martedì 3 giugno 2014

Procrastinare: la parola di giugno 2014

Arriva il 3 del mese con il suo immancabile appuntamento con una nuova parola per la rubrica Una parola al mese. Nel 2014, a gennaio ci siamo occupati di favella, a febbraio di aleatorio, a marzo di baluginare, ad aprile di impaludare, a maggio di bigio e ora ci occuperemo di procrastinare.

Questa parola è stata scelta dalla vincitrice del concorso di racconti di 200 caratteri con la parola bigio, Maria Todesco ,con la seguente motivazione:
Anche se suona aspra, mi piace molto come parola. E poi mi descrive incredibilmente bene.
Scopo di questo post sarà farvi conoscere un po' meglio questa parola, quindi non procrastiniamo e cominciamo!

Etimologia della parola
La parola procrastinare viene dal latino procrastinare composto di pro che significa avanti e crastinare che deriva da crastinus  aggettivo di  cras  che significa domani (con la desinenza -tinus).

La parola dovrebbe essere attestata dal XIV secolo.

Da qui deriva il significato di rimandare a domani.

Definizione
(uso transitivo) Rimandare al domani, rinviare da un giorno a un altro, dall'oggi al domani (per un tempo indeterminato), con lo scopo di temporeggiare o, addirittura, di non fare ciò che si dovrebbe (differire e rimandare per sottrarsi a un impegno)
(uso intransitivo) Temporeggiare, indugiare, tirare in lungo (tirare per le lunghe)

Pronuncia, forme, eventuali derivati
La parola procrastinare si pronuncia con l’accento tonico sulla seconda a  [pro-cra-sti-nà-re].

Si tratta di un verbo transitivo seguito quindi da un complemento oggetto. Può però anche essere usato in modo intransitivo (quindi senza un complemento, un po' più come un'attitudine).

Da procrastinare si sono originati alcuni derivati:
  • Procrastinatore: chi procrastina
  • Procrastinazione: azione e risultato del procrastinare
  • Procrastinamento: azione e risultato del procrastinare
  • Procrastinabile: che si può procrastinare

Frasi d’autore
Oggi più che frasi d'autore vi presento aforismi di gente non avevo nemmeno mai sentito nominare (anche se un po' famosi devono essere!). Gli aforismi però mi sono piaciuti e allora ve li cito!

Partiamo con uno in cui la parola del mese compare ben due volte! È stato scritto da Denis E. Waitley che è uno scrittore e oratore motivazionale (quindi non poteva non avere a cuore questa parola, non trovate?).

Procrastinare è aver paura del successo. Le persone rimandano le cose perché hanno paura del successo che sanno arriverà se si muovono in avanti ora. Dato che il successo è pesante, e comporta delle responsabilità, è molto più facile procrastinare e vivere nella filosofia de 'un giorno lo farò'.
Denis E. Waitley

Ora proseguiamo con due aforismi di Wayne W. Dyer, psicologo, psicoterapeuta, scrittore e docente statunitense.
Procrastinare è l'arte di stare al passo con ciò che è successo ieri, per evitare il domani.
Wayne W. Dyer

Il procrastinare è una delle malattie più comuni e più mortali e il suo effetto nefasto sul successo e sulla felicità è molto grande.
Wayne W. Dyer

E per finire la saggia ironia di Christopher Parker, attore e presentatore televisivo inglese.

Procrastinare è come utilizzare una carta di credito: ci si diverte molto fino a quando non arriva il conto.
Christopher Parker

Ecco qui. Come al solito, se avete altre citazioni, scrivetemele nei commenti, così le aggiungo. Grazie!

Qualche esempio
Ora inserisco qualche breve frase scritta da me con la parola procrastinare.
  • Procrastinare lo studio fino a pochi giorni da un esame non è una buona idea.
  • Spesso purtroppo mi trovo a lavorare con gente troppo propensa al procrastinare.
  • Puoi procrastinare quanto vuoi, tanto prima o poi ti tocca!

Un racconto di 200 caratteri
E ora un mio racconto in meno di 200 caratteri con la parola procrastinare.

Indugiando al telefono 
Seleziona il numero dalla rubrica.
Indugia un attimo.
La sua agitazione trova conforto nel tasto indietro.
«Lo chiamo domani».
Un domani che sapeva avrebbe a lungo procrastinato.


I sinonimi non esistono
Alcuni possibili sinonimi di procrastinare sono differire, temporeggiare, rinviare, ritardare, posticipare, rimandare.

