lunedì 21 luglio 2014

Curiosità: una finestra sul mio mondo

Oggi come promesso nel post di compleanno rispondo alle vostre domande. Lo faccio sempre, tutto l'anno, lo sapete, però mi sembrava carino darvi uno spazio per fare domande anche non attinenti direttamente alle tematiche del blog. Dopotutto, dietro ciò che voi vedete qui c'è la mia vita e, anche se non mi piace parlarne, siete comunque stati silenti osservatori di tanti cambiamenti pur non avendoli visti: li avete percepiti nel mio umore, nei cambi di rotta, nelle malinconie e nelle euforie. Sotto la maschera c'è sempre qualcosa e volevo darvi occasione di sbirciare al di sotto.


Sono arrivate solo due domande e  devo dire che siete stati bravi, non avete chiesto cose troppo sconvenienti! Ahah! Non avete l'arroganza di certi tizi che in rete (e senza l'attenuante di alcuna iniziativa lanciata da me) chiedono di tutto [sì, ho il dente più avvelenato del solito, scusate].
Per questo mi piacete, perché mi conoscete a modo vostro e siete sempre educati. Che me ne faccio di un pubblico più vasto quando posso avere voi? No, no, non cambierei affatto!

Ma veniamo alle due domande che sono arrivate…

Uso del corsivo
La prima domanda viene da Marco Lazzara che mi chiede di spiegare un po' l'uso del corsivo in narrativa. È una bellissima domanda a cui mi viene facile rispondere perché ho scritto un post in merito qualche tempo fa, che mi basta semplicemente linkare: Corsivi e grassetti.
Stranamente l'uso dei corsivi spesso non è capito e vengono usati a sproposito.
È anche vero che alcune piccole cose possono differire in base alla linea editoriale del proprio editore, ma alcune regole ci sono. Però non mi dilungo dato che al link c'è tutta la mia spiegazione. Spero che Marco trovi le sue risposte e, se siete curiosi, anche voi. Se qualcosa non vi è chiaro, ne possiamo riparlare nei commenti a quel post, ovviamente.

Entità astratta
La seconda domanda ve la riporto pari pari, perché è formulata in modo divertente:
La curiosità che mi frulla nella mente da un po' è questa: ma come sarà Romina, di aspetto fisico? So che non vuoi mettere tue foto e capisco, non ti sto chiedendo questo. Ma mi piacerebbe avere un minimo di descrizione fisica. Bastano solo un paio di dettagli: colore degli occhi, capelli lunghi/corti/lisci/ricci... Solo per sapere come immaginarti! Al momento sei una specie di entità astratta, nella mia mente...

Come sapete non mi piace molto parlare di me e la mia politica sull'apparire in video credo vi sia chiara, ne avevo anche parlato in un post. Un po' mi dispiace perché i monologhi teatrali, le letture e altre cose acquisterebbero più rilievo con la mimica e i gesti, ma preferisco non farmi vedere, almeno per il momento. Confesso che mi aspettavo una domanda del genere e che avrebbe anche potuto infastidirmi un po' [proprio perché ultimamente incontro arroganza a chili in rete… vedi dente avvelenato di cui sopra], ma il fatto che sia arrivata da Drama Queen cambia tutto! Ahahah! Eh, vi aspettavate un lui? Fregati.

Ora rispondo. Per prima cosa rassicuro Drama Queen: non sono un'entità astratta. Ho anche conosciuto dal vivo alcune persone incontrate in rete, quindi sono reale e ci sono dei testimoni.

Visto che la cara blogger mi chiede di occhi e capelli, io mi limito a quello!
I miei occhi sono marroni, un marrone banale, senza caratteristiche particolari. Qualcuno dice che quando sorrido davvero rido con gli occhi e si illuminano, ma siccome sorrido poco davvero ci sono pochissime fonti che possono confermare questa supposizione. Quindi sono marroni e basta! Ahah!
Per quanto riguarda i capelli, sono lunghi. Direi molto lunghi. Qualcuno direbbe troppo lunghi! Molto mossi o ricci in base al clima, ma in ogni caso quasi sempre spettinati, perché sono più indisciplinati di me. Anche loro castani come gli occhi.

