mercoledì 29 giugno 2016

Le mie risposte a "Consigli sbagliati e forse no [...] dalla A alla Z" di Gianluca

Ogni tanto mi capita di scrivere dei post un po' tristi, me ne rendo conto. Spesso la gente crede che io sia delusa dal mio blog o dai miei pochi successi, in realtà io credo che siano solo ondate di momentanea frustrazione che vanno e vengono. Sono abituata a rimettermi sempre in piedi e a farmi coraggio per andare avanti in ogni contesto. L'ho fatto per batoste ben peggiori di un video con poche visualizzazioni, quindi i miei post lamentosi di solito non lasciano grossi strascichi. Anzi, spesso li scrivo qualche giorno prima della loro uscita e, quando escono, io sono già più carica di prima! Questa volta però è successa una cosa strana e quindi ve ne parlo, a più di un mese di distanza, ma meglio tardi che mai.

Quando ho scritto il post Che cosa volete da me?, ero in uno dei miei momenti di frustrazione in cui tutto quello che faccio sul blog mi sembra inutile perché non dà i risultati sperati. Sono rimasta molto sorpresa quando Gianluca di Bloggando... s'impara ha scritto un intero post a me dedicato per darmi dei consigli! Vi invito ad andare a leggerlo perché può essere utilissimo anche a voi, si chiama Consigli sbagliati e forse no alla formidabile blogger Romina Tamerici – dalla A alla Z


Questo mio post, oltre che essere un modo per ringraziarlo per il bel pensiero, per avermi definita senza motivo formidabile e per il tempo speso a cercare di aiutare una povera blogger indifesa come me, vuole essere l'occasione per rispondere ai suoi consigli, come da lui richiesto alla fine del post.  

Seguono quindi i suoi consigli in azzurro (uno per ogni lettera) e i miei commenti in nero.

A) AIUTO
C’è qualcosa che non va? Prova a chiedere a qualche blogger che ha successo … magari ti da una dritta! Non a me però!
Io ogni tanto chiedo consigli e aiuti, lo faccio anche direttamente nei post, a volte. Spesso però ho la sensazione che siamo tutti sulla stessa barca e possiamo solo stringerci in un abbraccio virtuale. Ci sono invece occasioni in cui qualche anima pia mi soccorre e devo dire che sono molto fortunata ad avere molti amici blogger (anche il tuo post è stato un grande aiuto… e non l'avevo nemmeno chiesto!).

B) BREVITA’
I tuoi post sono lunghi. Un principio della comunicazione è che bisogna essere “corti” per comunicare meglio.
Questo post sarà infinito, quindi mi sto rivelando una pessima allieva. Io sono molto prolissa e so che questo è un problema. Quando scrivo un post breve, mi sembra di aver fatto un lavoro poco accurato o troppo sintetico e ci aggiungo qualcosa! Proverò a migliorare sotto questo aspetto.

C) COMMENTI
Su quello vivono i blogger, sui commenti.
Ma le discussioni oramai si fanno sui social, non stanno più sui blog.
Io preferisco avere meno visualizzazioni e più commenti, perché cerco il dialogo. Trovo i social molto dispersivi, però condivido su alcuni di loro tutti i miei post per favorire il più possibile il confronto con gli altri.

D) DIVENIRE
Non siamo mai gli stessi. Cambiamo, cambiamo sempre. E’ normale la tua riflessione.
Non aver paura di cambiare.
Io ho sempre tantissima paura di cambiare. Ho la cambiamentofobia, lo sento. In questi ultimi anni però sono cambiata enormemente e ho dovuto accettarlo. Sorprendentemente, ho scoperto di essere diventata migliore e non peggiore (anche se di strada ne devo fare ancora tanta).

E) ENERGIA
Il tuo blog dimostra che hai tanta energia, ma nello stesso tempo ne consumi tanta.
Forse la soluzione è trovare il massimo guadagno con il minimo sforzo.
Un trade off tra massimo guadagno e minimo sforzo, il punto di equilibrio lo cerco da tutta la vita
(è una delle poche espressioni inglesi che uso e solo perché l'ho studiata in economia).