Procrastinare  a mio avviso contiene la sfumatura del continuo spostare in avanti una cosa da fare, mentre rinviare, ritardare, posticipare, rimandare e differire potrebbero implicare anche un unico cambiamento/posticipo.
Temporeggiare invece lo userei più all'interno di una situazione ristretta nel tempo (per es. temporeggiare nel dare una risposta).

Ovviamente sono sfumature che colgo io e non so quanto siano attendibili, ve lo dico!

Scopo dell’iniziativa
E ora il noioso momento delle clausole…

Io mi impegno a usare questa parola in almeno un post durante il mese.
In tali post evidenzierò in modo evidente la parola procrastinare, inserirò questa immagine e questa dicitura (con il link a questo post):


Questo post partecipa all’iniziativa Una parola al mese. La parola di giugno 2014 è procrastinare (al link maggiori informazioni).





Chi vuole partecipare all’iniziativa deve segnalarmi in un commento il post (o i post) in cui ha utilizzato la parola (sono validi tutti i post fino al 30/06/2014 compreso). Volendo potete anche inserire l’immagine di questo post e il link, ma non è indispensabile: l’importante è che la parola rimbalzi di blog in blog il più possibile. Maggiori informazioni le trovate nel post che introduce la rubrica Una parola al mese (lì c'è anche l'elenco completo delle parole che ho adottato).

Nella barra laterale del blog, per il mese di giugno, ho già inserito la nuova immagine per accedere direttamente a questo post, così che possiate trovarlo con facilità.

Il concorso
Come ogni mese, parallelamente all'iniziativa parte il concorso per racconti di massimo 200 caratteri contenenti la parola procrastinare.
Aprirò il post dedicato al concorso domani e avrete tempo fino al 22 giugno. Il racconto deve essere lasciato come utente anonimo e non firmato, così non mi accuserete di fare preferenze. Poi il 23 decreterò il vincitore che potrà scegliere la parola di luglio o tra un mio elenco di dieci parole o proponendone lui direttamente purché rispettino le poche regole spiegate nel post introduttivo. A quel punto ognuno potrà dire quale era il suo racconto, così aggiungerò i vostri nomi nel post.

E il torneo continua (domani vi presenterò la situazione aggiornata dei punteggi).

Insomma, cercate di non procrastinare troppo e partecipate presto all'iniziativa!
Grazie a tutti per la lettura e spero in una vostra partecipazione.

E ora un ringraziamento a chi ha partecipato per salvare impaludare:  

Nel post dedicato a bigio trovate le frasi tratte dai post qui citati che contengono la parola bigio. Purtroppo solo due post… il mese scorso era andata decisamente meglio, ma va bene così.
Io ho scritto solo un post, Mica pizza e fichi (27/04/2014).
Il concorso per i racconti continua a essere poco seguito (i primi tre racconti sono stati segnalati).

Grazie a tutti, come sempre, per la partecipazione!


Elenco sempre aggiornato dei post partecipanti all’iniziativa


[...] Ma in fondo, che altro si può scrivere su: "procrastinare"?
Già solo a pronunciarlo, ti viene voglia di mollare tutto, riparlarne domani: nomen-omen, e buonanotte. [...]



[...] Lo so, io procrastino troppo spesso. Ho procrastinato alquanto anche prima di sedermi qui, davanti allo schermo. [...] La conclusione è solo una. Non procrastinerò mai più. Ok, questa è un'utopia... Diciamo che cercherò di procrastinare meno. E se avrò procrastinato... dovrò dare via un euro, ogni volta.  [...]



[...] Probabilmente dirò cose molto diverse, ma... non procrastiniamo e partiamo subito. [...]

[...] Come dire che non si può procrastinare ancora, che è venuto il tempo per me di rimboccarmi le maniche e riprendere da dove avevo interrotto, dopo più di cinque mesi di culla negli allori (si fa per dire). [...]



Già da un po' volevo scrivere un post sull'argomento, ma continuavo a procrastinare perché... mi è sempre mancato il materiale. [...]
 

Ho avuto bisogno di molto tempo per prendere una decisione! Il termine "procrastinare" ha messo fine al mio procrastinare. [...]



[...] In realtà ho finito per procrastinare troppo ed è rimasta così. [...]

[...] Per scoprire cos'è potete leggere questo mio guest post, anche perché era inutile procrastinare ulteriormente, Marco Garavaglia e Salvi Giglio attendevano questo articolo da parecchio. [...] 

27 commenti:

  1. Il caldo viene procrastinato :p

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è già troppo! Ah, i punti di vista!

