sabato 6 giugno 2015

Tignoso: concorso per racconti di 200 caratteri

Come vi ho annunciato qualche giorno fa nel post della rubrica Una parola al mese dedicato alla parola di giugno che è tignoso, apro questo post in cui potete postare i vostri racconti di massimo 200 caratteri contenenti la parola del mese.


Il mio, apparso nel post di pochi giorni fa, è questo:
 Il conto
Quando arrivò il conto, il tignoso andò in bagno, ma i suoi amici, stanchi di pagare sempre per lui, se ne andarono dal ristorante lasciandolo in balia del cameriere.

Vi ricordo di postare i vostri racconti in modo anonimo ed entro il 22 giugno, poi il 24 ci sarà un post con il vincitore che avrà il diritto di scegliere la parola di luglio tra quelle di un mio elenco o di proporne un’altra con certe caratteristiche.

Come sapete, quest'anno ci sono due tornei, quindi ora vi presento le due classifiche, aggiornate a fine maggio.

Punteggi del torneo Racconti
  • Spartaco Mencaroni: 25
  • Michele Scarparo: 9
  • Seme Nero: 5
  • Patricia Moll: 3
  • Iara R.M.: 2
  • Enrico: 1


Punteggi del torneo Sostenitori di Una parola al mese
  • Spartaco Mencaroni: 25
  • Maria Todesco: 16
  • Elisa Elena Carollo: 16
  • Michele Scarparo: 8
  • Patricia Moll: 4
  • Anna Maria Fabbri: 3
  • Cara Malù: 3
  • Seme Nero: 3
  • Iara R.M: 2
  • Donata Ginevra: 1
  • Enrico: 1
  • Salomon Xeno: 1


Vi ricordo che per questo torneo si guadagnano tre punti per un post (sei in caso di due post) e uno se si partecipa al concorso del mese.

Spero che i punteggi siano corretti, ma, se riscontrate qualche errore, non esitate a segnarmelo!

Date un’occhiata al post su tignoso e, se vi va, sostenete l’iniziativa con un raccontino! E vi ricordo che potete scrivere anche un post con questa parola e segnalarlo per aderire.

I vincitori del concorso avranno punti per il Torneo Racconti, mentre tutti avranno punti per il Torneo Sostenitori di Una parola al mese (un punto per chi invia almeno un racconto e 3 o 6 per chi scrive post dedicati, tutte le clausole nel post su tignoso).

Insomma, non siate troppo tignosi con il vostro prezioso tempo e dedicatene un po' alla salvaguardia di questa povera parola!

Buona partecipazione!



Elenco dei racconti partecipanti 

Pane
Stringeva un pezzo di pane. Guardò il piccolo allungare le scarne braccia, a chiedere pietà.
Il tignoso proseguì. Suoi il pane e i soldi.
Un rabbioso dono il ferro arrugginito piantato nella schiena.

Senza titolo (01)
Non ne poteva più. Era diventato TIGNOSO all'eccesso. Soprattutto in amore. Mai una carezza, mai un bacio. Quanto ai regali ancora di più.
Gli aprì il portafogli. C'era abbastanza per un weekend alla spa.

La madre
Animo sereno, cuore lento all'ira, lingua tignosa di giudizi. Ci mostrò la vera forza: la chiamava compassione.

Il bambino e le stelle
Scrutava quella vastità silenziosa, volto a cercare una stella cadente. Ma queste, Tignose, non cessavano di brillare.
Poi, una piccola gemma illuminò il suo sguardo prima di svanire col suo desiderio.

Ti voglio male, tignoso.
T'ignoro, ignavo tignoso. Ignudo di sentimenti fai lo gnorri, ignobile ignorante degli altrui bisogni; ignifugo all'empatia ti fingi agnello, ma ogni volta t'inietterei nel gagno dei diavoli.

Invito a cena con delitto
La invitò a cena; fu tignoso e pretese di dividere, ma il suo sorriso era un'istigazione a delinquere. Per non parlare dei pettorali. A volte bisogna saper scegliere con chi complicarsi la vita.

Difetti
Lasciò cadere lo scalpello il tignoso.
Quanto era imperfetta la realtà per la sua arte!
Ci pensò. Ecco l'idea per la sua collezione; avrebbe reso merito a ogni difetto.

Una relazione devastante
La mia vita è un cadavere lacero, il campo di una disfatta. Nell’animo, brandelli tignosi di nuvole livide penzolano nell’aria senza vento. Della tua tempesta, detesto anche le rovine.

Ideale
Troppo Tignosa per accettare che la vera felicità fosse altrove, fabbricò l'ennesima illusione, riducendo se stessa all'ideale di donna che lui desiderava.

Saggezza post-elettorale
Agli squilli di fanfara drizzò il collo tignoso; seguiva il comizio, ma poi il suo naso fu raggiunto dall'olezzo di un cartoccio di pesce, e il vecchio gatto se ne andò, dondolando la schiena sinuosa.

Il quadro
La mano danzava incessante.
Ispirazioni in movimento si fissavano sulla tela.
Ogni nuovo tocco era un dettaglio.
Tignoso, perfezionò ciascun particolare del suo dipinto

Al di là della linea d’ombra
Un giorno ti sveglierai lontano, senza sapere di esserti messo in cammino. Guarderai il cielo, immobile e sconfinato; e saprai come quel legaccio tignoso, che ti inchioda a terra, ti tiene in vita.



Hanno parlato di questo articolo:



34 commenti:

  1. Ciao! Vorrei partecipare, esattamente cosa devo fare? In che senso devo postare in modo anonimo? Se c'è un link con le regole dimmelo eh, così non faccio domande inutili.
    (Tipo adesso ho postato questo commento come Anonimo... dovrei fare lo stesso con un racconto da 200 caratteri con dentro la parola tignoso?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, esatto. Scusa se ti rispondo solo ora.
      Ti basta fare come hai fatto con questo commento, inserendo un racconto di 200 caratteri massimo che contenga la parola del mese.

      Elimina
  2. Pane

    Stringeva un pezzo di pane. Guardò il piccolo allungare le scarne braccia, a chiedere pietà.
    Il tignoso proseguì. Suoi il pane e i soldi.
    Un rabbioso dono il ferro arrugginito piantato nella schiena.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un'immagine molto forte e incisiva.
      Grazie per la partecipazione!

      Elimina
  3. Non ne poteva più. Era diventato TIGNOSO all'eccesso. Soprattutto in amore. Mai una carezza, mai un bacio.
    Quanto ai regali ancora di più.
    Gli aprì il portafogli. C'era abbastanza per un weekend alla spa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una piccola vendetta personale? Ahahah!
      Grazie per il racconto!

      Elimina
  4. La madre

    Animo sereno, cuore lento all'ira, lingua tignosa di giudizi. Ci mostrò la vera forza: la chiamava compassione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, le madri... quante cose hanno dentro!
      Grazie per la partecipazione!

      Elimina
  5. Belli i racconti... ma solo tre??????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con calma, Patricia! Ahah! Mancano ancora un po' di giorni... io spero sempre che i partecipanti aumentino!

      Elimina
  6. Il bambino e le stelle

    Scrutava quella vastità silenziosa, volto a cercare una stella cadente. Ma queste, Tignose, non cessavano di brillare.
    Poi, una piccola gemma illuminò il suo sguardo prima di svanire col suo desiderio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai si avvicina il periodo delle stelle cadenti!
      Grazie per la partecipazione!

      Elimina
  7. Ti voglio male, tignoso.

    T'ignoro, ignavo tignoso. Ignudo di sentimenti fai lo gnorri, ignobile ignorante degli altrui bisogni; ignifugo all'empatia ti fingi agnello, ma ogni volta t'inietterei nel gagno dei diavoli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si potrebbe usare questo racconto per spiegare le allitterazioni!
      Grazie per la partecipazione.

      P.S. