martedì 1 maggio 2018

È arrivato maggio 2018 e…


…  non è più tempo di blogging.

Basta, ormai mie è chiaro e palese che questo blog non potrà mai tornare a essere ciò che era e stenta anche a diventare qualcosa di diverso. È uno spazio sofferente e inerte. Non ho intenzione di chiudere, perché ho delle cose in corso che avrò bisogno di segnalare da qualche parte (per non farle restare sofferenti e inerti anch'esse), quindi questo spazio ha ancora una funzione, anche se non è più quella di un tempo. Non chiudo anche perché grazie a questo spazio ho conosciuto tante persone e sento che è ancora necessario avere di tanto in tanto un posto per ritrovarsi.
Non so però se scriverò di nuovo i post di inizio mese o se mi sentirete solo quando ci saranno novità in campo letterario o lavorativo. Mi sono resa conto che questo spazio a inizio mese è più che altro un momento di sfogo e riflessione per me e non particolarmente utile per voi, quindi potrei anche tenermi un diario e non rompere le scatole a nessuno. Però è l'ultima routine che tiene vivo il blog e temo che togliendola mi dimenticherei di tutto della mia casetta virtuale.
 

Nel mese di aprile sono usciti solo due post e nessun nuovo video. Non ho nemmeno lavorato alle altre cose in cantiere di cui speravo di parlarvi a breve.
Le risposte che aspettavo non sono arrivate e le troppe domande e incertezze mi stanno spegnendo l'entusiasmo. E mi dispiace un sacco perché io sono una persona sempre entusiasta di quello che fa e questa apatia non è proprio nel personaggio. Ma fatico a trovare le energie per inseguire qualcosa al momento. C'è un progetto quasi segreto (quasi, perché ne ho parlato agli amici di Facebook) che è l'unica cosa creativa in cui sto mettendo tanta passione (peccato che sia una cosa stupida, ahah). Il resto è tutto fermo o quasi, in attesa di rimettere in ordine la vita oltre lo schermo, prima di mettermi di nuovo a pensare ad altro.
Però sto facendo un booktrailer per lavoro, magari il mio prossimo post sarà per mostrarvi quello, così non sarà una lagna inutile.

Buon mese di maggio, gente! E… buona festa dei lavoratori!

11 commenti:

  1. A volte succede,ma tu non mollare!
    Buon primo maggio

    RispondiElimina
  2. Ho appena usato quello che tu dici sulla sinestesia per i miei ragazzi a scuola!!Sto facendo la poesia e mi piace un sacco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere scoprire che le mie parole trovano un modo di farsi ascoltare anche a distanza di tempo. Fare poesia con i ragazzi può essere molto divertente! Se guardi sul blog avevo pubblicato anche un articolo su come fare poesie in modo giocoso. Dovrebbe essere in "come sbloccare la creatività". Grazie mille!

      Elimina
  3. Cara Romina, non so quanto vale la mia parola, ma credo che non sia la soluzione di chiudere il blog, pensa io con quasi 88 anni spesso mi domando! ma poi rifletto e penso che il blog sia una cosa indispensabile per continuare a pubblicare qualcosa che ti rilascia.
    Ciao e buon 1° maggio con un forte abbraccio e cerco di sorridere.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei super, Tomaso! Io ho solo 26 anni e sono già stanca di bloggare, ma tu sei un bell'esempio del fatto che c'è sempre qualcosa da dire, anche quando ci sembra di non aver più voce. Buon mese di maggio!

      Elimina
  4. Fai bene a non chiudere, perché vedrai che tornerai :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra una minaccia, ahaha! Di sicuro non tornerò come prima, la vita è fatta per andare avanti e non indietro, però, chissà, mi piacerebbe trovare una nuova voce per questo blog.

      Elimina
  5. Per fortuna so dove trovarti anche senza blog :)
    In ogni caso, qualche post ogni tanto potresti sentire il bisogno di scriverlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per te sono sempre reperibile (o quasi!).
      Penso che vi parlerò presto su questi schermi di un po' di cosine a cui sto lavorando, o almeno lo spero!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...