venerdì 18 aprile 2014

Liebster Award e Boomstick Award 2014

Da un po' non mi imbattevo in qualche meme, anche se sul mio blog ho già dedicato parecchi post a questa tendenza che, nonostante la sua aria da pessima catena di Sant'Antonio, alla fine serve anche a rinsaldare i legami tra blogger e a parlare un po' degli esseri umani che stanno dietro gli schermi che leggete. Insomma, oggi post ricco, perché rispondo a ben due premi che mi sono stati attribuiti! 




Liebster Award 2014 da Nick di Nocturnia


Parto dal secondo premio che mi è stato conferito: il Liebster Award! (A chi si sta chiedendo perché non parto dal primo… non so, questo è di ieri, l'altro ormai aspetta da tempo e richiede meno tempo, quindi ne parlo dopo).
Ho già ottenuto questo premio nel settembre 2012 (se volete sapere altro di me, potete ficcanasare nel link), ma, a distanza di tempo, eccolo risbucare. La nomination giunge da Nick del blog Nocturnia nel post Il Liebster Award di Nocturnia del 2014. Per cominciare ovviamente lo ringrazio per il pensiero e per l'affetto con cui segue il mio blog.

Le regole
 Le regole del Liebster Award eccole qui, copiate dal buon Nick (quasi) pari pari.
  1. Ringraziare chi ti ha premiato nominandolo esplicitamente nel post
  2. Rispondere alle domande di chi ti ha premiato
  3. Premiare altri tre blog che abbiano meno di 200 followers meritevoli del premio Liebster
  4. Comunicare ai diretti interessati la vittoria di questo prestigiosissimo premio
  5. Fare altre dieci domande a cui i premiati dovranno rispondere

La prima regola l'ho già rispettata, direi, ma un grazie a Nick lo ribadisco volentieri, passando poi a rispondere alle sue domande.

Le risposte alle domande di Nick
1) Trovi per strada un portafoglio pieno di soldi, tantissimi soldi, più di quanti tu ne abbia mai visto in vita tua, però osservando i documenti ti rendi conto che il portafoglio appartiene alla persona che ti ha fatto più male di tutta la tua vita, l'uomo o la donna che ti ha creato più guai sapendo oltretutto di comportarsi male nei tuoi confronti. Tu come ti regoli: restituisci i soldi, restituisci solo i documenti o butti via i documenti dopo esserti tenuto i soldi?
Restituisco soldi e documenti. Sono molto più propensa a perdonare gli altri che non me stessa, quindi non ce la farei a tenermi i soldi né a vendicarmi in alcuno modo.
Non mi sono trovata in questa situazione e quindi non posso esserne certa, ovviamente, ma a una delle persone che mi ha fatto più male in assoluto ho fatto un prestito senza ritorno, quindi non vedo perché non le avrei restituito dei soldi suoi in un caso simile… il confine tra stupidità e bontà è molto sottile, a volte.

2) Un tuo amico ha preso l'abitudine di auto-invitarsi  a casa tua, la cosa peggiore è che porta a casa tua anche altra gente. Qual è la tua reazione?
Spero sappia che la casa è dannatamente piccola e non ci sta molta gente. Io non reggo bene le feste, quindi magari me ne vado, se mi fido a lasciarlo lì. Altrimenti gli spiego la situazione, spesso basta uno sguardo. Io ho una grande pazienza e non mi arrabbio mai, ma dicono che so fare uno sguardo abbastanza gelido. Ahahah!

3) C'è una persona che ti piace molto solo che lui o lei odia gli animali. Cosa sceglieresti: il tuo batuffolo peloso o la stronza\stronzo simpatica personcina che detesta gli animali?
Come fa a piacermi una persona che odia gli animali? Lo considero altamente improbabile. In ogni caso, scelgo il batuffolo peloso, ovviamente, almeno non mi tradirà mai con la segretaria e non mi darà mai per scontata. Però cercherei di tenermi anche il tizio per convertirlo a una nuova forma di amore disinteressato che è quella nei confronti di chi ama senza condizioni (no, non io, i batuffoli pelosi, ovviamente).

4) Cambiamo lo scenario: sei tu ospite di qualcun altro. Però il tuo ospite la pensa in materia diametralmente opposta alla tua praticamente su tutto: politica, religione arte, musica esistenza di Dio, esistenza degli alieni nello Spazio , animali etc etc. Tu come ti comporti?
Io non so stare zitta. Sono educata e aperta al dialogo, ma non sono il tipo di ragazza che sorride, inclina la testa e tace. Ogni tanto scateno litigate con sconosciuti, ma non perché hanno idee diverse dalla mia, solo perché pretendono di aver ragione, ecco tutto. Un giorno qualcuno mi farà fuori, ma, fino a quel momento,  ci tengo al mio diritto di parola.

5) Domandina semplice semplice: Rock  straniero o musica italiana e perché?
Musica italiana, assolutamente. Radio Italia accesa almeno qualche ora al giorno, mentre faccio altro. Perché? Per cantare tutte le canzoni che imparo subito a memoria.

6) Quale animale che non hai mai posseduto ti piacerebbe possedere se tu ne avessi la possibilità?
Un Maine Coon o un Norvegese delle Foreste.

7) Tuo figlio o tua figlia ti chiede come nascono i bambini, tu come ti regoli?
Dipende da quanti anni ha la mia creatura. A tre anni non lo si spiega nello stesso modo in cui lo si spiega a dieci, comunque niente discorsi troppo fumosi, tanto ormai i bambini sono bombardati di informazioni fin da piccolissimi. Prima però qualcuno deve spiegarlo a me, no?, visto che di figli ancora non ne ho! Ahahah!

