giovedì 22 agosto 2013

Poesie animate: "È vietato " di Alfredo Cuervo Barrero

Qualche giorno fa sono incappata per caso in una bellissima poesia di Neruda e poco dopo ho deciso di registrarla. Volevo farne un video per la rubrica Video poesie, perché il messaggio di questi versi mi ha così colpita che volevo assolutamente farvelo ascoltare. 
Poi però non riuscivo a montare il video come volevo, non mi sembrava una poesia adatta per la rubrica precedente come struttura del video. Dopo qualche tentativo ho lasciato perdere. Sono poi incappata (di nuovo per caso) in un programma per fare animazioni e quindi, un po' per gioco, un po' perché oggi avevo maledettamente bisogno di distrarmi, è nata una poesia animata: una via di mezzo tra un cartone animato e una video poesia. Di tutto il testo condivido pienamente il senso, tranne che di un verso (ma non vi dico quale). Spero che la ascolterete e ne trarrete qualche insegnamento sulla vita: io non posso darvene, ma Neruda Cuervo Barrero forse sì.


Buon ascolto con  la prima (e forse unica) poesia animata del blog: è vietato di Pablo Neruda Alfredo Cuervo Barrero



Spero vi sia piaciuta. 
Ricordatevi queste parole e cercate di essere felici.

ATTENZIONE
Aggiornamento del 13/05/2016
Ho corretto il post perché ho scoperto che la poesia non è di Neruda, bensì di Alfredo Cuervo Barrero.
Mi scuso infinitamente  e pubblicamente per l'errore. Purtroppo l'errata attribuzione è molto diffusa nel web, ma non voglio giustificarmi.
Chiedo di nuovo scusa ad Alfredo Cuervo Barrero con cui ho avuto il piacere di chattare poco fa e che è stato così gentile da spiegarmi la situazione. Qui trovate tutte le informazioni (in spagnolo, ma comprensibili).
Il video al momento non è disponibile perché l'autore ha giustamente segnalato il video per violazione di copyright.

P.S. La segnalazione è rientrata (ringrazio l'autore per la comprensione) però ho dovuto comunque togliere il video perché youtube non consente di inserire direttamente sul video annotazioni che siano visibili anche da dispositivi mobili (e questa era la condizione che l'autore aveva premesso al ritiro della segnalazione).
Mi dispiace perché era un video con tante visualizzazione e a cui tenevo, ma pazienza... vedrò in seguito se rifarlo o meno...


Aggiornamento del 21/06/2016
Il video è nuovamente disponibile.
Tutte le informazioni e il video qui.



Aggiornamento del 12/07/2014
Il video di cui parlo in questo post è stato inserito nel post Quanto ti sai adattare e resistere alle avversità? La resilienza sul blog Illustraidee. Vi consiglio la lettura del post, che è molto interessante, e ringrazio Ximi per la condivisione della mia video poesia.

Aggiornamento del 16/09/2014
Alcuni giorni fa questo video è stato promosso anche all'interno della comunity G+ di Ximi.


Hanno parlato di questo articolo:



10 commenti:

  1. Grazie, Romina.
    E complimenti per il video, simpaticissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Video simpatico, messaggio serio: spero che le due cose vadano bene insieme.

      Elimina
    2. Secondo l'Hagakure: "Le questioni più gravi vanno trattate con leggerezza. Quelle meno gravi vanno trattate con serietà."

      Elimina
    3. Uhm, allora direi che ho fatto la scelta giusta. Grazie.

      Elimina
  2. Molto bello! L'unico appunto lo faccio sull'audio, era quasi basso... Oppure sono sorda io, opzione non poco probabile!
    Brava Romina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, grazie.
      Ti rassicuro: non sei sorda. L'audio registrato era già basso di suo, poi ho cercato di alzare il volume per quanto possibile e ho ridotto quello della musica al minimo, ma con la mia strumentazione di più non posso fare. A breve ho in mente di comprare strumenti più professionali visto che (incrociando tutte le dita, anche quelle dei piedi) potrebbero servirmi per lavoro. Al momento non me la sento di fare l'investimento, comunque qui l'audio è davvero basso.

      Elimina
    2. Be', speriamo allora tu possa fare felicemente l'acquisto! E non certo perché il video non si potesse vedere anche così, ma perché vuol dire che un altro sogno comincia a realizzarsi! :D

      Elimina
    3. Pur essendo una pessimista cosmica, suppongo che (almeno per un ragionamento probabilistico) inseguendo una decina di lavori prima o poi uno di questi riuscirà a darmi da vivere. Speriamo...

      Elimina
  3. "Secondo l'Hagakure: "Le questioni più gravi vanno trattate con leggerezza. Quelle meno gravi vanno trattate con serietà.""

    Non so che sia l'hagakure (vado a informarmi), ma concordo.

    Piaciuta tanto la poesia animata. Di versi che io non condivido ce n'è più d'uno ma il messaggio è bello, indubbiamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono lieta che ti sia piaciuta.
      Aspettavi una video poesia e invece è arrivata questa: le sorprese della vita non finiscono mai!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...