lunedì 6 aprile 2015

Fedifrago: concorso per racconti di 200 caratteri

Come vi ho annunciato qualche giorno fa nel post della rubrica Una parola al mese dedicato alla parola di aprile che è fedifrago, apro questo post in cui potete postare i vostri racconti di massimo 200 caratteri contenenti la parola del mese.


Il mio, apparso nel post di pochi giorni fa, è questo:

Per sempre
«Ti amerò per sempre».
«Sei solo un fedifrago».
«Non ti ho mai tradita, lo giuro!».
«Intendevo solo dire che verrai meno alla parola data, ma ora mi pare tu abbia la coda di paglia».

Vi ricordo di postare i vostri racconti in modo anonimo ed entro il 22 aprile, poi il 24 ci sarà un post con il vincitore che avrà il diritto di scegliere la parola di maggio tra quelle di un mio elenco o di proporne un’altra con certe caratteristiche.

Come sapete, quest'anno ci sono due tornei, quindi ora vi presento le due classifiche, aggiornate a fine marzo.

Punteggi del torneo Racconti
  • Spartaco Mencaroni: 17
  • Seme Nero: 5
  • Michele Scarparo: 4
  • Enrico: 1


Punteggi del torneo Sostenitori di Una parola al mese
  • Maria Todesco: 12
  • Spartaco Mencaroni: 12
  • Elisa Elena Carollo: 10
  • Michele Scarparo: 6
  • Seme Nero: 2
  • Enrico: 1
  • Salomon Xeno: 1


Vi ricordo che per questo torneo si guadagnano tre punti per un post (sei in caso di due post) e uno se si partecipa al concorso del mese.

Spero che i punteggi siano corretti, ma, se riscontrate qualche errore, non esitate a segnarmelo!

Date un’occhiata al post su fedifrago e, se vi va, sostenete l’iniziativa con un raccontino! E vi ricordo che potete scrivere anche un post con questa parola e segnalarlo per aderire.

I vincitori del concorso avranno punti per il Torneo Racconti, mentre tutti avranno punti per il Torneo Sostenitori di Una parola al mese (un punto per chi invia almeno un racconto e 3 o 6 per chi scrive post dedicati, tutte le clausole nel post su fedifrago).

Mi raccomando, promettete di partecipare e poi non fate i fedifraghi!

Buona partecipazione!


I racconti partecipanti

Senza titolo 1
Fedifrago, Eterno Dannato. Immantinente Flirti, Rifuggi Amore, Godi Odiato.

Nuova croce
Fedifrago sei, tale è verità! A lungo t'attesi, piansi nella speranza della tua promessa... ma soprattutto nel dolore della stessa. Dicesti che c'avresti salvato, ma oh Dio, tu c'hai abbandonato.

Fedifrago.
Senti il fragore? Non è la fede mia che infrangi fragorosamente, è il mio cuore. E te ne vai sbattendo la porta, lasciandomi sola col mio dolore in cocci sparsi.

Un canto di Omero
La storia è veritiera nella moltitudine e fedifraga nel poco; dà ragione alle masse e non sa le ragioni dell’individuo. Io invece conosco la mia notte e delle sue verità non ho rimpianti.

*Inversione*
La tua fiducia è approdata oltre le sponde della mia integrità.
Non io fedifrago, ma tu incauta avventuriera dell’amore.

Insonnia solitaria
Fedifraga è la notte, amore mio: compone con le ombre la curva dei tuoi fianchi, nella luce incerta dipinge sul lenzuolo i tuoi capelli sciolti. E tu, dovunque sei, non vedi che ti cerco.

La confessione di un cattivo scrittore
Da me non nascono parole; io ne raccolgo i frammenti, scavo nei cimiteri dove giacciono dimenticate. Fedifrago, le ricompongo, e le costringo ad un'altra vita. Come ciò avvenga, io stesso non so.

Senza titolo 2
Cercavo vendetta, più dolce della giustizia che, fedifraga, mi aveva abbandonato. E con uguale moneta la ripagai, da testimone, fedifrago a mia volta verso Dio.
"È stato lui, l'ho visto!" dichiarai.



Hanno parlato di questo articolo:


16 commenti:

  1. senza titolo 1

    Fedifrago, Eterno Dannato. Immantinente Flirti, Rifuggi Amore, Godi Odiato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il concorso del mese si apre addirittura con un acrostico! Molto bene. Grazie per la partecipazione!

      Elimina
  2. Nuova croce

    Fedifrago sei, tale è verità! A lungo t'attesi, piansi nella speranza della tua promessa... ma soprattutto nel dolore della stessa. Dicesti che c'avresti salvato, ma oh Dio, tu c'hai abbandonato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo racconto è quasi a tema pasquale...
      Grazie per il racconto!

      Elimina
  3. Fedifrago.
    Senti il fragore? Non è la fede mia che infrangi fragorosamente, è il mio cuore. E te ne vai sbattendo la porta, lasciandomi sola col mio dolore in cocci sparsi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tristi storie, queste...
      La parola del mese è stata usata solo nel titolo, ma va bene anche così, dai.
      Grazie per la partecipazione!

      Elimina
  4. Un canto di Omero

    La storia è veritiera nella moltitudine e fedifraga nel poco; dà ragione alle masse e non sa le ragioni dell’individuo. Io invece conosco la mia notte e delle sue verità non ho rimpianti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanta verità in poche parole!
      Grazie per la partecipazione!

      Elimina
  5. *Inversione*

    La tua fiducia è approdata oltre le sponde della mia integrità.
    Non io fedifrago, ma tu incauta avventuriera dell’amore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto poetico... e si presta a tante sfumature interpretative.
      Grazie per il racconto!

      Elimina
  6. Insonnia solitaria

    Fedifraga è la notte, amore mio: compone con le ombre la curva dei tuoi fianchi, nella luce incerta dipinge sul lenzuolo i tuoi capelli sciolti. E tu, dovunque sei, non vedi che ti cerco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto è triste quando non ci accorgiamo e non vediamo...
      Grazie per la partecipazione!

      Elimina
  7. La confessione di un cattivo scrittore

    Da me non nascono parole; io ne raccolgo i frammenti, scavo nei cimiteri dove giacciono dimenticate. Fedifrago, le ricompongo, e le costringo ad un'altra vita. Come ciò avvenga, io stesso non so.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello sarà anche un cattivo scrittore, ma non tu: bel racconto!

      Grazie per la partecipazione.

      Elimina
  8. Cercavo vendetta, più dolce della giustizia che, fedifraga, mi aveva abbandonato. E con uguale moneta la ripagai, da testimone, fedifrago a mia volta verso Dio.
    "È stato lui, l'ho visto!" dichiarai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La giustizia è ciò che si dovrebbe perseguire sempre, ma troppo spesso non è raggiungibile.

      Grazie per il racconto.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...