8) Il film che ti ha più deluso tra quelli che hai visto recentemente?
Ultimamente vedo la televisione sì e no una volta ogni quindici giorni. Ho visto pochissimi film in streaming ultimamente e tutti abbastanza soddisfacenti a parte uno… ma la persona che me l'ha consigliato si aggira qui e credo di averla già mortificata abbastanza.

9) Il tuo piatto preferito.
Domanda difficile… pasta-pizza-piadina… diciamo cibi vegetariani con la P?

10) Se dovessi andare a vivere stabilmente al'estero. Dove ti piacerebbe trasferirti e perché?
A me continua a piacere l'Italia, nonostante tutto. Però vorrei andare dopo posso essere serena e felice… qualunque questo posto sia (visto che esso varia nel tempo).

Le mie nomination
Non è facile scorrere una rosa di oltre sessanta blog e sceglierne sono tre (con il Liebster posso scusarmi, almeno, cosa che non potrò fare dopo…). Ho scelto dei blogger che credo continueranno il gioco.
  • Maria Todesco: ultimamente il blog è poco attivo ma ha un suo stile. Maria segue sempre le mie iniziative e credo le piacerà partecipare a questo meme.
  • Di palo in frasca  di Licia: il suo blog è nato da poco ma lei ha una grandissima propensione per il racconto di straordinari aneddoti e non vedo l'ora di vedere come risponderà alla mie domande!
  • Argonauta Xeno di Salomon Xeno: il suo blog offre sempre spunti di riflessione interessanti e trattati in modo chiaro e orientato al dialogo. In più sa farti appassionare quasi a qualunque cosa di cui sta parlando (almeno per il tempo del post!). E poi si meritava un premio e un ringraziamento per altro a prescindere dal meme.

Comunicherò la nomination a tutti e tre non appena il post sarà online, così adempirò anche alla penultima regola. Passo ora alle mie domande.

Le mie dieci domande
  1. Qual è il titolo del libro che ti rappresenta di più? Perché?
  2. C'è una frase (o più di una) che ripeti spesso e a cui tieni particolarmente? Se sì, ti va di dirla?
  3. Qual è la frase che ogni volta che te la dicono ti infastidisce di più?
  4. Qual è l'attività o l'hobby che ti dà più soddisfazione? Perché?
  5. Se potessi obbligarmi a cambiare una cosa nel mio blog, cosa mi imporresti?
  6. Per me il mio blog è… (completa la frase come preferisci riferendoti al significato che ha per te il blogging)
  7. Quando hai pianto l'ultima volta?  e/o Quando hai riso davvero di gusto l'ultima volta? (Il perché qui è molto facoltativo e si può rispondere anche a una sola parte)
  8. Qual è l'ultima cosa che ti ha fatto sentire davvero in pace con te stesso/a?
  9. Trovi la lampada del genio e hai tre desideri… cosa chiedi?
  10. Scopri di essere dentro Matrix, scegli di continuare a saperlo e combattere il sistema o prendi la pillola per dimenticare e far finta di nulla?
Ok e con questo è tutto. Inutile dire che i tre nominati non sono obbligati a rispondere e che chi non è stato nominato può, pur non avendo ricevuto il premio, rispondere alle domande nei commenti a questo post.



Boomstick Award 2014 da Giordana de Gli appunti di Mur


Passo ora al primo premio che mi è stato conferito: il Boomstick Award! Devo dire che mi ha davvero sorpresa questa nomination perché è arrivata da una blogger che non conoscevo per niente, quindi di certo non mi aspettavo una menzione in un meme (di solito si nomina gente che conosciamo almeno un po' o ci segue). Pertanto ringrazio tantissimo  Giordana del blog Gli appunti di Mur per aver pensato a me nel suo post Boomstick, che felicità! E ringraziare non basta, perché qui urgono anche delle scuse visto che è passato quasi un mese dalla nomination (non mi piace parlare delle mie piccole vittorie, ecco tutto).

Sono stata insignita del Boomstick anche nel 2012 e nel 2013, quindi ormai le regole dovrebbero essere note, ma, come credo ricorderete, sono abbastanza fiscali, perciò le ripassiamo.

Le regole
Boomstick - Introduzione e regolamento (da Book and Negative, blog dove tutto ha inizio!)
Perché un Boomstick? Perché, come ho sempre detto, il blog è il nostro Bastone di Tuono! Perché ci piace essere arroganti e spacconi come Ash e perché, in definitiva, le scuse melense e il buonismo di facciata ci hanno stancato. Il Boomstick è un premio per soli vincenti, per di più orgogliosi di esserlo. Tutto qua. Come si assegna il Boomstick? Non si assegna per meriti. I meriti non c’entrano, in queste storie. (cit.).Si assegna per pretesti. O scuse, se preferite. In ciò essendo identico a tutti quei desolanti premi ufficiali che s’illudono di valere qualcosa.Il Boomstick Award possiede, quindi, il valore che voi attribuite a esso. Nulla di più, nulla di meno. 
Per conferirlo, è assolutamente necessario seguire queste semplici e inviolabili regole: 
1. I premiati sono 7. Non uno di più, non uno di meno. Non sono previste menzioni d’onore.
2. I post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi a mo’ di consolazione.
3. I premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. È sufficiente addurre un pretesto.
A cui aggiungo una quarta regola, ché l’anno scorso me le hanno fatte girare:
4. è vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite. 
I premiati possono a loro volta assegnare il premio ad altri sette blogger, ma non arrogarsi la paternità del banner e del premio che è di Book e Negative.
L’assegnazione del premio deve rispettare le 4 semplici regole sopra esposte. Qualora una di esse venga disattesa, il Boomstick Award sarà annullato d’ufficio, su questo blog, e in sostituzione, verrà assegnato il Bitch please Award che, al contrario, porta grande s*** e disonore sul malcapitato.
 Le mie nomination
Ho deciso di conferire il premio a questi sette blogger e con le motivazioni qui riportate.
  1. Marcella Andreini di Kokoro e Fiabe... in analisi (dentro la fiaba): perché parla di fiabe e di Leopardi (e non solo!) con competenza e documentazione, senza annoiare mai.
  2. Nicola Parisi di Nocturnia: per il suo vitale entusiasmo nel bloggare e nello scoprire misteri.
  3. Raffaella di Mammamimmononsolo: perché le sue riflessioni sulla vita hanno una profondità sconfinata che tinge ogni prosa di poesia.
  4. TOM di  Inside the Obsidian Mirror: perché riesce a farmi leggere anche post che si aprono con un'immagine inquietante e sanguinaria (non è impresa che riesce a tutti).
  5. Camilla P. di  Bibliomania: perché dopo un periodo di stop è ritornata alla blogosfera (già da qualche settimana) e ci è mancata!
  6. Simone di The sound of Simon: per la sua capacità interpretativa e i suoi bei lavori. 
  7. Dramma Queen del  blog omonio: perché dà utilissimi consigli sulla recitazioni e il mondo del teatro.

