lunedì 6 luglio 2015

Equanime: concorso per racconti di 200 caratteri

Come vi ho annunciato qualche giorno fa nel post della rubrica Una parola al mese dedicato alla parola di luglio che è equanime, apro questo post in cui potete postare i vostri racconti di massimo 200 caratteri contenenti la parola del mese.


Il mio, apparso nel post di pochi giorni fa, è questo:

Il traditore equanime
«Scegli: o me o lei» gridò la donna, furente.
Lui non capiva il motivo di tanta rabbia: credeva di essere stato equanime stando per mesi con entrambe a loro insaputa.

Vi ricordo di postare i vostri racconti in modo anonimo ed entro il 22 luglio, poi il 24 ci sarà un post con il vincitore che avrà il diritto di scegliere la parola di agosto tra quelle di un mio elenco o di proporne un’altra con certe caratteristiche.

Come sapete, quest'anno ci sono due tornei, quindi ora vi presento le due classifiche, aggiornate a fine giugno.

Punteggi del torneo Racconti
  • Spartaco Mencaroni: 30
  • Michele Scarparo: 9
  • Seme Nero: 8
  • Patricia Moll: 3
  • Iara R.M.: 3
  • Enrico: 1


Punteggi del torneo Sostenitori di Una parola al mese
  • Spartaco Mencaroni: 29
  • Elisa Elena Carollo: 19
  • Maria Todesco: 16
  • Michele Scarparo: 9
  • Patricia Moll: 8
  • Anna Maria Fabbri: 6
  • Seme Nero: 4
  • Cara Malù: 3
  • Iara R.M: 3
  • Donata Ginevra: 1
  • Enrico: 1
  • Salomon Xeno: 1


Vi ricordo che per questo torneo si guadagnano tre punti per un post (sei in caso di due post) e uno se si partecipa al concorso del mese.

Spero che i punteggi siano corretti, ma, se riscontrate qualche errore, non esitate a segnarmelo!

Date un’occhiata al post su equanime e, se vi va, sostenete l’iniziativa con un raccontino! E vi ricordo che potete scrivere anche un post con questa parola e segnalarlo per aderire.

I vincitori del concorso avranno punti per il Torneo Racconti, mentre tutti avranno punti per il Torneo Sostenitori di Una parola al mese (un punto per chi invia almeno un racconto e 3 o 6 per chi scrive post dedicati, tutte le clausole nel post su equanime).

Partecipate numerosi, io vi prometto che sarò equanime.

Buona partecipazione!


Elenco di tutti i racconti partecipanti

Il figlio del boss traduce dal latino
-aequo animo, iudicati sunt
furono giudicati in modo equanime

-equuo in animo, iudicati sunt
con un cavallo in mente, furono giudicati

Il piccolo mafioso non capiva la differenza.

Senza titolo (01)
Nessuno avrebbe potuto obiettare che il Capo non fosse equanime, eppure lui non sapeva darsi pace per tutte le creature. Meglio non pensarci: Gabriele scrollò le ali e soffiò nella Tromba del Giudizio

L'arbitro.
Gli avevano chiesto di essere equanime. Era giusto ma come poteva esserlo? Se c'era una squadra che odiava era proprio quella che giocava contro la sua. Diede il fischio d'inizio.

Senza titolo (02)
Un padre equanime il nostro, nei castighi e negli elogi. Equanime quando c'insegnò a renderlo felice. Equanime quando decise di mostrarci il suo amore : sui lettini la stessa traccia di sangue

Non sono mai stato abbastanza, per te
Non posso lamentarmi, di te: sei stata severa all'occasione e prodiga nei momenti felici. Però, quando ti guardavo negli occhi, non mi bastava vederti equanime: avrei voluto vederti innamorata.

Una fredda giornata d'ottobre
Il vento equanime d'autunno spazza le foglie secche per farne mucchi indistinti, livellati da tanta giustizia. Eppur destinati a marcire.

Sospiro
Sospesa sul ciglio di una scogliera, lasciò annegare
i rimorsi e rimpianti di un' esistenza logora.
Equanime, li seguì poco dopo in quell'abisso.

Senza titolo (03)
La pesatura non finiva più e lui era stanco di quel caldo infernale.
Sotto lo sguardo equanime del collega, Anubi fece uno sberleffo ai quarantadue giudici e latrò: "Alla malora, oggi tutti promossi!"

Cogli l’attimo
Lungo il sentiero scendeva equanime la luce dell’alba e si posava su un piccolo fiore; il sole, sorgendo, brillò più forte sull’erba, confondendo la penombra. Il fiore che non colsi mai più lo rividi.

Non ti importa di niente
Equanimi sono gli sguardi di chi ha già perduto; con pari indifferenza fronteggia nuove disfatte e non ricercate glorie, vivendo in bilico sul bordo sottile che separa il trionfo dalla rovina.

L’orologiaio saggio
Con gesti misurati tendeva le piccole molle, bilanciando con equanimi contrasti il movimento dei minuscoli ingranaggi. Il tempo, come la vita, scorre prigioniero fra opposte rive insormontabili.

