mercoledì 3 dicembre 2014

Affabulare: la parola di dicembre 2014

a
Oggi è il 3 del mese e, anche questo ultimo mese dell'anno, torna la rubrica Una parola al mese. Nel 2014, a gennaio ci siamo occupati di favella, a febbraio di aleatorio, a marzo di baluginare, ad aprile di impaludare, a maggio di bigio, a giugno di procrastinare, a luglio di trasecolare, ad agosto di pedissequo, a settembre di arzigogolato, a ottobre di stentoreo e a novembre di pletorico. Ora è tempo di parlare della parola affabulare.

Questa parola è stata scelta dal vincitore del concorso di racconti di 200 caratteri con la parola pletorico, Spartaco Mencaroni con la seguente motivazione:
Mi pare che si presti ad un concorso di narrativa, se pur mignon.
Inoltre mi ha lasciato una citazione poetica molto bella per la sezione dedicata (ma ve la dico tra un momento).


In questo post, cercherò di spiegarvi etimologia, definizione e tante altre cose relative a questa parola, come ormai è usanza della rubrica.

Etimologia della parola
La parola affabulare deriva dal francese affabuler (a sua volta tratto da affabulation, cioè affabulazione). Questi termini derivano a loro volta dal latino fabula, cioè favola.

Tra l'altro questo mi fa venire in mente che i termini fiaba  e favola sono spesso confusi tra loro, ma ne ho già parlato e non mi dilungo qui.
In estrema sintesi la favola in genere prevede la presenza di animali e contiene un messaggio morale. Per estensione il termine si può usare per qualunque narrazione fittizia (ma solo per estensione, eh).

Anche da ciò derivano poi i significati che stiamo per scoprire…

Definizione
  • (letteralmente) Esporre, presentare in forma di favola, sviluppare in un intreccio o in un'azione scenica
  • (per estensione) Riferire, esporre, descrivere, favellare, narrare
  • (per estensione) Parlare, raccontare in modo sapiente, piacevole, accattivante
  • Avvolgere in una trama illusoria, ingannare


Pronuncia, forme, eventuali derivati
La parola affabulare si pronuncia con l’accento tonico sulla terza a [af-fa-bu-là-re].

Si tratta  di un verbo transitivo, che richiede l'ausiliare avere.

Da questa parola deriva anche il sostantivo femminile affabulazione, cioè l'affabulare, l'intreccio dei fatti e degli eventi che costituiscono la trama di un'opera letteraria.
Esiste inoltre la parola affabulatore, sostantivo per indicare colui che affabula. [Grazie Elisa!]

Frasi d’autore
La prima (e sola) citazione, questo mese, viene dritta dritta da Spartaco Mencaroni (grazie!), colui che ha scelto la parola del mese. Si tratta di un verso tratto da Notizie dall'Amiata di Eugenio Montale, una poesia che fa parte della raccolta Le occasioni.
[…] La vita 
che t'affabula è ancora troppo breve
se ti contiene! […]
Eugenio Montale in Notizie dall'Amiata (raccolta: Le occasioni)

Se ne avete altre, come al solito, vi aspetto!


Qualche esempio
Ora inserisco qualche breve frase scritta da me con la parola affabulare.

  • Il venditore affabulava il suo pubblico durante la televendita.
  • I burattini si muovevano rapidi nel teatrino e la voce del burattinaio affabulava i bambini.
  • Affabulò tutta la platea, trasformando il noioso resoconto di bilancio in un piacevole discorso.



Un racconto di 200 caratteri
E ora un mio racconto in meno di 200 caratteri con la parola affabulare.

Promesse vane 
Erano assurde le sue promesse, vane, perché prive di ogni possibilità di divenire concrete, eppure le sue parole l'affabulavano e lei nemmeno per un istante dubitò della sua buona fede.

Per la serie se fidarsi è bene, non fidarsi è sempre meglio

I sinonimi non esistono
La parola del mese ha tanti significati, alcuni dei quali anche contrastanti, dato che passa dal raccontare in modo piacevole e accattivante  all'ingannare. Il suo legame con il termine favola, lo rende però particolare, sia come senso etimologico/letterale sia a livello sonoro. Indubbiamente non sostituibile, se non a prezzo della perdita di alcune sfumature, con termini come esporre, raccontare…

Scopo dell’iniziativa
E si riparte con le tanto amate clausole…

Io mi impegno a usare questa parola in almeno un post durante il mese.
In tali post evidenzierò in modo evidente la parola affabulare, inserirò questa immagine e questa dicitura (con il link a questo post):




Questo post partecipa all’iniziativa Una parola al mese. La parola di dicembre 2014 è affabulare (al link maggiori informazioni).






