giovedì 13 giugno 2013

"Maledizione", "Giuramento" e "Chiave": racconti in 200 caratteri

Tre racconti in 200 caratteri.


Dopo avervi parlato della differenza tra aforismi e  racconti in 200 caratteri, ecco anche questo mese tre racconti in 200 caratteri.

Come il mese scorso, vado direttamente ai testi (scritti tra fine febbraio e inizio marzo).


Maledizione
La tua presenza è dolorosa come spada nel cuore. La tua assenza mi trafigge come una freccia l’anima. Non c’è mai pace. Uccidimi, finiscimi, così che io possa liberarmi dalla maledizione di amarti.
 
Giuramento
Avevo il tuo cuore tra le mani. Avevo giurato di proteggerlo e invece ora è in brandelli. Posso salvarti da tutto, ma non da me stessa. E non c’è redenzione per me dopo tutto il male che ti ho fatto.
Chiave
La falsa pietà della gente mi riempie il cuore di desolante solitudine. La bocca sorride, gli occhi non piangono, ma oggi mi sono chiusa in me e ho buttato via la chiave. E non voglio ritrovarla.
 

Per oggi è tutto, i prossimi tre racconti arriveranno sul forum il 13 luglio. 

3 commenti:

  1. Questi mi toccano molto. Veramente belli, dritti al cuore. Complimenti come sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alcuni appunti sul racconto "Maledizione".
      - Due similitudini una dietro l'altra risultano pesanti e ripetitive.
      - Se cerchi l'incisività della brevità, dovresti provare qualcosa come: "La tua presenza è una spada nel cuore. La tua assenza è una freccia che mi trafigge l'anima". Elimini la ripetizione del come e rendi il tutto molto più scorrevole.
      - "Una spada nel cuore" è una metafora ormai stra-abusata (dal Vangelo di Luca: "a te una spada trafiggerà l'anima"), oltre a essere il titolo di una vecchia canzone (del da poco scomparso Little Tony). Secondo me potresti fare un post su queste espressioni così tanto abusate da essere diventate quasi inutili (altri esempi: "come un fulmine a ciel sereno" "col cuore in gola" ecc...)

      Marco Lazzara

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...