lunedì 13 ottobre 2014

"Scappare via", "Vie di fuga" e "Senza più fuggire": racconti in 200 caratteri (trilogia sulle fughe)

Tre racconti in 200 caratteri.

Ecco il post con i tre racconti in 200 caratteri di questo mese. Anche questa volta tento una trilogia! Dopo quella sulla fiducia, quella sui sorrisi, quella sui silenzi, quella sugli anniversari, quella sulla felicità e quella sulle scelte. Oggi trilogia sulle fughe.




Scappare via
Camminava per la strada, attenta a ogni minimo rumore. Sapeva che lui era lì, nascosto da qualche parte. Avrebbe solo voluto scappare via, ma, come ogni preda, sapeva che sarebbe stato rischioso.


Vie di fuga
«Ti aspettavo» disse lui, irrompendo da un vicolo laterale, calmo nei suoi occhi infuocati.
«Lo so» rispose lei, celando la paura dietro una smorfia.
Pietrificata, valutava possibili vie di fuga.


Senza più fuggire 
Non capiva come fosse successo. Guardava estraniata la mano sporca di sangue.
Nemmeno provò a fuggire, prese il telefono: «Polizia? Venite, presto, temo di aver ucciso un uomo».


Se non siete ancora fuggiti, forse i racconti un pochino vi sono piaciuti. Il terzo è stato il più tormentato, perché ho cambiato mille volte idea su chi dei due dovesse fare una brutta fine e come. Alla fine, la dinamica non è per niente chiara, ma… 200 caratteri sono veramente pochini!

Spero che i racconti vi siano piaciuti! Al prossimo mese per i racconti brevissimi! 


8 commenti:

  1. Forse in questo caso ci stava una quadrilogia, perché tra il secondo e il terzo c'è un piccolo salto. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un "piccolo salto"... ahahah! Be', sì, in effetti... però mi piaceva anche l'idea di non spiegare per nulla la dinamica dell'omicidio. Diciamo che è stato un piccolo esperimento!

      Elimina
  2. Tosti, decisamente! Diversi dal solito... ma come sempre mi sono piaciuti.
    Cosa ti ha fatto venire queste idee malsane?! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idee malsane?! Ahaha! Camminare per le vie di una città di notte può essere una bella ispirazione. Il tema in realtà è uno tra quelli che mi sono più cari, ma poi ho deciso di dare una svolta al finale.

      Elimina
    2. Sì, della tematica ormai lo so... :) ;) E be', un finale così mica è male. ^_^

      Elimina
    3. L'ho cambiato tante volte. Sono felice che sia "mica male".

      Elimina
  3. Se la dinamica fosse chiara, non servirebbero le indagini... Ora puoi vendere i racconti agli sceneggiatori di qualche poliziesco! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, perfetto! Grazie per il suggerimento!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...