giovedì 3 dicembre 2015

Inane: la parola di dicembre 2015

Eccoci giunti al 3 del mese, data in cui si scopre finalmente la parola per la rubrica Una parola al mese. L'elenco completo delle parole salvate finora è presente nel primo post di questa rubrica. Per quanto riguarda il 2015, a gennaio ci siamo occupati di  imperituro, a febbraio di giaculatoria, a marzo di eteroclito, ad aprile di fedifrago, a maggio di livore, a giugno di tignoso, a luglio di equanime, ad agosto di impalmare, a settembre di facondia, a ottobre di prosopopea e a novembre di querimoniaquesto mese terminiamo l'anno con inane.

Questa parola è stata scelta dal vincitore del concorso di racconti di 200 caratteri con la parola querimonia, Spartaco Mencaroni, che, incredibile ma vero, riesce ancora a trovare parole nuove! Ahah!

Ora sono sicura che siete curiosi di scoprire tutto su questa parola, come ormai è usanza della rubrica, quindi cominciamo!


Etimologia della parola
La parola inane deriva dal latino inanem che significa vano, vuoto. Secondo alcune fonti questo termine a sua volta deriverebbe dal greco ineo (io vuoto) o da in-ac-nem con il senso primitivo di inetto a raggiungere un fine.
Da ciò deriva il significato di inane: vuoto, vacuo e, in senso figurativo, vano, inutile.

 La prima attestazione del termine, secondo alcune fonti, risale al XIV secolo.
Vediamo ora l'uso moderno.

Definizione
  • (uso letterario)  Vano, vuoto, inutile.
  • (raro) Vuoto (da intendersi in senso più generico, come da etimologia latina)


Pronuncia, forme, eventuali derivati
La parola inane si pronuncia con l’accento tonico sulla a [i-nà-ne].

Si tratta di un aggettivo, che presenta anche una forma plurale (inani).

Dalla parola del mese deriva anche il sostantivo invariabile inanità che significa inconsistenza, inutilità.

Frasi d’autore
E ora ecco a voi alcune frasi di autore con la parole del mese.

Oh quante volte all'oscurarsi di quelle sembianze s'annuvolò dentro di noi il bel sereno della speranza, e il pensiero precipitò bestemmiando nella gran vuoto del nulla, come Icaro sfortunato cui si fondevano le ali di cera! Quali subiti, dolorosi trabalzi dell'etere inane dove nuotano miriadi di spiriti in oceani di luce, al morto e gelido abisso che non vedrà mai raggio di sole, che mai non darà vita per volger di secoli a una larva pensata! 
Ippolito Nievo

Inane fu il tuo vanto, o folle. Viemmi a fronte, e vedrai qual io mi vegna qui rampollo di Giove.
Omero

Se ne avete altre, vi aspetto!

Qualche esempio
Ora inserisco qualche breve frase scritta da me con la parola inane.

  • Cercò di dimenticare, ma ogni suo sforzo fu inane: non poteva cancellare il passato.
  • Lo sguardo del cadavere era ormai inane e senza vita.
  • È inane cercare di svuotare il mare con un cucchiaino.


Un racconto di 200 caratteri
E ora un mio racconto in meno di 200 caratteri con la parola inane.
 Il fato
Vani sono i tentativi di scappare, inutili i progetti: è inane mettersi a duellare con il fato, perché esso solo decide. O, forse, no…

Più che un racconto sembra quasi un aforisma, ma in realtà tutta la storia è in quei puntini di sospensione.

I sinonimi non esistono
I dizionari suggeriscono vari sinonimi per la parola del mese: vano, vuoto, inutile…

Per prima cosa è interessante notare come il significato di vano o inutile sia nel linguaggio corrente molto diverso da vuoto, il che rende i vari sinonimi di inane non del tutto intercambiabili. La potenza di questa parola sta forse proprio nella capacità di unire i due significati.
Molto particolare è anche il suo suono, con una sorta di allitterazione in n.

Scopo dell’iniziativa
Tremate, tremate, le clausole son tornate! Ah!

Io mi impegno a usare questa parola in almeno un post durante il mese.
In tali post evidenzierò in modo evidente la parola inane, inserirò questa immagine e questa dicitura (con il link a questo post):




Questo post partecipa all’iniziativa Una parola al mese. La parola di dicembre 2015 è inane (al link maggiori informazioni).




