domenica 20 aprile 2014

Assonanza e consonanza

Assonanze e consonanze: quasi rime?

Nell'ormai lontano maggio 2012, avevo scritto un post sul concetto di rima e sulle varie tipologie di rime esistenti. Oggi vi vorrei parlare di assonanze e consonanze.

Due parole rimano se sono uguali dopo l'accento tonico. A volte però capita che delle parole sembrino in rima anche se non c'è tra loro una perfetta uguaglianza dopo l'accento tonico. Ciò può avvenire per esempio in presenza di assonanze e consonanze.  


Assonanza
Il termine assonanza deriva da assonare, cioè avere suono simile. È un fenomeno di metrica che consente nella parziale identità di suoni di due o più versi.

L'assonanza è pertanto una rima imperfetta in cui le parole hanno le stesse vocali a partire dalla vocale accentata (vocale tonica) mentre le consonanti sono diverse, anche se spesso di suono simile.

Vediamo un esempio dal caro Leopardi ne Il sabato del villaggio:
La donzelletta vien dalla campagna
in sul calar del sole,
col suo fascio dell'erba; e reca in mano
un mazzolin di rose e viole,[…]

Esistono diverse tipologie di assonanza:
  • Assonanza semplice: in cui coincidono solo le vocali.
  • Assonanza della sola tonica: in cui coincide solo la vocale accentata.
  • Assonanza atona: in cui coincide la vocale non accentata o la sillaba non accentata.
  • Consonanza tonica: quando coincidono le consonanti.


In realtà, io considero assonanza solo l'assonanza semplice e, soprattutto, io non considererei assonanza una consonanza, proprio perché quest'ultima è a base consonantica e la ritengo un fenomeno metrico a se stante di cui parlerò ora.

Consonanza
La consonanza è un fenomeno di metrica che consiste nell'uguaglianza delle consonanti dopo vocali toniche.
Si tratta dunque di una somiglianza di suono che si ottiene quando sono uguali le consonanti ma diverse le vocali.

E le allitterazioni?
Cercando in rete esempi di assonanze e consonanze mi sono resa conto che la maggior parte delle persone le confonde con le allitterazioni (di cui vi ho già parlato). Per questo ho deciso di precisare qui la differenza. Nelle allitterazioni è sufficiente che ci sia una ripetizione di un suono, non conta che ci sia un uguaglianza tra vocali (nell'assonanza) o tra consonanti (nella consonanza) in due parole per formare una rima imperfetta. Tra l'altro l'assonanza è una ripetizione di suoni che è più evidente quando riguarda più parole anche all'interno di uno stesso verso o in più versi).

Conclusione
In questo post ho cercato di tratteggiare le nozioni principali in merito ad assonanze e consonanze, specificando anche la differenza con le allitterazioni.


Chiudo il post facendo i miei più cari auguri di buona Pasqua (no, non mi sono dimenticata, solo che il programma del mese lo faccio senza pensare alle date) a tutti i cristiani e di buona domenica agli altri. 



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...