F) FACEBOOK
L 80% delle persone che sono su Internet stanno su Facebook. Non puoi starne fuori … son tutti lì. Aspetto di diventare “fan” della tua bellissima nuova pagina su Facebook.
Ma io ci sono già! Non da moltissimo, però ci sono.
Ci sono il mio profilo personale, la pagina del blog e la mia pagina dedicata alla fotografia. A breve forse ce ne sarà un'altra, ma è ancora presto per parlarne, forse… Intanto puoi diventare fan delle due che già ci sono, se ti va.
Inoltre faccio la social content manager per conto terzi su quella piattaforma.

G) GRAMELLINI
Oltre ad essere giornalista e scrittore anche lui in realtà è un “blogger” camuffato, solo che lui le chiame “pillore” invece ch “post”. Uscirei dal mondo chiuso dei blog e creerei qualcos’altro per dare peculiarità al tuo blog, rinominandolo. Gramellini tra l’altro sfonda tutti i media, compresi i social.
Io cerco di proporre continuamente cose nuove e rubriche e video… posso provare a trarre spunto da Gramellini, ma non è solo il nome a fare la differenza, temo.

H) (muta)
Hai provata a mettere una pausa al tuo blog. Certe volte aiuta più che continuare a scrivere.
Mi conosco: se mettessi in pausa il blog, non lo riaprirei più. Ho sempre mille cose da fare e ritagliarmi il tempo per il blog è un'impresa costante e faticosa, se assaporassi il tempo libero non so se avrei la forza autolesionistica sufficiente per tornare a questi ritmi. Meglio non rischiare. Ahah!

I) ITALIANO / INGLESE
Proverei ad aumentare gli orizzonti. Scrivi i tuoi post anche in inglese, aumenterai l’audience e le conversazioni.
Sicuramente è così, ma non sono bravissima in inglese e impiegherei molto tempo per delle traduzioni soddisfacenti. Al momento non credo di poter seguire questo consiglio, purtroppo.

K) KO
Sentirsi KO fa sì che si perda un po’ di razionalità. Dopotutto il tuo blog ti ha aiutato? Non gli sei riconoscente?
Tantissimo. Altrimenti sarebbe già chiuso da un pezzo, credo. In alcuni momenti brutti della mia vita è stato un modo per concentrarmi su cose che amavo/amo e distrarmi, in altri è stato una piacevole compagnia o una fonte di belle soddisfazioni. Ogni tanto litighiamo, ma è normale.

L) LETTERARIO
Gli argomenti, perlopiù letterari, con accenni di scrittura creativa rendono il tuo blog interessante, ma molto di nicchia.
Perché non cambi argomento, la parlantina c’è l’hai per tutto!
Suggerimenti?
In realtà da un bel po' mi sto occupando anche tanto di argomenti relativi alla voce (dai video, fino alla dizione) e sto anche lavorando su cose nuove, ma sono aperta sempre ai suggerimenti.

M) MOBILE
Il desktop sta per essere abbandonato per passare sul mobile… il sorpasso oramai è avvenuto già da anni.
Hai provata a vedere se tuo blog sia leggibile su uno smartphone?
Sì, almeno questo dovrebbe essere ok!

N) NOTORIETà
Uno su mille ce la fa. Putroppo questa è la verità…
"… ma quanto è dura la salita? In gioco c'è la vita!"
Sono quasi sicura di essere tra gli altri 99.

O) OBBIETTIVO
Ricordati che l’obbiettivo del blog è comunicare, comunicare per dare valore.
Tutto il resto non conta.
Ogni tanto mi serve che qualcuno me lo ricordi, grazie.

P) PECCATI
Stranamente, peccati di blog ne fai pochi…
Forse proverei ogni tanto a farne qualcuno…
Ahaha, io sono una perfettina, non lo sapevi?
Tra l'altro ne combino anche troppi di casini!

