domenica 15 febbraio 2015

"Uno scontro accidentale [...] può portare a un bacio?" di Shintaro Kago - Un libro in due #1 - 700° post

Comincia oggi, una nuova rubrica. Come da tradizione del 15 del mese si tratta di un video e, visto che Certa gente mi perplime è andata in pensione, i mesi pari necessitavano di una nuova invenzione.
Be', aspettatevi qualcosa di abbastanza folle, anche perché bisogna festeggiare il raggiungimento del mio 700° post

La nuova rubrica è Un libro in due e consiste in video recensioni a due voci. Da ciò potete chiaramente dedurre che non sono da sola in questa follia, ma mi accompagna il fidato blogger Salomon Xeno che avete imparato ad apprezzare con Argonauta Xeno prima e Il pozzo e lo straniero poi.


Con questi brevi (?!) video speriamo di regalarvi qualche sorriso, perché l'ironia salverà il mondo e abbiamo deciso di parlarvi di libri a modo nostro, con il sorriso e qualche battuta, in una sorta di sit-com libresca.

Data la mia scarsa propensione per apparire in video, ero un po' scettica, ma eccoci qui.
Ah, attenzione, questo video non è recitato e non è in dizione, motivo per cui mi sono vergognata troppo per metterlo sul mio canale (che uso anche per lavoro), quindi lo trovate su quello di Salomon. Dal vivo purtroppo sono così, sappiatelo!

Oggi vi parliamo di un manga, caratterizzato da nonsense estremo, che prende di mira le ossessioni giapponesi: Uno scontro accidentale sulla strada per andare a scuola può portare a un bacio? Di Shintaro Kago (edizione Hikari).




Fateci sapere cosa ne pensate, noi intanto ci siamo divertiti e, a parte la drammatica fine della mia carriera come videoblogger impegnata, non sono pentita! 

P.S. Ringraziamo le vittime sacrificali che si sono sorbite in anteprima il nostro video: Elisa Elena Carollo, The Obsidian Mirror e Camilla P.
Un grazie a tutti e tre per la visione e gli utili commenti!

15 commenti:

  1. Sono onorata di essere stata scelta come beta-tester! Che dire... Aspetto le prossime recensioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per aver incoraggiato questa nuova follia!

      Elimina
  2. Manga e Anime sono al di là dei confini del mio universo quindi non avrei mai potuto imbattermi in questa kagata.
    Complimenti però per l'iniziativa. Two stars are born :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono al di là dei confini dell'universo anche per me... la vita trova sempre il modo di "fregarti"! Ahaha!

      Grazie!

      Elimina
  3. Ahah ma che vittima sacrificale, l'ho fatto con piacere :) E sai già che sono curiosa di vedere i prossimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il prossimo sarà il 15 aprile... e stiamo già "discutendo" sul titolo da scegliere! Ahah!

      Elimina
  4. Ah ah! io invece lo conoscevo già Shintaro Kago U_U.
    Per chi non lo conosce, superare il primo impatto, ma anche il secondo e forse il terzo :D, è molto difficile, a meno che non si siano visti anime e letti manga sulla tipologia di Berserk, che sono molto più forti dei disegni di Kago.
    Complimenti a Romina per il 700° post e una standing ovation (ma sì! esageriamo XD) ad entrambi per la video recensione: "semplice", carina e divertente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Berserk però ha una storia. Noi eravamo preparati a una certa dose di sangue, però ci ha lasciati perplessi il nonsense "estremo". Per curiosità, cosa hai letto di Shintaro Kago?

      Elimina
    2. @Michele: Per quanto mi riguarda, non avrà una seconda possibilità. E, come ha detto Salomon, il problema non è stato il sangue, ma il "nonsense" (ma un pochino anche il sangue, dai... ahah!).

      Elimina
    3. Specifico che le opere di Kago non mi piacciono, non mi fanno ribrezzo perché sono troppo nonsense, al contrario dei manga alla Berserk le cui scene sono verosimili e per tale motivo schifose ma anche affascinanti :D.
      @Salomon: Kago l'ho conosciuto in un forum dedicato ai manga giapponesi, era presente nella sezione "guro" con varie tavole e con una storia completa, mi sembra di ricordare, "Shine! Greater East Asia Co-Prosperity Sphere". Ho guardato su wikipedia perché non mi ricordavo il titolo esatto e illustra una seconda guerra mondiale in cui i mezzi militari sono biomeccanici, fatti con corpi di donne.

      Elimina
    4. E con questa tua precisazione, Shintaro Kago perde anche l'ultima infinitesimamente piccola possibilità di finire di nuovo tra gli autori da leggere per quanto mi riguarda...

      Elimina
  5. E' stato un piacere ed un privilegio poter vedere questo divertentissimo filmato in anteprima.
    E siete stati anche bravissimi: mi avete convinto a recuperare questo "Scontro accidentale"! Deve essere bellissimo, soprattutto le parti relative ai bulbi oculari e agli arti mozzati.... ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi però non ti lamentare con noi se non ti piace, ok?
      Siamo intesi! Ahahah! Buona lettura!

      Elimina
  6. Mi sono incuriosita e ho cercato in rete le opere di Shintaro Kago.
    Un possibile antecedente è Hans Bellmer, me lo ha ricordato. Il che non è tranquillizzante! Però le arditezze grafiche mi piacciono assai *__*
    Bravi, il video è divertente e si segue con piacere! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le sperimentazioni grafiche di questo volume sono il (solo!) pregio che può spingere a leggere questo libro, secondo me.
      Non conosco Hans Bellmer, ma io so ben poco di questo argomento.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...