Ora questi sette possono decidere se continuare il meme oppure no, intanto sappiano che sono stati premiati!


E con questo è davvero tutto: due premi in un post! Missione compiuta. 


Aggiornamento del 18/04/2014
Chiedendo scusa e cospargendomi il capo di cenere, vi segnalo che anche Aislinn mi ha insignita del Boomstick Award con il suo post This is my Boomstick Award del 17 marzo 2014. Mi era proprio sfuggito! Che sbadata che sono!

E questa è la sua motivazione:
Perché scrive cosette interessanti, perché ci siamo conosciute proprio grazie ai blog (come ai vecchi tempi in cui non c'erano i social) e perché è venuta alla Scighera ed è proprio una ragazza simpatica ^_^

Devo dire che conoscere Aislinn è stato proprio un bel momento e poi è stata bravissima durante quella presentazione! Le sue parole però sono troppo lusinghiere, eh, non fidatevi!


Aggiornamento del 29/04/2014
Ivano Landi ha deciso di nominarmi per il Liebster Award nel suo post dedicato al premio con la presente motivazione:
Comincio con Romina Tamerici, perché è una blogger coi fiocchi e le devo anche molto, a cominciare dalla mia stessa rinascita come blogger. (Inoltre in questo modo premio anche il bravissimo blogger itinerante Marco Lazzara che ha una rubrica fissa sul blog di Romina).

Con questo aggiornamento, oltre che ringraziare Ivano, provvedo a rispondere alle domande associate alla nomina.

1) Se poteste assistere alle lezioni di un filosofo, alla sapienza di chi scegliereste di abbeverarvi?
Platone.  Vorrei proprio chiedergli alcune cose. Per esempio perché criticava tanto la scrittura se poi ha scritto tantissimo!

2) Delle antiche storie mitologiche, qual è la vostra preferita e perché?
Non saprei… forse quella di Arianna e Teseo, perché ci sono tantissimi insegnamenti  e [censurata battuta cinica sul genere umano].

3) Qual è il vostro argomento di conversazione preferito?
Sono una logorroica: è estremamente difficile farmi tacere su qualsiasi cosa.  E ho tanti interessi, quindi tanti temi a me cari: si va dalla letteratura alla matematica, passando per un po' tutto ciò che è creativo o può esserlo. Ah, e chi mi conosce un po' sa che adoro parlare di bambini, ma questa è un'altra storia.

4) E quello che più vi annoia in assoluto?
Non ci sono argomenti che mi annoiano a prescindere (anche se lo sport credo sia tra i più noiosi). Se parlo con un buon oratore aperto al confronto, mi piace parlare di qualsiasi cosa e, soprattutto, imparare cose nuove.

5) Se decidessero di trarre un film da qualcosa che avete scritto, chi vorreste come regista?
Non ne ho la più pallida idea, anche perché non conosco molti registi. Dubito comunque che succederà mai. In ogni caso, conoscendo la mia innaturale propensione per il prendere il potere, vorrei farlo da sola, probabilmente. Tanto più che ogni tanto mi capita di dover dirigere… e sarò a breve co-regista di uno spettacolo.

6) E come attore o attori protagonista/i?
Dipenderebbe molto dal testo scelto. L'importante è che siano bravi interpreti e, soprattutto, abbiano una bella voce.

7) Se come in fahrenheit 451 vi venisse richiesto di essere un uomo-libro e di imparare un intero libro a memoria, quale titolo scegliereste?
Il piccolo principe, perché è un testo che, a mio avviso, non può andare perduto. Certo, non sarebbe il solo, ma ho una pessima memoria quindi già questo libro piccolissimo sarebbe una sfida per me!

8) Da quale personaggio letterario vi piacerebbe travestirvi al prossimo carnevale?
Io non festeggio il carnevale da troppi anni. Penso che la vita ci costringa già a troppe maschere. Però i bambini sono carinissimi con quei costumini! (vedi punto 3)

9) Quale personaggio o quali personaggi letterari famosi vi piacerebbe utilizzare in un vostro racconto o romanzo?
Gregor Samsa de La metamorfosi di Kafka e Mattia Pascal de Il fu Mattia Pascal di Pirandello.