 Chi vuole partecipare all’iniziativa deve segnalarmi in un commento il post (o i post) in cui ha utilizzato la parola (sono validi tutti i post fino al 31/12/2014 compreso). Volendo potete anche inserire l’immagine di questo post e il link, ma non è indispensabile: l’importante è che la parola rimbalzi di blog in blog il più possibile. Maggiori informazioni le trovate nel post che introduce la rubrica Una parola al mese (lì c'è anche l'elenco completo delle parole che ho adottato).

Nella barra laterale del blog, per il mese di dicembre, ho già inserito la nuova immagine per accedere direttamente a questo post, così che possiate trovarlo con facilità.

Il concorso
Come ogni mese, parallelamente all'iniziativa, parte il concorso per racconti di massimo 200 caratteri contenenti la parola affabulare.
Aprirò il post dedicato al concorso domani (quindi non mettete i racconti nei commenti qui sotto) e avrete tempo fino al 22 dicembre. Il racconto deve essere lasciato secondo le indicazioni fornite e non firmato, così non mi accuserete di fare preferenze. Poi il 23 decreterò il vincitore che potrà scegliere la parola di gennaio tra un mio elenco di dieci parole o proponendone lui direttamente purché rispettino le poche regole spiegate nel post introduttivo. A quel punto ognuno potrà dire quale era il suo racconto, così aggiungerò i vostri nomi nel post.

E con i punteggi di dicembre sapremo anche chi sarà il vincitore o la vincitrice del torneo! Domani vi presenterò la situazione aggiornata dei punteggi.

Sperando di avervi affabulati almeno un po' con questo post (nel senso buono del termine, ovviamente), vi saluto!

E ora un ringraziamento a chi ha partecipato per salvare pletorico:
 Nel post dedicato a pletorico trovate le frasi tratte dai post qui citati che contengono la parola pletorico. Ringrazio i due soli partecipanti.
Io ho usato la parola in un solo post, ma due volte e con significato diverso: Lapalissiano, pleonastico e tautologico  (25/11/2014)
Il concorso per i racconti questo mese non è stato molto seguito (i primi tre racconti sono stati segnalati).
Grazie a tutti per la partecipazione! E partecipate in tanti il prossimo mese, mi raccomando!



Elenco sempre aggiornato dei post partecipanti all’iniziativa 


[...] Bisogna stare attenti, però, a scegliere una scuola seria e a non farsi affabulare da tutte le pubblicità che girano nel settore e che promettono di rendervi attori famosi in un lampo! [...] 



[...] Insomma, avrei voluto affabularvi con il mio monologo, ma oggi non sarà possibile. [...]



Aggiornamento per segnalazione in ritardo: 

[...] Mi affabulavano le carole e le risa Desideravo anch'io poter raccontare Con piccole magie incantare Tra un baluginare dell'algida neve E una pletora di sgargianti regali. [...]



Hanno parlato di questo articolo:





10 commenti:

  1. Caspiterina! Questa sì che mi piace come parola :)

    RispondiElimina
  2. Io conoscevo "affabulatore", sempre per merito di zio Paperone :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero! Lo aggiungo tra i derivati!

      Eh, questo zio Paperone! Pare proprio che i fumetti ormai non mi scollino più di dosso! Ahaha!

      Elimina
    2. Te misera e tapina! ;)
      Le storie di Topolino hanno una ricchezza lessicale da non sottovalutare.

      Elimina
    3. Qualche giorno fa stavo leggendo "Fantomius" e pensavo esattamente la stessa cosa!

      Elimina
  3. Per me affabulare ha sempre preso una connotazione negativa, però è certo una bellissima parola.
    Ci sono alcune parole sbagliate, ma te le concediamo, che mi sento una rompipalle! XD Questo mese sono certa di partecipare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però non me le concedo io, quindi ora cerco di sistemare.

      Grazie per la futura certa partecipazione!

      Elimina
  4. Questo post era triste perché voleva comparire anche lui sul tuo blog, così gli ho detto che poteva partecipare a "Una parola al mese" ;)
    http://it-drama-queen.blogspot.it/2014/12/come-si-diventa-attori.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto benissimo: non si può mica lasciare un post tutto triste, no?

      Grazie mille!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...