lunedì 22 luglio 2013

Editing

La vita ha i suoi tristi metodi per toglierti i sogni nel cassetto o comunque per trasformare progetti in vagheggianti utopie. Fare del proprio meglio, fare il massimo, impegnarsi con costanza e dedizione sono ingredienti necessari ma non sufficienti. E a volte non sono nemmeno necessari. Fa male allora vedere gente che senza sforzi e sacrifici arriva dove tu vorresti arrivare e magari non ne è nemmeno felice. Fa male, ho detto, ma è anche giusto che succeda e che la vita ci sorprenda sempre.


Perché questa premessa un po’ malinconica? Be’, perché uno dei miei sogni più grandi forse sta per sfumare e per motivi indipendenti dalla mia volontà (non c’entra nulla il mondo della scrittura o del blogging). Si tratta (ancora non riesco a dirlo al passato) di un progetto lavorativo in cui ho investito molti anni di impegno e sforzi. La vita mi ha abituata a cadere, anche se non lo faccio con stile, ma di certo mi ha anche insegnato a rialzarmi e a non dare mai nulla per scontato. Mai avere una strada sola da percorrere, mai non avere un piano alternativo, mai sentirsi senza bussola e alla deriva. Questa volta un po’ mi ci sono sentita, anche si di piani alternativi ne avevo parecchi.
Di uno di questi vi voglio parlare oggi. Anzi, in realtà vorrei che chi ha un po’ di esperienza nel campo ne parli a me. In questi  ultimi anni mi è capitato spesso di fare degli editing ad amici e colleghi e mi piacerebbe un giorno poterlo fare anche come fonte di reddito. Immagino ci siano dei corsi da seguire e delle procedure da espletare, quindi vorrei saperne di più.
Sono particolarmente interessata anche alla questione amministrativa e fiscale di questo lavoro, diciamo, in proprio.
Si tratterebbe di un modo per utilizzare la mia pignoleria in modo utile. Le persone a cui ho editato testi finora sono state soddisfatte (o almeno così hanno detto), quindi è una strada che mi piacerebbe percorrere.
Se avete esperienza nel campo dell’editing professionale gradirei molto sapere come avete fatto.  E poi ditemi cosa ne pensate, se vi  va, di questa ennesima strada che mi va di percorrere.
A voi la parola.


P.S. Il post doveva uscire ieri, lo so, mi scuso davvero, ho avuto qualche imprevisto. È la prima volta che capita e voglio che sia anche l'ultima… diciamo che le cose cambiano e che questa è la sorpresa che mi è capitata… sorpresa anche per me, ovviamente. Imprevedibile come deve essere una sorpresa. Non era quella che avevo in mente, ma così sono andate le cose. Mi farò perdonare, prima o poi. Un abbraccio e grazie a tutti. 

26 commenti:

  1. Purtroppo non saprei proprio cosa dirti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', grazie comunque per l'attenzione!

      Elimina
  2. Forse potrei chiedere alla sorella del mio ragazzo, che ha iniziato a collaborare (poco poco, ma è meglio di niente!) con Fanucci... se hai qualche domanda un po' più specifica potrei rigirargliela! So che ha anche fatto un corso di editoria ed editing, quindi dovrebbe saperne. Di sicuro ne sa più di me :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Collaborare con una casa editrice sarebbe bellissimo, anche se non credo di essere all'altezza. Io pensavo di farmi un po' le ossa lavorando in proprio magari editando tesi o libri di autori esordienti. Ogni informazione è però ben accetta! Soprattutto su eventuali corsi da fare. Grazie di cuore.

      Elimina
  3. Purtroppo io di editing non so nulla di preciso. So solo che non si limita alla mera correzione grammaticale o alla correzione ortografica, ma consiste anche in un "correggere la qualità", dare consigli, far anche togliere parti, eccetera.
    Potresti, se l'hai ancora, contattare la ragazza di cui ti diedi la mail, che essendo editor saprà come fare. :)
    Spero che anche questo progetto riesca ad andare a buon fine! Potrebbe essere solo un momento, sai? Sui sogni non c'è la data di scadenza e talvolta basta solo prendere un respiro un po' più fondo. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, è generico ma ho trovato, su facebook, questo annuncio:

      "A tutti gli aspiranti scrittori

      Effettuo i seguenti servizi editoriali :

      Correzione bozze semplice
      Ottimizzazione dialoghi
      Editing e impaginazione
      Elaborazione sinossi e quarta di copertina
      Trascrizioni
      Traduzioni
      Corsi per l'editoria

      Per info e preventivi : annaritamurano@yahoo.it"

      Avendo letto "corsi per l'editoria", ti ho pensato.

      Elimina
    2. Grazie per i consigli e l'annuncio...
      Sì, l'editing è ciò che hai descritto tu. Infatti non equivale alla mera correzione di un testo.

      Per quanto riguarda il mio progetto, diciamo che le possibilità che la cosa si risolva bene sono pochissime, ma io intanto cerco nuovi lidi.

