domenica 31 agosto 2014

"Da chimico a chimico" di Asimov: una prova d'intelligenza - Soluzione e vincitore

Durante il settimo appuntamento con la rubrica Un pozzo di scienza Marco Lazzara vi ha proposto un quesito tratto da Da chimico a chimico, un racconto di Isaac Asimov. Oggi, in questo post, vi spiega la soluzione.
Lo ringrazio per la simpatica iniziativa promossa e lascio a lui la parola  


Da Chimico a Chimico - Soluzione

È giunta l’ora di svelare la soluzione dell’enigma. Il professore di Chimica aveva dato al ragazzo che intendeva sposare sua figlia e che chiedeva la sua benedizione questa sequenza di numeri: 69663717263376833047, chiedendogli di decifrare il messaggio in codice.
La prima ipotesi che si può fare, e che fa il ragazzo, è che il codice sia di un tipo in cui a ogni numero corrisponda una lettera dell’alfabeto. Per esempio a = 1, b = 2... ma se ci provate (vi ricordo che la soluzione è in inglese) non ne viene fuori nulla di sensato. Potrebbe essere un codice più complesso, ma allora sarebbe impossibile da risolvere nel poco tempo che gli viene lasciato.

La soluzione
Quando ho letto il racconto, la soluzione mi è immediatamente balzata agli occhi, perché per un chimico (e vi ricordo che anche Asimov lo era) è abbastanza ovvia.

Se vi ricordate, vi avevo detto che aveva a che fare con la chimica, e vi avevo anche dato un primo fondamentale indizio, contenuto in un mio articolo su Il Futuro è Tornato che trattava della nucleosintesi, i processi con cui si ottengono i vari elementi chimici. L’indizio erano appunto gli elementi chimici, che nell’articolo erano numerati in un certo modo.

Quando un chimico vede una sequenza di numeri, la prima cosa che gli viene in mente è il numero atomico, che è il numero di protoni contenuti nel nucleo, e che identifica un preciso elemento. Ora, esistono numeri atomici con una, due e tre cifre. Quelli con tre cifre possono essere scartati, perché non arrivano oltre il 112, e non sono presenti numeri tipo 104 o 111. Per semplicità possiamo inizialmente assumere che siano tutti di due cifre. Se ragioniamo in questi termini otteniamo 69, 66, 37, 17, 26, 33, 76, 83, 30 e 47, che corrispondono a tullio, disprosio, rubidio, cloro, ferro, arsenico, osmio, nickel, zinco, argento. Nell’articolo era presente anche una tavola periodica (peraltro facilmente reperibile su google immagini) per aiutarvi nella correlazione.

Ma ancora non siamo giunti alla soluzione. I chimici abitualmente non usano i nomi degli elementi per esteso, bensì dei simboli (questo era il secondo indizio messo a disposizione per chi avesse intuito quanto sopra). E allora diventa: TmDyRbClFeAsOsNiZnAg
Il messaggio continua a non dirci niente. Notate, ci sono due tipi di lettere, maiuscole e minuscole (e questo era il terzo indizio a disposizione). Se prendiamo solo le maiuscole otteniamo: tdrcfaonza. Ancora niente, ma se invece prendiamo le minuscole otteniamo: myblessing, o meglio my blessing, cioè in italiano con la mia benedizione.
Il ragazzo, che ha risolto l’enigma, potrà sposare la sua bella, e con la benedizione del professore di chimica.

Il vincitore
Il vincitore, che tra l’altro ha dato la soluzione in tempi record, è Michele Scarparo. A lui va in premio una copia in formato e-book del mio libro, Incubi e Meraviglie (al link una recensione di Romina). Spero gli piaccia e gli auguro una buona lettura!

I miei complimenti anche a Obsidian Mirror e Anna Massè che sono giunti, anche se successivamente, alla soluzione corretta. Per loro niente premio, sono spiacente, ma il mio libro è comunque reperibile in ogni bookstore al prezzo di 1,99 euro.

Ma perché non dare un omaggio anche a tutti voi che avete partecipato al concorso? Qui potete leggere un mio racconto arrivato secondo a un concorso a cui ho partecipato quest’inverno.
E vi aspetto il mese prossimo con un nuovo appuntamento di Un Pozzo di Scienza. Questa volta parleremo di un romanzo... ma non anticipo altro.



Chiudo complimentandomi anch'io con Michele per la soluzione e la rapidità, ma anche con TOM e Anna che sono stati ugualmente bravi! 


36 commenti:

  1. Grazie mille per tutto! Se ho vinto in tempi record devo ringraziare l'insonnia e la dea bendata: è stato per puro caso che ho incolonnato le coppie di lettere degli elementi, rendendo evidente a colpo d'occhio la soluzione.
    Ho anche già dato una sbirciatina al primo racconto ed è davvero molto gustoso: scritto ottimamente e con un finale assolutamente a sorpresa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Complimenti a te! E grazie: "Incontri Ravvicinati del 5° Tipo" è anche uno dei miei preferiti!