      Elimina
  2. Procrastinare mi suona tanto un termine da noiosa realazione di un manager durante una seduta degli azionisti, o da discorso in parlamento durante un'interminabile seduta. Non riesco a percepirlo come parola letteraria, e anche se ovviamante non ha senso dire una cosa del genere, beh, non credo che riuscirei a utilzzare questa parola in alcunché di letterario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece conosco troppi procrastinatori, quindi è una parola che posso usare in tantissimi contesti!

      Chissà se i racconti partecipanti al concorso riusciranno a convincerti del fatto che è una parola utilizzabile anche in narrativa!

      Elimina
  3. Di solito uso "improcrastinabile" quando devo far capire a qualcuno l'urgenza di fare subito quello che reputo sia doveroso , ma ammetto che lo faccio più per riempirmi la bocca e dare alla disposizione un tono più autorevole :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per cominciare... benvenuto sul mio blog!

      Ci provo anch'io a volte, ma mi lanciano certe occhiate! Ahahah!

      Elimina
  4. Ahahah :) Questa parola mi ricorda in particolare i sei mesi di convivenza con una coinquilina inglese in Erasmus. Le due parole che usava più spesso erano "hangover" (che sarebbero i postumi della sbornia) e "procrastination" (ogni volta che si parlava di studio).
    Devo ammettere però che anch'io sono un'esperta di procrastinazione, quando si tratta di studiare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che simpatica personcina la tua ex coinquilina... io non so se avrei retto! Brava!

      Elimina
  5. E' proprio come una carta di credito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non ci si compra nemmeno niente, tra l'altro!

      Elimina
  6. Occhio Romina, c'è un piccolo errore nell'introduzione al racconto in 200 caratteri! ;)
    E mi sono dimenticata di segnalarti il mio ultimo post con bigio, uscito il 31, perdonami.
    Questo mese vedrò di procrastinare meno ancora. u_u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! Si vede che faccio un po' di copia-incolla per le "clausole", vero? Grazie mille!

      Aggiungo anche il link al post, me l'ero perso, scusa...

      Elimina
    2. La parola ha funzionato, direi:
      http://maria-todesco-marytod.blogspot.it/2014/06/post-per-procrastinare-coniughiamo.html

      Mai stata così rapida!

      Elimina
    3. Già leggendo il titolo nel blogroll mi ero sentita chiamata in causa! Grazie mille. Si vede che la parola invita a essere rapidi!

      Elimina
    4. E' proprio la parola che funziona. Sono riuscita a usarla di nuovo!
      Perché ho procrastinato così tanto prima di sceglierla? :D
      http://maria-todesco-marytod.blogspot.it/2014/06/il-libro-nero-dei-colori-cottin-menena.html

      Elimina
  7. Non c'è cosa che odio di più che procrastinare... e quante volte mi sorprendo a farlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! Non si può sempre piacere... nemmeno a se stessi!

      Elimina
  8. Mi sa che non riesco a inserirla in un post... come sai io non procrastino i miei articoli! Ma magari un racconto per il concorso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So bene che non procrastini la scrittura dei post, anzi, sei sempre molto in anticipo! Questo è un grande pregio quindi non preoccuparti per l'uso della parola del mese.

      Il raccontino invece lo aspetto... guarda che Maria ti sta per sottrarre il titolo di campione in carica, eh!

      Elimina
  9. Parola che purtroppo uso più di quanto vorrei... però ha una sua musicalità, mi piace :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi mesi sono decisamente quelli in cui gli studenti universitari non devono procrastinare!

      Elimina
  10. Ciao Romina, è qui che si segnalano i post che partecipano all'iniziativa? Il mio è questo:

    http://ivanolandi.blogspot.it/2014/06/prologo-al-risveglio.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, il posto è giusto! Grazie mille! Ora leggo e poi aggiungo al post il tuo link!

      Elimina
  11. Ecco il mio post:
    http://it-drama-queen.blogspot.it/2014/06/panico-da-palcoscenico.html

    Dato che sono una procrastinatrice nata, potrebbe non essere l'unico... le occasioni per usare questa parola del mese sono potenzialmente infinite...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per questo post e i potenziali futuri!

      E basta procrastinare, dai! Ahahah!

      Elimina
    2. Sono la regina della procrastinazione, altro che teatro... dovrei cambiare nome! Ahahah :)
      Ti segnalo l'altro post che ti avevo promesso e poi corro a studiare, che è meglio!
      Ecco il link: http://it-drama-queen.blogspot.it/2014/06/teatro-greco-rappresentazione.html

      Elimina
    3. Grazie mille per il post! Lo leggo e poi torno anch'io a studiare... ho procrastinato già fin troppo!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...