E direi che mi sono già scoperta troppo per i miei gusti! Ahah!
Drama Queen forse (e dico forse)  riceverà anche una foto, ma prima le lascio leggere il post.

Conclusione
Nonostante siano arrivate solo due domande, sono state talmente diverse che il post aveva senso scriverlo lo stesso! Ora chiudo la finestra sul mio mondo e torniamo a occuparci di libri, scrittura e lettura.

Un ultimo grazie a Marco Lazzara e Drama Queen per la partecipazione! 



24 commenti:

  1. Perdonami se non ti ho fatto alcuna domanda, ma ho avuto dei giorni neri che mi ha quasi resettato tutto.
    Mi ricordo dei tuoi capelli lunghi visto che avevi commentato il mio post su Raperonzolo (magari questo post ti potrebbe piacere: http://www.dailymail.co.uk/femail/article-2416873/The-real-life-Rapunzels-How-seven-sisters-37-feet-hair-fame-fortune-19th-century.html). E poi dai al mare possiamo fare la mossa di Ariel (quella che fa dopo che si è trasformata in umana e risale l'acqua)
    Comunque per quanto riguarda la banalità, conta il più non sentirsi interiormente. Poi non so se ti trucchi. E comunque non ti preoccupare troppo. Sii spontanea e vedrai che i tuoi occhi brilleranno.
    Spero tu mi possa perdonare e mi genufletto umilmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah! Non hai niente di cui farti perdonare! Anzi, meglio che io non sia stata subissata di domande, no?

      Ho visto il link! Be', i miei non sono così lunghi, però sono molto lunghi (praticamente fino alla fine della schiena). E non ho mai fatto il bagno in mare, quindi niente mosse molto cinematografiche! Ahah!

      Mi trucco ma poco e da meno di un anno, giusto un po' gli occhi. Spero comincino a brillare più spesso...

      Grazie per il commento!

      Elimina
    2. Allora devi venire qui assolutamente in Riviera. Dai, così è la volta buona che ci incontriamo.
      Comunque per quanto riguarda gli occhi che brillano, oltre al trucco dipende da come guardi.
      https://www.youtube.com/watch?v=uwZP1EbkPYw

      Elimina
    3. Ci incontreremo presto, lo sento.

      Oh, non ci siamo capite! Non c'è trucco che possa far brillare i miei occhi e non dipende da come guardo: brillano solo quando sono autenticamente felice... per questo spero brillino più spesso!

      Elimina
  2. Ma dai.... Ma solo io ho fatto la figura della ficcanaso, non è giusto!!! XD
    Almeno, a quanto pare ho "posto la domanda in modo simpatico" (ero stata attenta a formularla, per timore di offenderti). Ti ringrazio per la risposta, ora sei un'entità un po' meno astratta! E, come detto nella mail, ripeto: niente secondo fine, te l'assicuro! ;)

    Dato che ormai sono il personaggio comico della situazione, posso aggiungere per solidarietà che anch'io faccio parte del club dei capelli lunghi lunghi. Anche se i miei sono lisci. Però le mie amiche li paragonano ai serpenti di Medusa, perché... se di notte mi muovo nel sonno, rischio di rimanere impiccata... XD
    Ecco, dovevo andare a fare cabaret, non teatro serio....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, ma no! Non sei una ficcanaso! E penso che in molti qui mi considerassero troppo "astratta". La domanda era posta benissimo!

      I tuoi capelli sono bellissimi, invece! Non ascoltare i tuoi amici. Anche i miei amici mi danno della Medusa, ma i miei ricci sembrano proprio serpenti e ogni tanto lancio occhiate pietrificanti! Ahah!

      Se ti dai al teatro comico o al cabaret, io posso farti da spalla? Per favore!

      Elimina
    2. Sì, probabilmente stavano tutti aspettando che qualcuno lo chiedesse e io sono stata la prescelta... XD

      I miei cari serpentini non sono offesi, anzi ti salutano! ;) E anch'io so lanciare occhiate pietrificanti... Abbiamo troppe cose in comune!
      Sarei felicissima se tu mi facessi da spalla! Magari un giorno potremmo lavorare insieme, mi piacerebbe come prospettiva! :)

      Elimina
    3. Hanno mandato avanti la giovane dai lunghi capelli sperando che con lei fossi clemente? Dimmi la verità! Ahahah!