Q) QUALITà vs QUANTITà
L’utilità del blog non si misura sulle quantità (persone coinvolte, conversazioni scaturite), ma sulla qualità.
Paradossalmente se il tuo blog avesse solo un lettore e questo lettore avesse grande utilità, già avresti avuto successo.
Rispetto a qualche anno fa scrivo meno post ma spero di scriverli meglio. Forse dovrei ridurre ulteriormente il ritmo…

R) REFERENZIALITà
Anzi l'(auto)referenzialità è ciò che ha rovinato il mondo dei blog.
Purtroppo anche questo post e la sua risposta del me medesimo sono referenziali… ma che possiamo farci?
Sforzarci di essere anche rivolti all'esterno, leggendo i blog altrui, commentando e condividendo le fatiche degli altri.

S) SCORAGGIAMENTO
Il blogger come lo scrittore vive spesso questa crisi, è normale. È normale anche che un blog chiuda.
Il tuo no! Forza Romina!
"Ci sarà un giorno in cui il coraggio degli uomini cederà, in cui abbandoneremo gli amici e spezzeremo ogni legame di fratellanza, ma non è questo il giorno!" (cit. Aragorn)
Insomma, un giorno chiuderò, ma non oggi. Grazie per l'incoraggiamento.

T) TARGET
Il tuo blog forse ha un target difficile, forse devi cambiarlo.
Non saprei proprio a chi rivolvermi…
Anche se l'idea di passare a un blog sulla matematica mi intriga un po'…
Comunque se alcuni progetti andranno per il verso giusto, approderò a nuovi target!

U) UNO
Vai al post n. 1, ti ricordi come hai iniziato? Hai ancora le stesse convinzioni?
Certo che mi ricordo (ma voi no, quindi eccolo qui). Come se fosse ieri. E invece sono passati quasi cinque anni. Non solo non ho più le stesse convinzioni (io pensavo di pubblicizzare i miei libri qui, ahah!), ma non sono nemmeno più la stessa persona. Non voglio le stesse cose, non ho gli stessi sogni, non ho la stessa vita…

V) VOGLIA di VIVERE
Tu scrivi perché scrivere è vita e fa parte di te.
Ehm… sì, forse era così tempo fa. Ora scrivo per comunicare. Non sono più una scrittrice da tempo immemore, ormai. L'ennesima riprova di quanto sono cambiata…

W) WEB 1.0
Mi dispiace dirtelo ma il sito del tuo blog ha uno stile oramai passato.
E’ da un po’ che si è passato all’essenzialità, alle immagini, ai testi senza milioni di link, ecc.
So che fa parte del tuo carattere, ma dovresti pensare di rifare il sito lasciandolo “vuoto” il più possibile.
Mi viene l'ansia solo a pensarci, ma ci penserò, promesso. Non so se lo farò, ma ci penserò.

X) x
x me, ce la farai. xché sei la piu forte!
Grazie.

Y) YAHOO!
Hai un sacco di idee Romina. Hai perseveranza, la meta è vicina!
Sapessi almeno qual è! Ahaha!

Z) ZETA
Siccome su ZETA non mi viene in mente niente, fai come vuoi.
Fa anche tu un post dalla A alla Z dove mi rispondi con 21 punti.
Accetti la sfida?
L'ho accettata e spero che il post ti sia piaciuto. Grazie ancora e scusa il ritardo.


Qualcun altro ha consigli per me? Anche non necessariamente uno per lettera, eh! Io vi ascolto tutti!


14 commenti:

  1. Non avevo mai letto il tuo primo post... Pensavo che il mio fosse corto, e invece! ;)

    Sono d'accordo con quasi tutti i consigli, in particolare penso anch'io che dovresti togliere qualche gadget. So che si soffre (io ho sofferto a togliere lo sfondo nero!) ma poi migliora la leggibilità.
    Invece, non sono d'accordo sui post corti: per i pensierini brevi c'è Facebook, ma noi siamo qui per scrivere articoli esaustivi. Non prolissi, perché non ha senso allungare il brodo per nulla, ma nemmeno troppo stringati.
    Vai Romina, io tifo per te e per questo blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo significa che "un" post breve l'ho scritto nella mia vita! E ci sono le prove!

