martedì 13 agosto 2013

"Promessa", "Addio" e "Rischio": racconti in 200 caratteri

Ecco il post con tre racconti in 200 caratteri di questo mese.

Come nei mesi precedenti, vado direttamente ai testi (scritti tra fine maggio e metà giugno).


Promessa
Ho rotto una promessa, un patto che credevo inscindibile. Ho cambiato troppe cose nella mia vita per rimanere fedele a giuramenti fatti alla me stessa che ero e che più non sono.





Addio

Si dissero addio.
Lei si mise a cercare affilate lamette.
Il telefono squillò e rispose tra i singulti.
La voce di lui era turbata ma dolce.
La chiamata finì con una promessa e le lamette caddero inermi.


Rischio
«Potevamo essere felici» sospirò lei.
«Non è così» rispose.
Quell’amore finì prima di sbocciare. La felicità perduta fa più male del dolore, ma lei quella volta aveva voluto correre il rischio.



E anche per questo mese allegria a fiumi, eh? Va be’, vedremo cosa capiterà il 13 settembre.



Hanno parlato di questo articolo: 


14 commenti:

  1. Concordo, allegria a fiumi!
    Però belli.
    P.S. Nel secondo c'è una squillo biricchina al posto di squillò! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...

      P.S. Di solito non rispondo alle squillo, giuro. Ahahah! Ho corretto, grazie mille.

      Elimina
    2. Chissà, potresti metterti come sfida dei racconti più positivi. Fa bene scrivere cose gioiose. :)

      Elimina
    3. Ne ho scritto anche uno oggi per i post dei prossimi mesi e non è gioioso, ma magari mi posso applicare, eh!

      Elimina
    4. Ahaha, se hai tempo e voglia prova! ;)

      Elimina
    5. Ho racconti brevissimi pronti per alcuni mesi, ma per il futuro ne terrò conto.

      Elimina
  2. Ora che sei un'esperta, potresti scrivere qualcosa sui supereroi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che un'ideina in merito c'è? Se i neuroni si mettono in fila, vediamo cosa ne esce.
      Però "esperta" mi pare troppo... ahahah!

      Elimina
    2. Secondo me è era sarcasmo! Ahahah!

      Elimina
    3. Non potrei mai. Cioè, sì, potrei. Non è questo il punto. In quel caso era una iperbole, per premiare il fatto che comunque ti sei impegnata. Come i "bravo + disegnino" che davano alle elementari.

      Elimina
    4. Sai che ora a noi insegnanti "vietano" di scrivere "bravo" ai bambini? Un giorno ti spiegherò il perché (è una lunga storia). Comunque apprezzo il tuo "brava + disegnino" datomi per l'impegno!

      Elimina
    5. Meglio che l'abbia dato a una persona di una certa età, allora! ;)

      Elimina
    6. Sì, infatti, nessuno potrà dirti nulla, tranquillo! Ahahah!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...