10) A scelta: qual è il vostro libro per ragazzi o il vostro cartone Disney preferito?
Visto che il libro per ragazzi l'ho citato al punto 7, posso solo dire che io sono cresciuta a succhi di frutta  e film Disney, quindi mi piacciono molto, soprattutto le canzoni. Tra i miei preferiti c'è La carica dei 101.


Ecco fatto! Ancora un grazie a Ivano per la nomina. 


Aggiornamento dell'11/05/2014
Incredibile a dirsi, ma ecco ancora ben due nomine per il mio blog per il Liebster Award!
La prima giunge da Maria Todesco  nel suo post dedicato al premio con la presente motivazione:
Romina Tamerici: e non perché mi ha nominato, ma perché è stato il primo blog a cui mi sono affezionata. E lei è una cara ragazza e, inconsapevolmente, sa incoraggiarmi sempre. E' stato grazie a lei e al suo blog se ho aperto il mio (anche se forse era meglio di no, ah!). Tutti dovrebbero fare almeno una visitina al suo.
A lei va un grande grazie per le bellissime parole che mi ha dedicato e per il premio.

E ora rispondo alle sue belle domande!

1. Animale preferito e animale odiato? Perché? Gli animali mi piacciono praticamente tutti, anzi, potremmo pure togliere il praticamente. Quello che ha lo spirito più affine al mio è il gatto. 
Non odio nessun animale, anzi, provo per tutti un profondo rispetto.
L'unico animale con cui tendo ad avere problemi sono gli esseri umani. 

2. Qual è la cosa che NON faresti mai in pubblico? Anche se parlare in pubblico non mi crea problemi, ci sono tantissime cose che non farei in pubblico, si va dalle più scontate alle meno logiche.
Per esempio, mi imbarazza molto cantare in pubblico, anche se l'ho fatto qualche volta. Strano per una persona che si mette a fare comizi anche nei vagoni dei treni, no?

3. Qual è la follia più grande che vorresti fare? Vivere. Vivere a volte è davvero una follia. 
E poi io sono folle, a che mi serve pensare altre follie? 

4. Cosa pensi della magia e dell'esoterico? La magia secondo me esiste, ma non c'entra niente con quella che comunemente si ritiene tale. E sono una strega, in fin dei conti. 

5. Che rapporto hai con la religione? Sono una persona molto credente. Anche se non saprei quantificare quel molto. Non passo le mie giornate a pregare e non lo faccio nemmeno con una frequenza sufficiente, a mio avviso. Però la fede è una fonte di forza, vado in chiesa almeno una volta a settimana, mi piace dialogare con Dio e analizzare testi sacri. 
Parlo spesso di religione anche con atei e persone di altri credi e ritengo che il dialogo interreligioso sia molto importante, senza puntare a convertire o stressare nessuno.

6. "Meglio soli che mal accompagnati" o con qualcuno sempre e comunque? Sicuramente meglio soli. Non ammetto nemmeno lo spazio per il dubbio. 

7. Se dovessero rappresentare la tua vita, quale forma vorresti? Manga, film, telefilm o libro? Libro, un bel libro introspettivo. 

8. Supponiamo che la vita sia un film: quale ruolo senti di ricoprire? Il personaggio che si sente sempre un fallito mentre tutti dicono che farà strada (il finale non lo so ancora). 

9. Qual è l'emozione più forte che hai provato di recente e perché? (se risulta una brutta domanda, non sentitevi pressati! Saltatela pure!) Direi la paura. Per quanto riguarda il perché mi avvalgo della facoltà di non rispondere garantita dalla parentesi. 


10. Visione del mondo in "bianco e nero" oppure "sfumature di grigio"?
Decisamente in sfumature di grigio, basta che non siano cinquanta.

Spero di aver risposto bene! E ancora un grazie a Maria per la nomina (e non dire mai più che si starebbe meglio senza il tuo blog, eh!).



Come vi accennavo all'inizio di questo aggiornamento, però le nuove nomine sono due! La seconda viene infatti da Marco Lazzara.

Ed ecco qui le risposte anche alle sue domande!

1) Descriviti con una parola. Irrequieta.

2) Quale/i cose del tuo blog ti danno più soddisfazione? I commenti che ricevo dai lettori, le mail che ogni tanto arrivano da persone mai sentite che mi ringraziano per il lavoro che faccio. 

3) Quale/i cose del tuo blog cambieresti/vorresti fossero diverse? Vorrei avere più tempo da dedicargli e migliorarlo di più, ancora non sono soddisfatta. 

4) La cosa della blogosfera che ti piace di più e quella che ti piace di meno. Quella che mi piace di più è il trovare sempre qualcosa di nuovo da imparare e scritto da persone ben disposte al dialogo. Quella che mi piace meno è che c'è troppa gente che ragiona in base al tornaconto (cose stile io ti seguo se tu mi segui). 

5) Una tua frase tipica che ripeti spesso. Ce ne sono tantissime. Ne cito alcune: 
- Il temporale non può durare per sempre. 
- Che ansia!
- La gente mi perplime.
- Che vita di stenti.
- (assieme a Licia) Risplendiamo!
- ...

6) 3 cose di cui non puoi fare a meno. Se per cose si intendono i beni materiali, senza dubbio il mio computer. Le altre due dipendono dai contesti, credo. 

7) Il libro/film che ti ha cambiato profondamente. Se dico ancora Il piccolo principe sono banale, vero? E poi ci sono i soliti che cito sempre... per cambiare La via del guerriero di pace

8) Qual è il tuo più grande rimpianto culturale? Essermi lasciata chiudere in faccia troppe porte. Tornassi indietro lo rifarei perché in tutti i casi erano questioni di principio e io non sono in vendita, però forse avrei potuto lottare per veder porre fine certe ingiustizie, invece che farmi calpestare e poi andare via, chissà...