Memorie
Equanimi ricordi affiorano come gemme in primavera. Piantati nella mente, muovono al vento della nostalgia non per radicare sterili rimpianti, ma per destare la forza di quei giorni vibranti, felici.

Giudizio salomonico
La faida fra i villaggi era costata infinite vite umane. Ora i due capi attendevano il verdetto che avrebbe messo fine alla contesa. Il cavaliere, con un solo equanime fendente, li decapitò entrambi.


26 commenti:

  1. Titolo: il figlio del boss traduce dal latino

    -aequo animo, iudicati sunt
    furono giudicati in modo equanime

    -equuo in animo, iudicati sunt
    con un cavallo in mente, furono giudicati

    Il piccolo mafioso non capiva la differenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il latino è difficile... e anch'io ho avuto i miei problemi con una testa di cavallo di recente, ma questa è un'altra storia.

      Elimina
  2. Nessuno avrebbe potuto obiettare che il Capo non fosse equanime, eppure lui non sapeva darsi pace per tutte le creature. Meglio non pensarci: Gabriele scrollò le ali e soffiò nella Tromba del Giudizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte si può non essere d'accordo con i propri superiori...

      Grazie per la partecipazione!

      Elimina
  3. L'arbitro.

    Gli avevano chiesto di essere equanime. Era giusto ma come poteva esserlo? Se c'era una squadra che odiava era proprio quella che giocava contro la sua.
    Diede il fischio d'inizio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, no, così non si fa: l'equanimità prima di tutto!

      Grazie per il racconto!

      Elimina
  4. Un padre equanime il nostro, nei castighi e negli elogi. Equanime quando c'insegnò a renderlo felice. Equanime quando decise di mostrarci il suo amore : sui lettini la stessa traccia di sangue

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cose che non dovrebbero succedere, ma il mondo non è affatto giusto...
      Grazie per il racconto!

      Elimina
  5. Titolo: non sono mai stato abbastanza, per te

    Non posso lamentarmi, di te: sei stata severa all'occasione e prodiga nei momenti felici. Però, quando ti guardavo negli occhi, non mi bastava vederti equanime: avrei voluto vederti innamorata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, il non sentirsi abbastanza: una brutta piaga...
      Grazie per la partecipazione!

      Elimina
  6. Titolo: Una fredda giornata d'ottobre

    Il vento equanime d'autunno spazza le foglie secche per farne mucchi indistinti, livellati da tanta giustizia. Eppur destinati a marcire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora che torni l'autunno: è la mia stagione preferita!
      Grazie per il racconto!

      Elimina
  7. Sospiro

    Sospesa sul ciglio di una scogliera, lasciò annegare
    i rimorsi e rimpianti di un' esistenza logora.
    Equanime, li seguì poco dopo in quell'abisso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa parola evidentemente non ispira racconti particolarmente lieti... ma sicuramente belli!
      Grazie per la partecipazione!

      Elimina
  8. La pesatura non finiva più e lui era stanco di quel caldo infernale.
    Sotto lo sguardo equanime del collega, Anubi fece uno sberleffo ai quarantadue giudici e latrò: "Alla malora, oggi tutti promossi!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, agli esami dell'università questa cosa non succedeva mai... uff!
      Grazie per il racconto!

      Elimina
  9. Cogli l’attimo

    Lungo il sentiero scendeva equanime la luce dell’alba e si posava su un piccolo fiore; il sole, sorgendo, brillò più forte sull’erba, confondendo la penombra. Il fiore che non colsi mai più lo rividi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna sempre cogliere l'attimo: non sempre le occasioni si ripresentano!
      Grazie per la partecipazione!

      Elimina
  10. Non ti importa di niente

    Equanimi sono gli sguardi di chi ha già perduto; con pari indifferenza fronteggia nuove disfatte e non ricercate glorie, vivendo in bilico sul bordo sottile che separa il trionfo dalla rovina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, l'indifferenza!
      Grazie per la partecipazione!

      Elimina
  11. L’orologiaio saggio

    Con gesti misurati tendeva le piccole molle, bilanciando con equanimi contrasti il movimento dei minuscoli ingranaggi. Il tempo, come la vita, scorre prigioniero fra opposte rive insormontabili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto saggio questo orologiaio! E anche l'insegnamento del racconto.
      Grazie per l'invio!

      Elimina
  12. Memorie

    Equanimi ricordi affiorano come gemme in primavera. Piantati nella mente, muovono al vento della nostalgia non per radicare sterili rimpianti, ma per destare la forza di quei giorni vibranti, felici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima immagine!
      Grazie per la partecipazione!

      Elimina
  13. Giudizio salomonico

    La faida fra i villaggi era costata infinite vite umane. Ora i due capi attendevano il verdetto che avrebbe messo fine alla contesa. Il cavaliere, con un solo equanime fendente, li decapitò entrambi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da decapitati avranno meno pretese, immagino...
      Grazie per il racconto!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...