venerdì 10 novembre 2017

"Dimenticami Trovami Sognami" di Andrea Viscusi

Non scrivo una recensione (delle mie, di quelle che, boh, chiamarle recensioni forse è un po' troppo) da una vita. Questa volta però devo farlo per forza perché è successo un evento sconvolgente.

Negli ultimi anni sono diventata davvero esigente in fatto di letture, tra libri abbandonati a metà, lasciati a poltrire per mesi e altri criticati selvaggiamente. Non che io non trovi il buono in tutto, eh, io cerco di farlo sempre, però diciamo che mi è molto difficile non trovare una lunga serie di ma e di però. Probabilmente vi ricorderete la serie di video-recensioni Un libro in due in cui io ero certamente il poliziotto cattivo e in cui mi avete sentita criticare persino Shakespeare. Insomma, è estremamente difficile che io trovi un libro, lo finisca e dica: «Wow, perfetto così come è». Di recente ho letto un libro di Pirandello (io adoro Pirandello!) e sono stata capace di storcere il naso anche con lui su alcune cose, quindi ormai avevo abbandonato la speranza di trovare un libro che mi soddisfacesse a pieno. E, invece… chi l'avrebbe detto che proprio un libro di fantascienza (genere che leggo pochissimo) avrebbe raggiunto questo grandioso traguardo?


Eh, sì, un libro che ho cominciato a leggere preso un po' a caso dalla libreria e con un po' di scetticismo, pure (sono sincera). Un libro che no, poi finisce che non ti piace e  dici che te l'ho consigliato io, lascia stare. Mai dirmi di non fare una cosa. Mai.

Bando alle ciance, tanto non è un mistero (il titolo del post dice già tutto): sto parlando di Dimenticami Trovami Sognami di Andrea Viscusi, edito da Zona42.

Come sempre, nelle mie pseudorecensioni, vi lascio la quarta di copertina:

Non c’è tempo e non c’è spazio, non c’è identità.

L’intelligenza guizza, interseca, combina.

Senza identità è libera di intessere legami,

espandere cause, riferire stati.
L’intelligenza palpa, sfuma i grigi e stempera gli acri,
accoglie ogni stimolo e bolle.
L’intelligenza vortica, spalma e flette.
L’intelligenza danza.
E non è sola.


E già solo questo è troppo bello e curioso per non aprire il libro!

Il libro è diviso in tre parti, che prendono il nome dei tre verbi del titolo. Sono tre parti molto diverse. In ognuna delle parti c'è un'ulteriore suddivisione perché i capitoli sono alternati: nella prima parte si alterna il passato con il presente; nella seconda delle pagine di diario si alternano a delle trascrizioni di conversazioni; nella terza ci sono due personaggi diversi da seguire. È una cosa che inizialmente mi ha perplessa (perché perdevo un po' il filo, dato che spesso dovevo interrompere la lettura all'improvviso o non potevo riprenderla per giorni), ma che poi mi è piaciuta moltissimo. Quindi no, non ho trovato un neo in questo testo.

Sono rimasta stregata dalla teoria della retcon (e no, non vi dico niente) tanto che ora sono mezza convinta che esista davvero. La struttura del libro è avvincente, il susseguirsi delle pagine pieno di colpi di scena e cambi di inquadratura che fanno venir voglia di correre verso la fine del libro. E il finale non è scontato, non delude. O almeno non ha deluso me, che però è già tanto visto che sto cassando un libro via l'altro.

Insomma, ma di cosa parla questo libro? Ma uffi, lo sapete che io non sono brava con i riassunti e le recensioni! Non potete leggerlo sulla fiducia? Vi sto dicendo che è bellissimo! Quante volte me l'avete sentito dire con così tanto entusiasmo? Mai? Quasi mai?

Vi basti sapere che in questo libro sognare è tutt'altro che passare del tempo pacificamente addormentati e che la storia può continuamente essere riscritta in qualche universo parallelo. Non so bene spiegarvelo perché è tutto molto complesso e viene spiegato strada facendo nel libro (odio spoilerare troppo). Però vi assicuro che è comprensibile anche a chi di fantascienza non capisce niente (tipo me) ed è meravigliosamente coerente nel suo insieme (e per una fissata come me con i buchi logici e le incoerenze è strepitoso!).

Insomma, se volete saperne di più, vi tocca leggere il libro.
Inutile dire che il fatto che sia piaciuto a me non è garanzia del fatto che debba piacere anche a voi. Non sono un critico letterario e non ho tutta la verità in tasca, però questo libro mi ha convinta e mi è piaciuto davvero molto e quindi ho sentito il bisogno di parlarvene.

Come più o meno sapete, non parlo mai male di libri di persone che conosco (e degli esordienti in generale), però sono sempre onesta con voi: se una cosa non mi piace, al più non ne parlo, ma non vi mento; se mi piace solo in parte, vi parlo della parte bella (e non saprete mai cosa non va, ahah). In questo caso, però, non avrei nei da segnalare nemmeno volendo, quindi, se volete, potete cercarli voi e smontarmi l'entusiasmo. Io intanto finisco un paio di libri che ho sul comodino e poi un altro giro nella bibliografia di Viscusi me lo faccio di certo molto presto [ndr. Questo articolo l'ho scritto un bel po' di tempo fa e sul mio comodino, proprio ora, c'è già un altro titolo di Andrea Viscusi].


Dimenticami Trovami Sognami

di Andrea Viscusi

Edizione: Zona42

ISBN: 978-8898950065

Link per l'acquisto: Dimenticami Trovami Sognami



Buona lettura!

7 commenti:

  1. Cara Romina, dalla descrizione deve essere interessante.
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ahahahha ciao Romina, io invece amo i libri di fantascienza. Grazie per la segnalazione, provvederò subito. Adoro anche Pirandello come te; che poi, proprio un anno fa, ho recitato la parte del famoso scrittore, in un saggio di whorkshop diretto da un certo Antonio Zanoletti. ( se vai a vedere chi è ...paura ahahah).
    Comunque, a parte me, grazie per l'avviso. Poi ti sapro dire.
    Un caro saluto
    Gabriele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo proprio che ti piacerà!
      E... come si fa a non amare Pirandello? Io non lo so! C'è il video da qualche parte di questa tua interpretazione? Mi piacerebbe vederlo!

      P.S. Se leggerai il libro e vorrai parlarne, sono curiosa di sapere il tuo parere!

      Elimina
    2. Ciao Romina, purtroppo non ci ha registrato nessuno. Peccato.
      Domani mi arriva il libro, appena lo termino ti farò sapere. Da come ne parli deve essere davvero bello. Grazie.
      Un caro saluto
      Gabriele

      Elimina
  3. Mi hai decisamente incuriosito, ne parli con passione, bene.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le mie "recensioni" sono tutte "di pancia" e "di cuore". Lieta di averti incuriosita!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...