 Chi vuole partecipare all’iniziativa deve segnalarmi in un commento il post (o i post) in cui ha utilizzato la parola (sono validi tutti i post fino al 31/12/2015 compreso). Volendo potete anche inserire l’immagine di questo post e il link, ma non è indispensabile: l’importante è che la parola rimbalzi di blog in blog il più possibile. Maggiori informazioni le trovate nel post che introduce la rubrica Una parola al mese (lì c'è anche l'elenco completo delle parole che ho adottato).

Nella barra laterale del blog, per il mese di dicembre, ho già inserito la nuova immagine per accedere direttamente a questo post, così che possiate trovarlo con facilità.

E, come sapete, da quest'anno ci sono due tornei.

Il concorso e il Torneo Racconti
Come ogni mese, parallelamente all'iniziativa, parte il concorso per racconti di massimo 200 caratteri contenenti la parola inane.
Aprirò il post dedicato al concorso tra tre giorni e avrete tempo fino al 22 dicembre. Il racconto deve essere lasciato secondo le indicazioni fornite e non firmato, così non mi accuserete di fare preferenze. Poi il 24, decreterò il vincitore che potrà scegliere la parola di gennaio o tra un mio elenco di dieci parole o proponendone lui direttamente purché rispettino le poche regole spiegate nel post introduttivo (sempre se la rubrica ci sarà ancora l'anno prossimo, non ho ancora deciso… in tal caso ci sarà un premio sostitutivo). A quel punto ognuno potrà dire quale era il suo racconto, così aggiungerò i vostri nomi nel post.

Il Torneo Sostenitori di Una parola al mese
Con il Torneo Sostenitori di Una parola al mese, ogni post varrà tre punti, ma solo per i post su blog (non per post promozionali sui social) e solo per quelli che riporteranno anche banner e/o link all'iniziativa. Si possono scrivere più post al mese, ma i punti attribuiti saranno massimo 6 ogni mese (cioè, due post). 
Chi partecipa al concorso del mese (anche senza vincere o classificarsi) otterrà anche un punto per questo torneo (un solo punto al mese, indipendentemente dal numero di racconti partecipanti).

Il mese prossimo ci sarà la comunicazione dei vincitori dei tornei!

Spero che questo post non sia stato troppo inane e vi sia piaciuto! Alla prossim!

E ora un ringraziamento a chi ha partecipato per salvare querimonia:

Nel post dedicato a querimonia trovate le frasi tratte dai post qui citati che contengono la parola querimonia.
 Io ho usato la parola in un solo post:
 I partecipanti questo mese sono stati pochissimi, per cui li ringrazio ancora più calorosamente del solito! Il concorso per i racconti invece è andato piuttosto bene (i primi tre racconti sono stati segnalati).
Sono felice di vedere che qualcuno che ancora crede nell'iniziativa c'è.Grazie a tutti! 

Elenco sempre aggiornato dei post partecipanti all’iniziativa
[...] Arrendersi perchè si considera INANE  un tentativo è essere peggio che sconfitti. [...]


[...] Di certo sarebbe un regalo anche per me, soprattutto in questo periodo in cui mi sto impegnando moltissimo nel settore e con pochi riscontri economici, purtroppo, il che mi fa sembrare tutto inane e getta molta malinconia sulle mie prospettive di lavoro futuro nel campo della voce. [...]


Hanno parlato di questo articolo:



12 commenti:

  1. Stare dietro a tutte queste parole è davvero uno sforzo inane!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto sul mio blog, Zangus! Spero sia un sforzo che ti andrà di fare!

      Elimina
  2. Oh, Zangus, non farti vincere dalla querimonia, con un po' di prosopopea e tanta facondia vedrai che non sarà, poi, così inane il tuo sforzo! :)

    RispondiElimina
  3. @Marina
    La tua è una giaculatoria a imperitura memoria? Eddài. sii un po' più equanime. :D

    RispondiElimina
  4. Zangus, non fare il tignoso. Non serbarmi livore! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Zangus e Marina: Mi sembrate molto preparati sulle parole di quest'anno! Wow!

      Elimina
  5. Mai sentita, questa. Proprio eteroclita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, spero di avervi affabulati con questo post!

      Elimina
    2. Siamo praticamente impalmati alla tua causa :D
      Penso che le abbiamo usate tutte ora, no?

      Elimina
    3. Tutte e 12? Tutte e 24? O tutte e 36? Ahaha!

      Elimina
  6. Non conoscevo questa parola, sebbene l'avessi letta in qualche testo di autori ottocenteschi.
    Sono proprio un essere umano inane.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dirlo nemmeno per scherzo! Tu sei di pubblica utilità!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...