9) Un romanzo/racconto di un altro autore che avresti voluto scrivere tu. Qualcosa dei miei autori preferiti, di preciso non saprei. Se valgono le poesie, Il passero solitario di Leopardi. 


10) Immagina di avere una macchina del tempo che può portarti ovunque nel passato. Dove andresti? Torneresti nel presente? So esattamente dove andrei e per fare cosa. So anche che non lo farei perché cambierebbe tutta la mia vita e, per quanto possa tutto essere un casino, è pur sempre la mia vita e ciò che ho passato ha dato vita a quello che sono diventata. Non si può cambiare un evento senza sconvolgere tutti i successivi, quindi sicuramente tornerei nel presente, anche perché è uno dei periodi migliori della mia vita (nonostante ci siano tante cose che vanno male).

Chiudo questo lungo aggiornamento, con un caro ringraziamento anche a Marco, per la nomina e soprattutto per la sua preziosa collaborazione in questo blog!


Aggiornamento dell'8/11/2014
Passa qualche tempo e il Liebster Award torna a far parlare di sé. Questa volta (a fine ottobre) sono stata nominata da DramaQueen nel suo post Oops... I did it again... Liebster Award #2
Oltre a ringraziarla tanto e postare il nuovo logo del premio, ho pensato di rispondere qui alle domande che ha posto ai nominati, senza fare un nuovo post con tutte le varie clausole (mi pare un compromesso accettabile).

1. Se dovessi prendere il posto del protagonista di un libro, quale sceglieresti? Sono già troppo personaggio, a volte… però penso farei Jo di Piccole Donne, visto che di cose in comune ne abbiamo tante.

2. Credi nella casualità o in un disegno superiore? O in nessuno dei due? Io sono cattolica e credo che ci sia un disegno divino molto più grande di quello che ci è dato di comprendere. Credo però anche nel libero arbitrio che cambia e modifica il corso degli eventi. Credo che molte cose avvengano per caso solo perché non sappiamo capirne i motivi.

3. Ti affascina di più l'arte o la scienza? Direi l'arte, anche se entrambe hanno il loro fascino. Hanno però campi di applicazione diversi, quindi non saprei.

4. Nomina le tre caratteristiche che trovi più sgradevoli in una persona. L'ottimismo cieco, l'arroganza e la cattiveria.

5. Se potessi scegliere di trasferirti in un angolo qualsiasi del globo, dove andresti? Al momento? Esattamente dove sono ora… ma sono un'anima in pena alla ricerca del suo posto nel mondo, quindi domani chissà…

6. Qual è la canzone che ascolti più spesso in questo periodo? Non ce n'è una. Quando posso ascolto la radio, anzi, Radio Italia. Al momento cattura la mia attenzione, tra tante altre, Senza di te di Zibba.

7. Qual era il tuo gioco preferito, da bambino? Non ricordo, probabilmente qualsiasi cosa contenesse i pokemon o gli animali.

8. Quale stagione preferisci? L'autunno, non si vede dal blog? Ahah!

9. Meglio scrivere a computer oppure a mano? Assolutamente a computer. Senza alcun dubbio. Non scrivo nemmeno la lista della spesa a mano (lo so, sono un caso patologico).

10. Che rapporto hai con i social network? Li uso poco e quasi solo per promuovere il mio blog o quello di altri. Ho un profilo G+ e uno Twitter… al momento resisto a Facebook.

11. Hai mai pensato, per qualche motivo, di chiudere il tuo blog? Spesso e per varie ragioni. Prima o poi smetterò di pensarci… e lo farò.


E con questo ho risposto a tutte le domande di DramaQueen. La ringrazio ancora tanto per la nomina, scusandomi per l'assenza di un post solo per lei. 

Colgo anche l'occasione per segnalare che, più di una settimana fa, Spartaco Mencaroni ha pensato di citarmi tra i suoi link preferiti in un post sul Liebster Award. Quindi ringrazio anche lui!


Aggiornamento del 20/11/2014
Oggi mi prendo qualche minuto per ringraziare Maria Todesco per avermi nominata nel suo post Libester Award 2 del 12/11/2014 (e mi scuso per il ritardo!

Procedo ora rispondendo alle sue domande...

1) Qual è il sacrificio più grande che hai fatto per amicizia/amore? Mettere il bene dell'altro davanti al mio, perché altrimenti che amicizia/amore è?

2) Qual è il primo ricordo che hai della tua esistenza? Il primo bel ricordo è quello di mia sorella e mia madre che mi regalano un cagnolino di peluche, ma non so se il ricordo dipende da una foto vista oppure da una memoria effettiva.

3) Il primo libro che pensi di aver letto? Il piccolo principe, assieme a una zia. Quantomeno è il primo di cui ho memoria diretta.

4) La tua creazione più bella? (Così prendo tutta la varietà d'arti presente) Non saprei, sono molto severa con le mie creazioni. Per quanto riguarda la scrittura, probabilmente il libro che non ho mai finito. Per il resto, un quadro a punto croce con un primo piano di una tigre.

5) La materia migliore e quella peggiore nei tempi della scuola. Mi sono sempre piaciute quasi tutte le materie, in maggior misura la matematica e la letteratura. Tra le più odiate ci sono invece educazione fisica e disegno tecnico.  

6) Tra dire e il fare... c'è di mezzo la volontà.

7) La tua canzone "ossessione" del momento. Una sola? Difficile dirlo… A modo tuo di Elisa, ma solo perché è Disco Italia di questa settimana su Radio Italia, radio che io ascolto quanto più possibile. E poi è una canzone dolcissimissima!