      Forse non vi siete accorti ma i gadget sono molti meno di un tempo. Ne ho tolti veramente tanti alcuni mesi fa. Ci sto lavorando.

      Sugli articoli sono d'accordo con te, ma purtroppo sono anche consapevole che la gente spesso sta in rete per svago e non ha voglia di leggere articoli lunghi...

      Grazie per il tifo!

      Elimina
    2. E' vero che ci sono meno gadget, però ci sono comunque tante scritte in giro e nessuna salta veramente all'occhio, secondo me... Comunque vedi tu cosa fare, vanno di moda i blog tutti bianchi che alla fine sembrano tutti uguali e questo non piace tanto neanche a me.
      So già che la gente in cerca di svago non verrà da me, però almeno chi cerca informazioni le trova.

      Elimina
    3. Nel tuo caso, questo vuol dire essere un blog di "nicchia" e di qualità.

      Elimina
  2. Consigli? no! Ho tanto da imparare io :)
    A me il tuo blog piace così come è.
    Su tanti punti mi ritrovo anch'io solo non su fb perché non ci sono. Per il resto.... per ora sto bene così oi si vedrà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che il blog ti piaccia così com'è. Io spero diventi sempre migliore.

      Io sono stata un'anti-facebook convinta per molti anni, poi ho capito che poteva essermi utile per il lavoro e quindi mi sono lasciata "tentare"... ahaha!

      Elimina
  3. Che bel pensiero dedicarti un intero post di consigli :)
    Direi che sono d'accordo quasi su tutto quello che ti ha detto... in modo particolare mi è piaciuto "Non aver paura di cambiare". E' una cosa che capisco bene, in un certo senso credo di essere anche io in una fase di cambiamento con il mio blog. Ma penso che i cambiamenti siano salutari e se li scegliamo noi stessi consapevolmente, non possono che portare cose positive!
    Invece condivido meno che i post debbano essere brevi, come Elisa penso anche io che un blog debba proporre contenuti il più possibile completi. E' vero che c'è una tendenza generale al mordi e fuggi, soprattutto sui social, ma sono convinta che sia bello poter trovare anche dei luoghi nella rete dove potersi confrontare con più calma...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Affrontare i miei cambiamenti non è il mio punto forte. Reagisco bene e in fretta ma non sempre in modo indolore.

      Sono d'accordo con voi sui contenuti. E... state tranquille: non credo diventerò mai una persona sintetica e approssimativa.

      Elimina
  4. Devo dire che questo post un po' mi mette in allarme. Trovo che esistano poche cose al mondo inquietanti come i consigli non richiesti. Forse dovrei mettere un avviso ad hoc nel mio blog?
    Io i blog vuoti, quelli tutti bianchi che dopo dieci secondi ti fanno male gli occhi come se guardassi una luce al neon e che oggi vanno per la maggiore, faccio fatica a guardarli, figuriamoci a leggerli.
    La mia politica aziendale è post lunghi e ricchi di contenuto informativo. E pare che sia premiata, almeno a giudicare dalle visite e dai piazzamenti nelle pagine dei motori di ricerca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gianluca mi conosce e sa di poterlo fare con me perché io apprezzo i suggerimenti e consigli non richiesti. Se ti conoscesse, saprebbe che con te non si fa!

      Anche il tuo è un blog di nicchia (forse ancor più del mio) ma offri contenuti che altrove non si trovano. Non lo potresti fare su Twitter o su Facebook, ma i blog servono anche per dare maggior respiro alle informazioni.

      Elimina
    2. So che ho peccato di presunzione, ma i miei consigli (sbagliati) son a fin di bene.

      Elimina
    3. Lo so e non sono nemmeno "sbagliati", secondo me!

      Elimina
  5. Un grande onore partecipare alla tesi e anti-tesi.
    Dato l'argomento che ha suscitato interesse e se questa formula funziona, cercherò di preparare un post su "Il valore della brevità (quando serve?): dalla A alla Z"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo tutti contro di te... dovrai essere molto convincente! Ahah!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...