      Io sono sicura che saremmo un'ottima coppia comica... non fosse per la distanza, sarei già lì a scrivere la prima partitura, lo sai?

      Elimina
    4. Che peccato... La distanza non è poi così tanta, però, magari un giorno riusciremo ad incontrarci davvero :)

      P.S. La foto me l'hai promessa eccome, ho ancora la tua mail salvata! ;)

      Elimina
    5. Se vuoi venire a trovarmi, io ti do volentieri l'indirizzo!
      Io spero proprio di incontrarti un giorno!

      P.S. Ah, sì? Ahah! Sì, sì, faccio subito.

      Elimina
  3. Più che astratta, molti qui ti pensavano... un gatto! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! Be', Flik è decisamente una bellissima controfigura: adorabile, tenera e "coccolosa"!

      E poi un po' lo sono un gatto, no? Difficile da avvicinare, indipendente, diffidente... una gatta selvatica in piena regola.

      Elimina
  4. Ti ho immaginato. Sono già innamorato :-P
    Seriamente, scusami se non ho partecipato ma non ho saputo concepire nessuna domanda decente, ne hai ricevute poche ma buone, io avrei potuto aggiungere solo banalità tipo "preferisci l'acqua liscia o frizzante"...
    P.S.: anch'io sono un'entità astratta, quindi condivido la tua scelta di non mostrare tue foto. Anche se forse fra qualche settimana potrei fare una sorpresa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi, se mi vedi, ti passa, tranquillo! Ahahah!

      Ora non saprai mai quale tipo di acqua preferisco. Vivrai con questo atroce dubbio!

      P.S. Ti si intravede appena dietro la tua mano, dai, non sei così astratto. Comunque restiamo in attesa!

      Elimina
  5. Pensa che l'avevo anche già letto quel post! Comunque mi riferivo anche a un'opinione su chi come Stephen King scrive intere pagine in corsivo.
    Cambiando discorso, ti immaginavo coi capelli neri e lisci (sembra la continuazione del discorso dell'altro giorno).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avevo capito che la domanda comprendesse questo... comunque l'uso di intere pagine in corsivo, secondo me, è accettabile solo per esempio quando si inserisce il testo di una lettera o quando si vuole creare un testo in due parti intrecciate tra loro (per evidenziare il passaggio da una all'altra).

      Eh, pensa che io non ti immaginavo biondo! Ognuno ha avuto le sue sorprese! Ahahah!

      Elimina
    2. Pensavo a It, dove si sono interi sottocapitoli in corsivo. Esempio capitoli ambientati nel '58, ma il primo sottocapitoletto essendo ambientato nel 1985 è in corsivo per evidenziare il passaggio temporale. A me è sempre sembrato eccessivo vedere magari 4-5 pagine interamente in corsivo. Una mia amica scrittrice ha preso da King questa brutta abitudine e infarcisce racconti e romanzi di corsivo.

      Elimina
    3. Questo intendevo per "testo in due parti intrecciate tra loro".

      Comunque, sì, troppo testo in corsivo è fastidioso alla lettura, quindi va usato solo se estremamente necessario.

      Elimina
  6. Confermo, Romina non è un'entità astratta :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Ora che ho una testimone, sono sicura che la gente mi crederà! Ahah!

      Elimina
  7. Ah, ecco cosa avevo dimenticato di fare. Di mandare la domanda. L'avevo pensata ancora il giorno dopo che avevo letto il post... posso lasciarla lo stesso?
    Più che altro avevo rimandando il farla perché supponevo che da qualche parte ci fosse già la risposta, ma logicamente mi sono dimenticata di controllare e di conseguenza il resto.
    Perdonami!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, non so se puoi lasciarla, sai? Sono molto pignola per quanto riguarda le scadenze! Ahah! Però è anche vero che hai la mia mail, quindi... a buon intenditor...

      Se la risposta è già online, ti giro il link, come ho fatto per la domanda sui corsivi.

      Elimina
    2. Oooh, grazie. :3 Allora arriva.

      Elimina
    3. Mail ricevuta. Presto rispondo. Grazie.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...