sabato 13 dicembre 2014

"Natale", "Capodanno", "Epifania": racconti in 200 caratteri (trilogia sulle festività natalizie)

Tre racconti in 200 caratteri


Ecco il post con i tre racconti in 200 caratteri di questo mese. Anche questa volta tento una trilogia! Dopo quella sulla fiducia, quella sui sorrisi, quella sui silenzi, quella sugli anniversari, quella sulla felicità, quella sulle scelte, quella sulla fuga e quella sugli incontri… oggi trilogia sulle festività natalizie!


In effetti creando il programma del mese ho poco tenuto conto dell'arrivo del Natale... e io adoro il Natale! Solo che, quando scrivo il programma di dicembre, di solito è fine novembre e ancora non si respira troppo aria di festa, ma ora sì! E poi oggi è pure Santa Lucia e da dove vengo è quasi più sentita del Natale come festa.  Insomma, un post natalizio lo volevo proprio scrivere!

Natale
Luci, palline, fiocchi... Natale è il mio giorno preferito!  Vestito a festa, sono l'ospite d'onore! Tutti attorno a me sospirano per il mio splendore, per la mia allegria luminosa e contagiosa.

 Capodanno
La casa è deserta e triste. Mi manca persino il chiassoso vociare dei bambini. Sento nelle case vicine echi di brindisi e fuochi d'artificio, ma io resto solo nel buio di un salotto silenzioso.

 Epifania
Finalmente sono tornati a casa!
Ma che cosa fanno? Mi tolgono le decorazioni ed è come se me le strappassero da cuore. Ritorno chiuso nel mio cartone, silente e immobile fino al prossimo Natale. 


Anche se io preferisco il presepe all'albero di Natale, ho pensato che potesse essere interessante dar voce a un abete di plastica, scrivendo una sorta di suo diario in tre importanti giorni delle festività natalizie! Che ne dite?


 E con questo vi faccio anche i miei auguri di buone feste un po' in anticipo.


10 commenti:

  1. Idea molto simpatica, rappresentativa delle feste... Come si dice, "passata la festa, gabbato lo Santo"

    RispondiElimina
  2. Il mio spirito natalizio è molto da Grinch, quest'anno, e ciò mi impedisce di apprezzare anche lo spirito della tua trilogia... Ma vedrò di fare qualcosa per migliorarlo.
    E, già che ci sono, devo anche fare in modo di non ritrovarmi sola come il tuo abete, a Capodanno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrò di fare qualcosa per il tuo spirito da Grinch... sarà la mia missione di questo Natale!

      Per Capodanno non ho ancora pensato a niente. L'anno scorso non sono nemmeno uscita da camera mia e ho lavorato al pc, tenendo aperta la chat con un paio di amici... ma ero proprio di pessimo umore. Quest'anno magari sarò meno asociale, vediamo!
      Nessuno dovrebbe fare la fine dell'abete! Soprattutto tu!

      Elimina
  3. Ciao Romina, bella l'idea del trittico, ti faccio i complimenti ti sono venuti bene! Buone feste anche a te!

    RispondiElimina
  4. Finalmente l'ho letta!
    Bella. Sembrerò sciocca, ma mi sono venuti un po' di brividi, quell'albero mi ha fatto tanta tristezza. D:
    A casa mia quest'anno nemmeno ci sarà, mia mamma insiste che non abbiamo spazio e che non ha voglia di riportare alla luce gli addobbi. XD
    Però dai, di solito dovrebbe essere più allegro... In molte famiglie entra a far parte delle foto e viene ricordato e atteso da Natale a Natale... ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto malinconico, vero?

      Peccato che tu non abbia un albero quest'anno! Addobbarlo è una grandiosa distrazione...

      Elimina
  5. Fino a due anni fa, tra le decorazioni dell'albero c'era (e c'era stato per 25 anni almeno) anche un pupazzetto del Tenerone. Due natali fa mia mamma l'ha buttato via. Non sai che rabbia, un pezzo di infanzia andato via così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che cosa triste! Non si può fare una cosa del genere, assolutamente no...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...