giovedì 25 dicembre 2014

Abbastanza

Abbastanza: come e quando usare questo termine

Per cominciare, gente, buon Natale!

Come troppo spesso accade, quando preparo il programma di dicembre è troppo presto per pensarci e sono troppo incasinata per ricordarmi che magari non è il caso di parlare di grammatica e  sintassi il giorno di Natale, ma, che volete farci?, sono fatta così.

Oggi, su suggerimento di dadovestoscrivendo (che ringrazio!), vi parlerò dell'uso del termine abbastanza. Vi prometto che cercherò di non essere troppo pesante e siete, ovviamente, autorizzati a leggerlo dopo l'Epifania, insultandomi per aver parlato di simili cose pure a Natale… ma, suvvia, siate buoni con me! Ahah!


L'origine della questione
La questione in merito era nata parlando del termine affatto e della sua ambiguità di significato, ormai due mesi fa. Nei commenti, infatti, mi è stato chiesto come comportarsi di fronte al termine abbastanza usato da solo (per esempio come risposta a domande che richiederebbero come risposta un bene o un male o qualcosa simile). L'esempio fattomi da dadovestoscrivendo  è questo:
«Come stai?».
«Abbastanza».

Premesso che io non ho mai sentito un dialogo del genere e pertanto credo sia un uso dialettale, è bene lo stesso capire cosa sottintende quel termine.
Ma partiamo dall'inizio…

Etimologia
Il temine abbastanza , in origine a bastanza, ha la stessa etimologia del verbo bastare, significa perciò a sufficienza.
Bastare deriva probabilmente dal radicale bast che significa sostenere, portare, da cui scaturisce il senso di essere carico, colmo.

Il termine abbastanza è dunque un caso di raddoppiamento fonosintattico, di cui abbiamo già avuto modo di parlare, se vi va di approfondire la questione.

Significati e usi di abbastanza #1 - Avverbio
Abbastanza  è un avverbio che significa a sufficienza.
Per esempio: Spero che voi oggi vi divertiate tutti abbastanza.

Con senso ironico si può anche utilizzare con il senso di fin troppo.
Per esempio: Sono certa che oggi a pranzo mangerete tutti abbastanza.

Se la frase prosegue, serve una preposizione da/per o un perché+congiuntivo.
Per esempio: Spero che voi oggi vi divertiate tutti abbastanza da poter passare un felice Natale.

Significati e usi di abbastanza #2 - Avverbio usato davanti ad altro avverbio o aggettivo
Quando è messo davanti a un aggettivo o un altro avverbio, assume il significato di piuttosto, alquanto.
Per esempio: Qualcuno oggi farà abbastanza tardi al pranzo di Natale, come sempre.

[Vi ricordo che piuttosto è un'altra parola insidiosa a cui ho dedicato un post tempo fa, se volete approfondire.]

Significati e usi di abbastanza #3 - Aggettivo invariabile
Abbastanza  può essere usato anche come aggettivo invariabile, con il significato di sufficiente.
Per esempio: Ci sono dei dolci sul tavolo. Ne avrete tutti abbastanza, vero?

È utilizzabile anche nell'espressione averne abbastanza di, con il senso di essere stanchi di qualcuno/qualcosa.
Per esempio: Ne ho abbastanza dei discorsi assurdi che si fanno durante le feste!

Può essere usato da solo, come nel caso della frase Avere abbastanza da vivere.

Quindi?
Torniamo alla questione che ha dato origine al post. E cioè… cosa intendeva dire la seconda persona che ha preso parte a questo dialogo?
«Come stai?».
«Abbastanza».

In realtà, a differenza del caso di affatto, in cui era possibile trovare un significato corretto per la parola singola (anche spesso usato impropriamente), qui non c'è modo di capire cosa intendesse il parlante, perché quando abbastanza viene usato da solo assume il significato di a sufficienza, che non è chiaramente quello inteso dal testo. Qui è usato per modificare parzialmente il significato di un aggettivo o altro avverbio (vedi punto #2), ma, omettendo l'aggettivo/avverbio, non ci è dato sapere se il soggetto sta abbastanza bene  o abbastanza male, se è abbastanza felice o abbastanza arrabbiato, se… insomma, vuol dire tutto e niente. È come dire che lui è/sta a sufficienza… ma a sufficienza cosa?!

Conclusione
Rispondere con il solo termine abbastanza omettendo un aggettivo o un avverbio che dia significato alla frase, significa creare un'ambiguità inscindibile, anche scavando nei cavilli grammaticali.

L'unica cosa che posso pensare (ma di mio, eh!) è che sia usato per intendere un così così, in qualche uso dialettale. Nel senso che, se non specifico come sto e lascio tutto nell'ambiguità, probabilmente non sto né bene né male, quindi così così, ma è un azzardo mio, ripeto. 


Ok, se avete altre domande, fate pure. Per il momento io ora taccio, torno ai miei preparativi natalizi e vi lascio ai vostri. Ancora tanti cari auguri e un abbraccio!

12 commenti:

  1. Tanti auguri anche a te e che l'anno prossimo sia (colmo di tutte le cose che vuoi fin quando tu ne abbia) abbastanza :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bellissimo augurio in tema! Grazie davvero.
      Spero che anche per te il prossimo anno sia ben oltre il livello dell'abbastanza per quanto riguarda le cose buone.

      Elimina
  2. Penso che quell' "abbastanza" fosse appunto dialettale o ironico, oppure aveva frainteso la domanda: aveva capito "Stai bene?" invece di "Come stai?" e nel primo caso "Abbastanza" è una risposta sensata.
    Comunque c'era pure un'altra cosa che volevo dirti ma adesso mi sfugge... Uhm.... Ah, sì: buon Natale! ;-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhm, non so... a me il dialogo era stato presentato così (lo trovi nei commenti al post su "affatto"). In ogni caso è stata una bella occasione per documentarsi un po' su questo avverbio.

      Tanti auguri anche a te.

      Elimina
  3. Ciao Romina!
    Beh, rispondere "abbastanza" è di certo dialettale, ma immagino non possano esserci dubbi: sta per abbastanza bene.
    Che poi, essendo una cosa colloquiale, anche il tono di voce, l'espressione del volto ecc sottolineeranno che non potrà mai essere un "abbastanza male" :)

    Tanti auguri di Buon Natale!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo dipende anche dalla persona, però, sai? Tu sei un inguaribile ottimista... per me, se qualcuno mi dice "abbastanza" per me è "abbastanza male"! Ahahah! Concordo però sul fatto che tono e mimica valgono più delle parole, a volte.

      Un mare di auguri anche a te!

      Elimina
  4. Risposte
    1. Grazie di cuore, Aislinn! Ricambio gli auguri! Un abbraccio.

      Elimina
  5. Grazie, Romina. Mi hai fatto un bellissimo e inaspettato regalo grammaticale di Natale. Sono molto, e non solo abbastanza, felice. Buon Natale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo a persone come me può sembrare sensato fare regali di Natale grammaticali! Ahaha! Sono felice che tu l'abbia gradito!
      Buon Natale!

      Elimina
  6. - Non ne ho mai abbastanza! -
    - Quindi ti è piaciuto? -
    - Abbastanza. -
    - Ma abbastanza bene o abbastanza male? -
    - Si è fatto abbastanza tardi. -
    - Ne ho davvero abbastanza di te! -

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che il tuo esempio è abbastanza chiaro. Ahah!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...