domenica 3 aprile 2016

Alla (ri)scoperta di "manutengolo"

Oggi sono felice di presentarvi il primo vero post della rubrica Parole da (ri)scoprire, dopo l'introduzione fatta il mese scorso. Come noterete, ci sono alcune delle cose a cui eravate abituati nella rubrica Una parola al mese, ma in una cornice molto più snella.

La parola di cui vi voglio parlare oggi è manutengolo che è stata scelta da Michele Scarparo del blog Scrivere per caso dopo la sua vittoria all'ultimo concorso di Una parola al mese.


Etimologia
La parola manutengolo deriva dal latino manutenere, cioè condurre tenendo per mano, mantenere.
È un derivato semidotto della locuzione tener mano.
Si può utilizzare per indicare chi tiene mano alle frodi altrui agevolando i malfattori senza prendere parte direttamente alle azioni illecite.

Definizione ed esempi d'uso
  • Chi protegge o aiuta qualcuno in azioni illecite; complice.
  • (per estensione) Chi favoreggia qualcuno nel compimento di attività o imprese considerate moralmente o idealmente condannabili.
  • (per estensione) Mezzano, ruffiano.


Pronuncia, forme, eventuali derivati
La parola manutengolo si pronuncia con l’accento tonico sulla e da pronunciare aperta [ma-nu-tèn-go-lo].

Si tratta di un sostantivo maschile, che presenta anche una forma plurale (manutengoli), una femminile (manutengola) e una femminile plurale (manutengole).

I sinonimi non esistono
I dizionari suggeriscono vari sinonimi per manutengolo. Quello più vicino al significato del termine è senza dubbio complice.
L'etimologia però è molto diversa. Complice infatti deriva dal latino cum pliko. Cum significa insieme  e lascia quindi pensare che il complice, pur non essendo l'artefice principale del crimine sia comunque direttamente coinvolto, mentre il manutengolo può anche essere un favoreggiatore, un aiutante, senza commettere personalmente azioni condannabili. La sfumatura delle derivazioni etimologiche è ovviamente sottile, ma interessante, a mio avviso.

Per quanto riguarda invece il suono delle parole, indubbiamente la parola di oggi ha un suono che ricorda altri tempi, come tutte le parole un po' in disuso, e questo può essere un motivo in più per utilizzarla.



Vi ricordo che nel post introduttivo della rubrica troverete man mano l'elenco delle parole (ri)scoperte.



Hanno parlato di questo articolo:

4 commenti:

  1. Manganelli, da questo punto di vista, è una miniera d'oro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora magari ci aiuterà anche altre volte!

      Elimina
  2. Immaginavo fosse questo il significato, ma temevo di sbagliarmi, lo ammetto....;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non avevo mai sentito questa parola, quindi non avevo alcuna ipotesi sul suo significato. È stata una bella scoperta.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...