      Elimina
    3. Cercare è sempre il primo e migliore passo. :)

      Elimina
    4. Sì, è il passo necessario ma non sufficiente per trovare.

      Elimina
  4. Non ne so granché, però a seconda di quello che vuoi puoi provare a dare un'occhiata al sito del Duca; corsi di editing al momento non ne tiene, ma c'è una pagina sui vari tipi di editing e ha un corso di scrittura; qui trovi i principi cui si rifà.

    Sul corso al momento non so dirti nulla, ma sul Duca posso dirti che è serio e sempre pronto a riportare le fonti di quanto afferma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per i link. Ci sono cose davvero interessanti. Poi leggo con calma e vedo di chiarirmi per bene le idee.

      Elimina
  5. Mi spiace, non posso suggerirti granché. C'è da studiare, a seconda del tipo di editing - che sono ben distinti dal secondo link che ti ha segnalato Mauro. C'è poi questa ragazza che ha seguito un corso, quindi può magari darti qualche suggerimento da starter - non so però se si sia già cimentata nell'editing.
    Un abbraccio, Romina. Come disse Alfred a Bruce Wayne: "Lo sai perché cadiamo? Per imparare a rialzarci!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un altro link importante, grazie mille! Avere notizie anche da chi ha cominciato da poco è molto utile per una questione di Zona di Sviluppo Prossimale!

      Io ho imparato a rialzarmi, ora vorrei smettere di cadere, se possibile! Un abbraccio anche a te e grazie.

      Elimina
    2. Sai anche a chi puoi chiedere? A Max Citi, che di editoria se ne è occupato in prima persona!

      Elimina
    3. Già! Non ci avevo pensato, ma lui di certo ne sa molto sull'argomento!

      Elimina
  6. Romina, potresti spulciare questo sito web: http://tropicodellibro.it/. Tra le loro rubriche ne hanno anche una dedicata alla FORMAZIONE, con una sotto-categoria chiamata proprio "corsi editoria". Lo seguo da diverso tempo e il team che c'è dietro mi sembra in gamba.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benissimo! Direi che troverò qualcosa di molto utile anche qui! Grazie mille.

      Elimina
  7. è molto difficile una carriera da editor in questo periodo. In primis perché stan venendo fuori più editor che scrittori, e più scrittori che lettori. Il settore è inflazionato e (a meno che non ti rivolga ai venditori di fumo che offrono corsi di editing a 300 euro) seguire un corso valido ti costringerebbe a investire migliaia di euro e mooolto tempo, che riusciresti ad ammortizzare soltanto nel caso in cui entrassi nel giro di una casa editrice seria. I freelance - non credere mai a ciò che sbandierano - sono ridotti alle pezze sul sedere e lavorano perlopiù in nero (mettersi "in regola" con i costi che comportano una partita iva e un commercialista sarebbe comunque una follia).

    Mi spiace fare l'uccellaccio del malaugurio, ma nella vita, a volte, è meglio essere realisti.

    RispondiElimina
  8. Aggiungo, infine, che se vuoi provare a lanciarti in questo mondo ti converrebbe al limite proporre contratti di collaborazione occasionale (dubito che nel primo anno di attività avrai trecento clienti). La soluzione migliore per ritardare quel bagno di sangue chiamato Camera di Commercio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io adoro il realismo e sono consapevole del fatto che non sia una strada facile, come nessuna di quelle che sto intraprendendo, del resto. Proprio per questo voglio tenermi tante porte aperte. Grazie per i consigli.

      Elimina
  9. Sono abbastanza d'accordo con quello che dice Alessandro, è un settore parecchio inflazionato. Poi c'è anche da capire se vuoi lavorare per conto tuo o collaborare con qualche casa editrice. Purtroppo consigli da dartene non ne ho... anche perché è un tipo di lavoro da cui cerco di stare ben lontana per vari motivi, tra i quali il fatto che ho avuto a che fare (per lavoro) con testi scritti da altre persone e ho odiato con tutta l'anima correggerli!
    In ogni caso ho appena iniziato a leggere un libro (in inglese) sull'editing, se vuoi poi ti faccio sapere se può esserti utile a livello di formazione.
    Per i tuoi sogni che sfumano non posso che augurarti di trovare presto una strada migliore da imboccare... E mandarti in bocca al lupo per i nuovi progetti. Ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece adoro fare editing! Quelli che ho fatto finora a titolo gratuito per amici e colleghi mi hanno dato grandi soddisfazioni.

      Se mi darai notizie sul libro, te ne sarò grata.

      Per il resto, incrociate tutti le dita con me. A presto. Grazie.

      Elimina
  10. Ti lascio altri due link: http://www.minimumfax.com/corsi/ e http://www.scuolaholden.it/
    Magari spulciando trovi qualcosa che fa al caso tuo.

    RispondiElimina
  11. Purtroppo non ho altri link da suggerirti, ma ti faccio i miei auguri nella speranza che tutto si risolva per il meglio e ti mando un abbraccio forte!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...