sabato 19 ottobre 2013

Risposte a tre domande sulla scrittura di "Penna blu"

Oggi su Penna blu, uno dei blog di Daniele Imperi, è comparso un post intitolato 3 domande sulla scrittura. Alla fine del suo articolo, invita gli altri scrittori/blogger a partecipare scrivendo le loro risposte. Nel suo post ovviamente trovate le sue, mentre qui troverete le mie. Sono domande che mi hanno messa un po' in crisi, ma fa sempre bene interrogarsi un pochino…


1. In che modo la mia scrittura può arricchire la vita del lettore?
Caspiterina… arricchire mi sembra una parola un po' grossa. Diciamo che mi piacerebbe. Nei miei testi per bambini, spero sempre di trasmettere un messaggio, ma senza diventare pedante.  Credo che un testo per bambini deve essere divertente, se vuole passare il suo significato più profondo.
Per quanto riguarda gli altri testi… io credo che nella mia scrittura degli ultimi anni si possa ritrovare un intento che credo arriverà ai suoi massimi livelli con il romanzo che sto scrivendo (dopo tanti testi preparatori tutti cestinati): io voglio sfiorare le anime. Obiettivo ambizioso e che non so se raggiungerò mai. Mi piace l'introspezione, i personaggi devono essere la loro storia e i loro tormenti. Io vorrei che un lettore, leggendo un mio testo trovasse una parte di sé capace di risuonare. Non c'è niente che arricchisca di più a mio avviso, che riconoscersi anche solo per un istante nella storia altrui e riscoprirsi così un po' meno soli nel mondo.

2. Quali parametri determinano la qualità della mia scrittura?
Io sono per la ricerca continua del miglioramento. Credo che questa sia la qualità della mia scrittura: la voglia di non fermarsi. Una scrittura che vorrebbe essere di facile lettura, formalmente ben scritta, ma allo stesso tempo non banale. Il che non significa che ci riesca, ma è ciò a cui tendo. Ritengo inoltre che sia compito degli altri giudicare, dato che io non so essere obiettiva con me stessa.

3. Come posso migliorare la mia scrittura per emozionare il lettore e trasmettere il mio messaggio?
Continuando a scrivere ed essendo sempre più spietata con i miei testi. Buttando via tutto quello che non raggiunge livelli accettabili. Per il resto, approfitto del post per chiedere a voi come potrei emozionare e trasmettere meglio il mio messaggio.

E ora, se volete, rispondete anche voi alle domande e aderite all'iniziativa di Daniele.

Io lo ringrazio per questo bello spunto di riflessione.


4 commenti:

  1. Credo che dovrei riflettere a lungo prima di rispondere! Anche vista la mia poca esperienza e i miei risultati quasi nulli nel campo della scrittura... ma magari ponendomi domande potrò migliorare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rifletti e poi rispondi, magari non in un post, se non vuoi, ma di sicuro ti aiuterà!

      Elimina
  2. Al momento ho letto solo le domande... E' divertente come la mia vita si sbizzarrisca a giocare con me, assaltandomi da tutti i lati con le stesse "cose o domande" che mi pongo una volta. Cioè, ovviamente sono domande che uno si pone, ma in modo particolare quando me le pongo una volta, poi in pochissimi giorni me le ritrovo da tutte le parti. XD Penserò anch'io alle mie risposte... E poi mi fermerò con cura a leggere le tue.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che la vita ti lascio scrivere presto il post: sono curiosa.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...