venerdì 29 novembre 2013

"Diritto a un finale": il mio racconto per "Commen500"

Di solito qui sul blog propongo racconti in 200 caratteri. Oggi invece ve ne propongo uno di 500, che ho inviato al blog Commen500. Il blog è aperto da poco e ancora in fase di stabilizzazione (il post che ho commentato ieri oggi non esiste più, per esempio), ma si basa su un'idea interessante: raccontare storie in 500 caratteri e trasformarne alcune in video (quello che c'è nella home del blog è bellissimo, quindi andate a vedere!).
Insomma, vi invito a dare un'occhiata, come ha invitato me AlmaCalleya del blog Farfalle eterne, che ringrazio.

Il mio racconto lo metto anche qui di seguito, oppure lo trovate nel post dedicato su Commen 500, ma voi andate a leggere anche gli altri, mi raccomando.

Diritto a un finale
Non ero mai stata una persona violenta, anzi, non avevo mai nemmeno avuto il coraggio di schiacciare una zanzara.
Almeno fino a quel giorno.
Li ho uccisi tutti, nei modi peggiori, così che soffrissero e potessero odiarmi per quello che avevo deciso di fare.
Vorrei potermi nascondere dietro a un momento di follia, ma, in realtà, è stata una scelta razionale: nel momento in cui ho deciso che non avrei più scritto, ho capito che non potevo lasciare i miei personaggi in vita, senza un finale.

Piccolo post a sorpresa finito, spero che il raccontino vi sia piaciuto.

Resto in attesa di vedere come evolve questo nuovo blog…


18 commenti:

  1. Bene sono felice che tu abbia partecipato. Io stavo scrivendo un racconto e da quel racconto mi è nata la nuova idea per il post su Aulonia. E' proprio vero che da cosa nasce cosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dato che ormai non scrivo praticamente più se non racconti in 200 caratteri lo considero un progresso! Già, da cosa nasce sempre cosa.

      Elimina
    2. Alla fine ho partecipato anch'io spremendo molto quell'ultimo capitolo senza cercare di intaccarlo e alla fine i caratteri sono 473!!!
      Spero di aver fatto un buon lavoro e comunque è stato un bell'esercizio di sintesi.

      Elimina
    3. Devo dire che poi, leggendo il tuo racconto, all'inizio ero davvero curiosa e poi mi sono riconosciuta molto

      Elimina
    4. Andrò a leggere di certo! Sì, c'è sempre bisogno di fare esercizi di sintesi (e lo dico soprattutto a me!).

      Elimina
    5. Eh, il rapporto tra autore e personaggi è sempre molto precario, a mio avviso. Grazie.

      Elimina
    6. Ahhahah spero per Aulonia che non debba mai incappare in un finale così o almeno che abbia una fine dignitosa. Comunque per adesso ha ancora vita ;)

      Elimina
    7. Lo spero anch'io. Si merita un bel finale e tra tanto tempo!

      Elimina
  2. Bello il raccontino, ha un che di pirandelliano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non potevi farmi complimento più gradito, visto che adoro Pirandello. Grazie, Nick, troppo buono.

      Elimina
  3. :D grazie di aver partecipato! per la fase di assestamento sì, ho avuto la "brillante" deduzione che era il caso di creare pagine e non post per i regolamenti, che altrimenti sarebbero finiti in cima ai racconti più letti =_= per il resto dovrebbe essere a posto, salvo cose minime che potremmo sistemare col tempo.. sappi comunque che il tuo racconto ci è costato mezz'ra per trovarci un'immagine perchè continuavano ad essere o troppo esplicite, o belle ma che non c'azzeccavano. alla fine abbiamo concluso che se ti viene da litigare sull'immagine è perchè nessuna ti sembra all'altezza della storia u_u complimentissimi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le pagine statiche sono sicuramente più indicate per i regolamenti. Non era per niente una critica, anzi, gli assestamenti sono fisiologici, soprattutto per un blog appena nato.

      Sono appena arrivata e già creo casini? Be', tutto normale, altrimenti non sarei io! Ahahah! Lieta che la storia vi sia piaciuta. E complimenti a te per i disegni (se ho ben capito, sei tu che li fai).

      Elimina
    2. Che dici? Potrei proporre il racconto con cui ho vinto il tuo concorso su serico?

      Elimina
    3. Certo che potresti, però dovresti allungarlo un po'. I racconti da presentare a Commen500 devono avere poco meno di 500 caratteri (o qualcuno in più).

      Elimina
  4. Quoto Nick, e non ho altro da aggiungere se un bel pollice alzato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ooohhh, grazie! Così però poi finisce che mi monto la testa, eh... e per una scrittrice che ha quasi smesso di scrivere non è proprio il caso...

      Elimina
  5. Anche secondo me i personaggi meritano un finale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il commento e benvenuta sul mio blog!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...