8) Il ricordo più piacevole che conservi. Sguardi e sorrisi.

9) Giusto per non essere squilibrati, parla anche di uno dei più spiacevoli! No comment, sorry.

10) Cosa vorresti "tramandare" in quanto blogger? La passione per il blogging visto come impegno e cura del dettaglio.


11) Finiamo in allegria... Racconta una barzelletta!!! Non me ne viene in mente nessuna, però in genere mi piace raccontarle e… tendo a fare anche scenette ironiche improvvisate, quindi, Maria, la prima volta che ci vedremo ti farò ridere, non temere! Ahah! 

E con questo concludo, ringraziando ancora una volta Maria per avermi premiata e scusandomi per il ritardo con cui ho aggiornato questo post.


Aggiornamento del 30/04/2016
E poi anni dopo... la nomina di Cara Malù! Un grazie anche a lei. Ho risposto alle sue domande nei commenti del post. Questo è decisamente scaduto!
Ma, a grande richiesta (?!) ve le copio anche qui...

- Cosa vi fa ridere nonostante tutto?
Tantissime cose. Io rido per le cose più assurde, soprattutto quando ci sono in ballo i "nonostante tutto".

- Cane o gatto?
Gatto. Ho sempre avuto sia cani che gatti e adoro tutti gli animali, ma i gatti sono i miei preferiti. Mi piace il loro carattere.

- Dolce o salato?
Dolce. Se poi c'è del cioccolato dentro è ancora meglio.

- Cosa cambiereste di voi stessi?
Quasi tutto, ma poi non sarei più io.

- Cosa amate di voi stessi?
Non ho molta autostima, però di me amo che in un modo o nell'altro mi rimetto sempre in piedi.

- Meglio un uovo oggi o una gallina domani?
Una gallina domani che possa farmi un uovo tutti i giorni, così avrò fame solo oggi. Sì, mi piace pensare al futuro e, no, non mangerò la gallina.

- Mare o montagna?
Montagna, senza dubbi.

- Siete tipi da "pochi ma buoni" o da "più si è meglio è"?
Pochi ma buoni, anzi meglio pochissimi. Va bene anche "meglio soli che male accompagnati".

- Sognate ancora ad occhi aperti?
Sempre. Altrimenti si diventa vecchi dentro.

- Credete che qualcosa di straordinario sia possibile?
Le cose straordinarie accadono continuamente. L'ordinario è solo una parte delle nostre vite.

- Il vostro film Disney preferito è...?
Siamo seri: come posso sceglierne uno solo? Ne dirò cinque: "Il re leone", "La carica dei 101", "Gli aristogatti", "La spada nella roccia", "Lilli e il vagabondo" e... uff, perché ho detto "5"?!

Aggiornamento del 09/05/2016
Mi sa che anche nel 2016 non abbiamo finito... ringrazio per la nomina Ariano Geta! Ho risposto alle sue domande nei commenti del suo post.

Ma, a grande richiesta (?!) ve le copio anche qui...

-Cosa c'è alla fine dell'arcobaleno?
La pentola di monete d'oro, no? O forse la serenità. Due cose che non ho mai trovato davvero, insomma.

-Esistono gli alieni?
Dipende da cosa si intende per alieni... comunque direi di sì!

-Qual è la città più bella in Italia?
Non saprei... ho girato davvero troppo poco. Potrei dire la mia, ma sarei di parte. Diciamo che ho lasciato un pezzo di cuore a Recanati.

-Ti piace il tuo nome di battesimo?
Sì, mi piace.

-Uno scrittore che detesti?
Non saprei. Direi Shintaro Kago anche se è un autore di manga e non so se vale.

-Se si andasse sotto il parlamento coi forconi e si montasse la ghigliottina per decapitare tutti i politici, parteciperesti?
No, assolutamente no. Sono contraria alla violenza e non la considero una soluzione.

-La inventeranno un giorno 'la macchina del tempo'?
Forse sì, però non credo che la vorrei usare. Credo causerà molti problemi.

-Prosciutto crudo, cotto o mortadella?
Sono vegetariana e mi è difficile rispondere, però tra i tre mi piaceva di più il crudo.

-La cosa più folle che hai mai fatto?
Non posso dirla pubblicamente.
La seconda è stata cercare di essere felice, nonostante tutto.

-La cosa più assurda alla quale hai mai creduto?
Credere che le persone possano cambiare sempre in meglio.

-Meglio vincere un milione di euro o una rendita vitalizia da duemila euro al mese?
Preferirei una rendita vitalizia, però ho fatto due calcoli e dato che potrei vivere più di 41,6 anni (termine entro il quale raggiungerei il milione) forse non mi conviene. Inoltre, anche morendo prima, potrei lasciare un'eredita più consistente ai miei cari, quindi ritiro tutto ora, lo metto in un fondo e prelevo 2000 euro al mese per la mia rendita.


Aggiornamento del 17/05/2016
Ed ecco un'altra nomina! Ringrazio la carissima Elisa Elena Carollo del blog Drama Queen per avermi nominata e per avermi posto una sola domanda (ahah!).

Qual è la parola dimenticata che vorresti riportare immediatamente nell'uso comune?
È difficilissimo scegliere ma opto per "panegirico" perché è stata la prima parola salvata dal mio blog e quindi un po' le sono rimasta legata.

I post dei miei nominati
- Per il Liebster Award 

- Per il Boomstick Award 






Hanno parlato di questo articolo:






37 commenti:

  1. Guarda che,... http://aislinndreams.blogspot.it/2014/03/this-is-my-boomstick-award.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me l'ero proprio perso... perdono! Ora aggiungo un link nel post. Grazie mille!

