mercoledì 13 agosto 2014

"Infelicità", "Paura della felicità" e "Meritarsi la felicità": racconti in 200 caratteri (trilogia sulla felicità)

Tre racconti in 200 caratteri.

Ecco il post con i tre racconti in 200 caratteri di questo mese. Anche questa volta tento una trilogia! Dopo quella sulla fiducia, quella sui sorrisi, quella sui silenzi e quella sugli anniversari… ecco quella sulla felicità!


Infelicità
Il dolore l'aveva resa fredda. Il suo cuore si era chiuso per proteggerla da nuove delusioni e sofferenze. Funzionava, ma era caro il prezzo di quella corazza; un'infelicità costante, indelebile.

 Paura della felicità
La felicità a volte le passava davanti come nuvola spinta dal vento, ma non aveva mai fatto nulla per afferrarla. Può far paura la felicità, perché una volta che la si raggiunge si teme di perderla.

 Meritarsi la felicità
Non mi merito di essere felice, si ripeteva, mentre si ripiegava su di sé.
Innocente, si vedeva colpevole.
Un tormento lontano le scavava da sempre l'anima.
Poi nel silenzio una mano sulla sua…


Non c'è molta felicità in questa trilogia sulla felicità, vero? Ci sono tanto dolore, troppa sofferenza,  infiniti tormenti… be', la felicità cresce da lì, sappiatelo! E qui è tutta una potenzialità ancora da esprimere confinata nei puntini di sospensione…


6 commenti:

  1. Meglio che eviti di commentare sul significato dei racconti, se no passo sempre per la solita pessimista...
    Sono molto belli, comunque! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il "pessimismo leopardiano" è uno degli ingredienti che hanno accompagnato tutta la mia vita. Sono in un periodo strano ora, pieno di grandi ottimismi e di cupe ombre. Ogni tanto approfitto dei momenti "up" per scrivere qualcosa di meno deprimente e triste.

      Grazie mille!

      Elimina
  2. Mi sono piaciuti veramente tanto. La felicità attende solo noi, perché siamo noi che dobbiamo avanzare verso di lei e non lei che deve giungere a noi.
    Credo sia la trilogia che mi è piaciuta di più, anche a livello di senso del singolo racconto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se la felicità è un obiettivo, allora bisogna andare verso di lei.
      Se la felicità è un modo di compiere il viaggio, allora bisogna solo accettarla come compagna di strada.

      Grazie mille: sono felice che ti sia piaciuta!

      Elimina
  3. IL prossimo mese potresti fare una trilogia sulle trilogie...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...