martedì 20 novembre 2012

Giornata Mondiale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza


 Oggi ho preparato per voi un altro post. Volevo solo ricordare che oggi è la Giornata Mondiale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.
Oggi e nei prossimi giorni, in ogni parte del mondo, verranno organizzate manifestazioni, raccolte fondi e feste. Sarà un’occasione per fare qualcosa di buono per i bambini meno fortunati e per festeggiare con i nostri bambini (figli, alunni, parenti tutti!) e giocare con loro, partecipando a qualche bella iniziativa.

Io (lo so, sono un po’ di parte) vi segnalo La città dei bambini che si svolgerà a Sant’Omobono Terme (BG) sabato 24 e domenica 25 novembre.
Io sarò presente sicuramente sabato pomeriggio e forse anche in altre fasce orarie (dipende dalla riunione di questa sera con l’associazione Assoartisti). Se siete in zona, ci sono molte iniziative interessanti e per questo vi lascio il volantino (anche se ci sarà anche molto altro!).

Sono sicura però che ovunque voi siate la vostra città avrà preparato interessanti eventi.

In tutto questo non dimentichiamoci però il senso della giornata e di spiegare ai bambini (e a noi stessi) che lo scopo non è solo divertirci, ma anche imparare a non dare per scontato le fortune che abbiamo e combattere per le piccole vite che ancora non hanno tutti i diritti che meritano di avere.

Questa giornata viene in genere celebrata anche nelle scuole e in tutti i comuni, a differenza della Giornata Mondiale delle Bambine e delle Ragazze che è stata celebrata per la prima volta quest’anno ed è passata un po’ in sordina. Questa di oggi però è la festa di tutti: bambini e bambine senza distinzioni di genere, come è giusto che sia.

Insomma, buona Giornata Mondiale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza a voi e ai vostri cuccioli d’uomo!


Altri post su questa ricorrenza

15 commenti:

  1. L' infanzia è il nostro patrimonio, il nostro lascito per il futuro. Proprio per questo è il nostro dovere quello di preparargli un futuro migliore. Iniziative come la tua sono encomiabili.
    Non sai quanto ti apprezzo per questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottime parole, Nick! Sono completamente d'accordo.

      Io non è che stia facendo molto: un piccolo post e un po' di aiuto nell'organizzare la manifestazione. Bisognerebbe fare molto di più, soprattutto per i bambini che hanno davvero bisogno di aiuto.

      Elimina
  2. Il tema mi sta molto a cuore per ovvie ragioni. Proprio oggi ho scritto un post sull'argomento. Più cjhe altro sulla mancanza dei diritti dei bambini palestinesi. Non vorrei divagare ma vorrei che tutti riflettessero e sui diritti dei "nostri" bambini sia di quelli fuori dai nostri confini. Su alcuni conflitti, su alcune stragi.
    Perchè ogni bambino ha il diritto ad essere felice.
    Sempre ed in ogni luogo.
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, non dobbiamo dimenticarci che i diritti dei bambini sono sono ancora garantiti in tutto il mondo. Non potremo mai definirci "mondo civilizzato" fino a che tutte queste ingiustizie non verranno messe definitivamente a tacere.

      Ora sono all'università, ma appena torno mi leggo il tuo post! Grazie mille, Raffaella, per l'impegno con cui porti avanti tematiche così delicate.

      Elimina
  3. É vero, spesso non ci rendiamo conto delle nostre fortune. Si dice che tutte le bambine sono principesse, e mia figlia lo è davvero nel senso che tra genitori e nonni siamo tutti a sua disposizione, e magari neppure può immaginare che altre bambine non hanno la sua stessa fortuna.
    Cercherò di farglielo capire, senza traumatizzarla troppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I bambini di oggi spesso non sanno le fortune che hanno e non si rendono conto di tutti i diritti di cui godono grazie ad anni e anni di lotte e leggi per garantirli e tutelarli. Non possiamo però scaricare tale responsabilità sui bambini "moderni". Di fatto quello che apprendono e come lo apprendono, la loro sensibilità ai problemi sociali, il loro senso di giustizia... tutto dipende da che esempio noi forniamo loro. Siamo noi molte volte a dimenticare che nel mondo ci sono troppe ingiustizie e troppi diritti vengono calpestati.

      Comunque sono sicura che se affronterai l'argomento con tua figlia, ciò sarà importante per te e per lei. Lo scopo non è traumatizzarla, ovviamente, ma aiutarla a crearsi una visione ampia di come vanno le cose e instillare in lei la voglia di pretendere da noi adulti un domani migliore nell'attesa di poter lottare lei stessa per costruirlo per le generazioni future.

      Grazie per il commento. Un saluto a te e alla tua "principessa".

      Elimina
  4. sono davvero contenta che tu sia coinvolta in questa iniziativa e sono d'accordo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusa ho tolto la pagina senza finire. dicevo che sono d'accordo con Parisi quando dice che l'infanzia è un nostro patrimonio però io direi che i bambini sono il presente e non il futuro. I bambini vivono seguendo il presente.

      Elimina
    2. I bambini sono il futuro, nel senso che sono gli adulti di domani. A loro abbiamo il dovere di consegnare un mondo almeno non peggiore di quello che abbiamo ricevuto dalle generazioni passate (se poi possiamo migliorarlo, tanto meglio!).

      I bambini però sono anche il presente, nel senso che i loro diritti vanno tutelati oggi, i loro sogni vanno protetti oggi e soprattutto dobbiamo garantir loro il diritto a vivere un'infanzia serena.

      Insomma, concordo sia con te sia con Nick! Grazie per il commento.

      Elimina
    3. beh immagino che tutelandoli nell'oggi saranno tutelati anche per i bambini che ci saranno un domani.
      sei invitata a leggere l'ultimo mio post ;D

      Elimina
    4. Sì, certo, anche se le conquiste fatte nel campo dei diritti non vanno mai date per scontate (aimè, si può sempre tornare indietro). Leggerò di certo il tuo post come quello di Raffaella e metterò qui anche dei link, ma oggi è una giornata davvero pienissima, quindi li leggerò in nottata (non mi piace leggere di fretta cose che richiedono tempo e riflessione!). Grazie mille!

      Elimina
    5. Ma infatti le tutele non è che vanno campate per un giorno e poi basta. Questo non lo metto in dubbio.
      Ti aspetto allora.

      Elimina
    6. Arriverò, non temere. Sono anche molto curiosa, ma nelle brevi pause tra le mille cose da fare oggi non me lo gusterei. Appena finisco tutto passo da te con calma.

      Elimina
  5. I nostri bimbi hanno fatto dei cartelloni per esprimere uno dei diritti... Noi abbiamo scelto la liberta' di espressione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una bellissima idea! Credo sia molto importante celebrare questa ricorrenza nelle scuole e riflettere su questi temi.

      La libertà di espressione è una cosa che mi sta molto a cuore! Mi viene in mente una bella frase (credo sia di Voltaire): "Disapprovo quello che dite, ma difenderò fino alla morte il vostro diritto di dirlo". In questo caso non disapprovo affatto, però mi fa pensare a quanto sia importante che tutti possano dire la loro opinione, sempre e comunque!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...