      Elimina
    2. @Michele Scarparo: Rinnovo i miei complimenti. Non sminuirti chiamando in causa insonnia e fortuna, dai!

      Elimina
  2. Bravo Michele ero arrivata agli elementi chimici ma poi mi sono addormentata... ahaha che bel gioco, mi sono divettita comunque ciao ragazzi :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Ximi: Brava! Avevi già fatto il grosso del lavoro... ma qui serviva proprio un po' di insonnia! Ahah!

      Elimina
  3. I miei complimenti al vincitore e al secondo e terzo classificato! Io avevo suddiviso la riga in serie di quattro e avevo ottenuto i numeri sui maglioni dei membri della Banda Bassotti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, almeno hai cercato una soluzione creativa, senza barare! Solo che centra poco con la Chimica!

      Elimina
    2. @Ivano Landi: Ma davvero? Questa cosa è da indagare... è troppo curiosa! Non può essere un caso!

      Elimina
    3. Sto scherzando, Romina! Tra l'altro, a pensarci meglio, credo che i numeri che hanno sulle maglie siano di 6 cifre. Una cosa tipo: 671-761.

      Elimina
    4. Uff... già mi ero appassionata a questa interessante faccenda.

      Elimina
  4. Io invece (ahimè!) mi ero svegliato! :)
    Meno male che ci sono Marco e Romina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto cosa può fare la privazione di sonno? ;)

      Elimina
    2. @Michele Scarparo: Se niente mi obbliga a fare diversamente, difficilmente crollo prima delle due o delle tre, quindi ti capisco.
      Poi, certo, quando la sveglia suona troppo presto, cerco di fare la brava... ma, per mia indole, sono una creatura notturna!

      @Marco Lazzara: A parte provocare esaurimenti nervosi, ovviamente... ahaha!

      Elimina
    3. @Romina: Il fatto invece è che io dormivo. Poi, alle 4, il mio cervello ha deciso che era mattina. :)
      Peccato che ora delle 5.30 il resto dell'organismo ha fatto presente al cervello che era su di un fuso orario sbagliato. Una volta riaddormentato, alle 6 la sveglia ha voluto dimostrare a tutti che l'unica ad avere ragione era lei! ;)

      Elimina
    4. Io, se vado a letto presto (cioè prima delle 2) poi spesso mi sveglio molto prima dell'alba. Ho il mio fuso orario, che vuoi farci! Ahah!

      Elimina
  5. Mannaggia! Praticamente quando ho cominciato a ragionarci su il concorso era già concluso? Beh, mi consola almeno sapere che quel mio incauto suggerimento non mi sia stato fatale.
    Bravi! È stato davvero divertente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lieto che ti sia divertito! ;)

      Elimina
    2. @TOM: Ehm... in effetti... sì. Ma l'importante è divertirsi, no?

      Elimina
  6. Ecco, io come sempre sono andata pensare a cose troppo difficili... E' la semplicità che mi frega ;)
    Complimenti a Michele e anche agli altri due che hanno risolto l'enigma!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, alla fine non era difficilissimo... io potrei fare di molto peggio di Asimov (e l'ho fatto). ;)

      Elimina
    2. Lo so che sei terribile... Per fortuna, non è un mio problema! :P

      Elimina
    3. @DramaQueen: Sei come me: non ami le cose facili! Ahah!

      @Marco Lazzara: Nessuno lo mette in dubbio...

      Elimina
    4. I geni sono sempre terribili...

      Elimina
  7. Sostegno da tempo che l'insonnia sia una benedizione per la creatività
    Grande Michele!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, infatti! Una volta mi è venuto in mente l'idea per un racconto prima di addormentarmi. Al risveglio me l'ero dimenticata. Mi fosse venuto un attacco d'insonnia, invece...

      Elimina
    2. @Spartaco Mercaroni: Di sicuro è una benedizione per chi ha tante cose da fare e trova tempo solo di notte per farle! Ahah!

      Elimina
    3. Ormai ho un'età: preferirei dormire...
      Invece mi ritrovo a suggerire questo verbo ormai in disuso (dormire) a Romina come prossima parola del mese :)

      Elimina
    4. Ahahah! Sì, è un verbo che io dovrei sicuramente "studiare" di più, così magari mi appassiono anche all'attività connessa!

      Elimina
  8. Complimentoni a Michele! ^_^ è stato bello partecipare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A noi ha fatto piacere che tu abbia partecipato! Non avevo dubbi che saresti giunta alla soluzione esatta.

      Elimina
    2. @Anna Massè: Benvenuta sul mio blog! E complimenti per essere arrivata alla soluzione.

      Elimina
  9. Quatta quatta avevo provato anch'io e avevo pensato agli elementi... Ma avevo cominciato da lontano. xD Sono negata per queste cose! Complimenti al vincitore e a tutti i risolutori. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh... c'eri quasi, dai!

      Elimina
    2. @Maria Todesco: Ah, agivi nell'ombra, eh? Brava!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...