      Elimina
  2. Grazie Romina sia per le gentili parole che per la nomina. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego, Nick! Mi fa piacere, lo sai.

      Elimina
  3. Grazie Romina, intanto rispondo alle domande in un commento, per il resto mi prendo tempo, sono soffocata dal lavoro e non so neanche se sono capace di fare un post come questo per continuare il "giro".
    1. Qual è il titolo del libro che ti rappresenta di più? Perché?
    “Il caffè in sospeso”, non so se conoscete l’usanza che c’è dalle mie parti di andare al bar a prendersi un caffè e lasciarne uno pagato per il primo disgraziato” che capiterà da quelle parti.
    Mi rappresenta per più di un motivo:
    - Sono di quelle persone a cui piace lasciare “la porta di casa sempre aperta”;
    - Amo la mia terra e le sue “stupide” tradizioni.
    2. C'è una frase (o più di una) che ripeti spesso e a cui tieni particolarmente? Se sì, ti va di dirla?
    Sì, è il più importante insegnamento che ho ricevuto da mio padre e, mentre inizialmente mi dava sui nervi, con la maturità ne ho capito il senso, La frase è:
    Se c’è rimedio che piangi a fare? E se invece non c’è rimedio, che piangi a fare?
    3. Qual è la frase che ogni volta che te la dicono ti infastidisce di più?
    È una frase tipica che usano i miei concittadini e che rappresenta un modo di vivere che a me non piace: “Che teng’ a vere’!” (è una specie di “non è problema mio”)
    4. Qual è l'attività o l'hobby che ti dà più soddisfazione? Perché?
    Amo camminare e incontrare le meraviglia. Preferisco le vie di montagna, ma non disdegno l’urban tracking (il cuore che batte, il respiro accelerato e di ossigeno nella testa sono sfide con me stessa che amo affrontare). Il perché è nelle sensazioni che mi restituisce questo tipo incontro, spiegarle non è facile. Come tutte le cose che m’incantano, il perché è nel “sentire”.
    5. Se potessi obbligarmi a cambiare una cosa nel mio blog, cosa mi imporresti?
    Assolutamente nulla, il blog ci rappresenta e il tuo rappresenta te, se cambiassi qualcosa e non per tua diretta “necessità”, perderebbe tutto il suo fascino.
    6. Per me il mio blog è… (completa la frase come preferisci riferendoti al significato che ha per te il blogging)
    Per me il mio blog è una creatura nata da me, bella o brutta che sia riesce a rendermi orgogliosa e anche se ce ne sono a miliardi di blog più belli e interessanti del mio, quella è la mia casa e mi piace assaje!
    7. Quando hai pianto l'ultima volta? e/o Quando hai riso davvero di gusto l'ultima volta? (Il perché qui è molto facoltativo e si può rispondere anche a una sola parte)
    Piango spesso, l’ultima volta ieri, leggendo una mail.
    Ho riso come una matta questa mattina venendo a lavoro (rigorosamente a piedi), quando un vecchio matto si è inginocchiato ai miei piedi e ha intonato una canzone napoletana d’amore (i matti li attiro tutti!)
    8. Qual è l'ultima cosa che ti ha fatto sentire davvero in pace con te stesso/a?
    Il racconto di una “verità” e riscoprirmi capace di accettarla per amore
    9. Trovi la lampada del genio e hai tre desideri … cosa chiedi?
    Riuscire sempre a saper dove guardare;
    Essere sempre forte e consapevole;
    Non permettere agli eventi dolorosi della vita di ipotecare le mie scelte di vita
    10. Scopri di essere dentro Matrix, scegli di continuare a saperlo e combattere il sistema o prendi la pillola per dimenticare e far finta di nulla?
    Durante il mio ultimo incarico in un ente pubblico mi avevano soprannominata Brunilde (dicevano che avevo il “piglio”) e il sistema lì l’ho combattuto senza paura, consapevole di come va il mondo e del prezzo che avrei pagato (e che ho pagato). E poi mi porto nel cuore la storia di Neda Soltan e se c’è qualcosa in cui credo non potrei mai far finta di nulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Delle bellissime risposte, Licia! Davvero belle. Soprattutto la 2, è una frase che piace molto anche a me, con mia scarsa capacità di applicarla, purtroppo.

      Mi permetto inoltre di sottolineare questa frase. "Non permettere agli eventi dolorosi della vita di ipotecare le mie scelte di vita". Una frase che anch'io ho cercato, a mio modo, di fare mia.

      Per quanto riguarda l'incapacità di stare zitti di fronte a qualcosa che non va... be', sono batoste, ma le batoste più belle!

      E, come sempre, viva i matti!

      Non preoccuparti per il post, non c'è fretta, ma sono assolutamente certa che tu sia in grado di scriverlo.
      Un abbraccio!

      Elimina
  4. Ho vinto un premiooooo? Ooooooh :)
    Ti ringrazio moltissimo, Romina! Sono davvero contenta che tu trovi utili i miei consigli!

    P.S. Usi il mio pseudonimo per tutelare la mia privacy o davvero non sai qual è il mio vero nome?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, il Boomstick Award!

      P.S. So il tuo vero nome, perché l'ho visto su G+, ma vedo che sul blog non lo usi mai, quindi tutelo la tua privacy.

      Elimina
    2. Accidenti, non ho tutelato a sufficienza la mia identità segreta! ;)
      In realtà non è tanto per la privacy (c'è anche una mia foto nel blog.. non dirlo troppo in giro XD) ma perché credo di sembrare più rispettabile così... Se tu mi conoscessi di persona, vedresti che non ho l'aspetto di una persona seria! Ahah :)

      Elimina
    3. Pensa che io invece ho l'aspetto di una persona seria e non lo sono! Questo è peggio, no? Ahahah! Tranquilla, la tua identità è al sicuro.

      Elimina
  5. Due premi in una botta sola! Non montarti la testa però, eh!
    ;-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehy, piano con le insinuazioni, eh! Ma io dico... sai chi sono io? Eh, lo sai? Ahahahah!

      Elimina
  6. Grazie per il boomstick! Lo avevo già ricevuto in mesetto fa. Questo è addirittura il sesto quest'anno! Vado ad editare il post!

    RispondiElimina
  7. Grazie Romina! Un premio ad entrambi i miei blog wow!! Spero di continuare a non annoiarti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho nominato sette blogger, quindi nominando te ho citato entrambi i tuoi blog , mi sembrava giusto, no? E poi non avrei saputo scegliere. No, non mi annoierai, tranquilla!

      Elimina
  8. Grazieeee!! Un premio, un premio!! Wow!!
    Le domande mi hanno divertito, sia quelle che ti sono state rivolte sia quelle che tu poni: spero di poter rispondere al più presto con un post fatto bene... e con 3 buone nomination!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prenditi i tuoi tempi e sono sicura che ne verrà fuori un post scoppiettante!

      Elimina
    2. Sono felice di aver letto le tue risposte! :)
      Questo post è sempre più lungo! ;) E be', la risposta alla prima domanda, dell'animale odiato, penso sia la più bella che io abbia letto. :D
      Anche se pure la 3 e la 10 mi sono piaciute moltissimo... per motivi alquanto diversi. :D

      Elimina
    3. Sono lieta che le risposte ti siano piaciute!
      Grazie.

      Elimina
    4. Ancora più in ritardo è avvenuta la mia lettura, ahahah! Grazie di aver risposto.

      Elimina
  9. Congratulazioni!!!!!!!!!!!
    Te lo meriti ampiamente!!!!
    E dalle risposte sembri un bel tipetto! Mi piace :D
    Un bocca al lupo per i tuoi progetti futuri e vedrai che ci incontreremo ;)

    P.S.: Il Norvegese delle Foreste *O* Lo adoro!!!

    RispondiElimina
  10. Incontrarti è nei miei progetti futuri, sappilo! Grazie e in bocca al lupo anche a te per tutto.

    P.S. Come si fa a non adorarlo?

    RispondiElimina
  11. Anche nei miei :)

    P.S.: Infatti. E' massiccio e allo stesso tempo elegante e sinuoso. E poi quel "delle Foreste"... la mia mente galoppa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E a breve succederà!

      P.S. Come ogni gatto, sa come carpirti il cuore.

      Elimina
  12. Rispondo (qui sotto) volentieri:

    1. "Mattatoio n.5" di Vonnegut, perché non sempre i perché esistono.
    2. Quisque faber suae fortunae.
    3. Qualcosa tipo: "Andrà meglio".
    4. Vale anche la lettura?
    5. Non saprei. È un blog molto personale, rischierei di snaturarlo.
    6. Una voce!
    7. Pianto, non ricordo. La risata probabilmente qualche settimana fa, ma non ricordo l'occasione. Sono un uomo senza memoria.
    8. Scrivere su un foglio i brutti pensieri e strapparlo, poi scrivere quelli belli su un altro e strapparlo anch'esso.
    9. Romina, i desideri non si rivelano... Restando sul citazionismo: saggezza, ricchezza e l'amore della donna più bella. Purtroppo credo che un djinn non sia in grado di dare l'ultima cosa e le altre due avrebbero un caro prezzo, per cui mi sa che ci metterei qualche secolo prima di decidere.
    10. M'impaludo nella mia indecisione, as usual.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per cominciare, la lettura vale sempre.

      Mi piace anche l'idea di scrivere i pensieri e strappare il foglio, credo abbia qualcosa di catartico, mi sa che devo provare.

      Non so cosa possano o meno fare i djinn però suppongo non possano interferire nel libero arbitrio altrui.

      E l'indecisione non ti accompagnerà per sempre, vedrai. (Ma non intendo dire la frase di cui al punto 3).

      Grazie per le risposte con tanto di uso della parola del mese.

      Elimina
  13. Arrivo un po' in ritardo, ma ci tenevo molto a ringraziarti :) Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non preoccuparti! Un abbraccio anche a te!

      Elimina
  14. Grazie per le tue risposte, Romina. Su Platone, può esserti forse di aiuto quanto lui scrive in una sua epistola: che non affiderebbe mai alla scrittura idee veramente importanti. In pratica portava avanti in parallelo due tipi diversi di insegnamento, uno più divulgativo che affidava alla scrittura e uno per gli iniziati che era esclusivamente orale. Questo può spiegare l'apparente contraddizione di cui parli.
    Qual è poi la frase cinica censurata della storia di Arianna e Teseo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per le domande!

      Be', Platone spiega la questione anche dicendo che lui hai scritto "dialoghi"... sono spiegazioni che mi lasciano perplessa!

      Se sai che fine fa Arianna, ti puoi immaginare a chi era rivolto il mio cinismo. Ahahah!

      Elimina
  15. Ti descrivi in modo letterario: bella Romina! :D

    RispondiElimina
  16. Ma così il post è diventato chilometrico!

    E sai che la domanda sui classici Disney avrebbe messo in crisi anche me? Non so se cinque titoli mi sarebbero bastati...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di non doverlo allungare ulteriormente! Ahah!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...