in una sola scarpa (il tizio). Stessa situazione. Modi di dire opposti. La domanda è: chi vive la situazione più scomoda? Il piede o la scarpa?
    Ps: scusa, il caldo mi fa sragionare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La questione è complessa, direi... bisognerebbe conoscere vari fattori. A me sembrano tutti piuttosto scomodi, sinceramente!

      Elimina
  2. La seconda espressione non l'avevo quasi mai sentita, mentre la prima mi piace usarla! Si trovano spesso situazioni adeguate per farlo, purtroppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche da me la prima è più usata, però ho voluto parlare di entrambe insieme, vista la somiglianza. Sì, purtroppo ci sono troppe situazioni in cui usare certe espressioni.

      Elimina
  3. Anch'io non credo di aver mai sentito la seconda!
    Morale, bisogna fare più attenzione quando si esce di casa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, la morale è che sono stanca dei doppiogiochisti e di sentirmi oppressa! Ahahah!
      Sì, fai attenzione quando metti le scarpe, da bravo!

      Elimina
  4. Sono del 1968, sto con un piede in due scarpe, con una e un NI 1962, con l'altra 1970 e appena cominciata, se la prima fosse SI mollerei subito la seconda, ho troppo ho niente! che caos! il fatto e che ad una certa eta abbiamo tutti i nostri trascorsi e ci fanno dubitare nel decollare sentimentalmente......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non amo tenere il piede in due scarpe... fossi in te prenderei una decisione prima di perderle entrambe. La cosa più importante è essere corretti e rispettosi, anche a costo di sbagliare.

      Elimina
    2. Ciao, grazie dell'interessamento, attualmente ho scartato il 1970, troppi troppi pesanti problemi. Sto sempre con con il 1962, e da gennaio che ci frequentiamo, mi piace, lei ne ha tante, ma in positivo. Sai cos'è che mi rode? quando io mi avvicino troppo lei si allontana, quando mi allontano io lei mi ripiglia, gli ho detto che non mi importa l'eta, l'importante e che mi piaci, e mi vuoi bene, penso che abbia paura che io la prenda in giro, ma non e vero! mi piace come donna, io la vorrei già in casa mia, e già stata in casa mia, bene ho male ci sentiamo tutti i giorni, ci vediamo 1 volta ha settimana, ha volte 4,
      io vorrei di più, pero purtroppo devo aspettare i suoi tempi, e questo mi rattrista e mi da insicurezza. Comunque aldilà di questa mia storia, mi consolo perchè mi sembra di percepire che in generale << crescere spaventa tutti >>

      Elimina
    3. Un po' la capisco, anch'io sono fatta così e quando qualcuno si avvicina mi allontano. Di solito ci si comporta così quando si è stati delusi, traditi e feriti troppe volte, quindi hai fatto bene a decidere in che scarpa stare e vedrai che, con il tempo, si fiderà sempre di più di te, se sarai sempre corretto con lei.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...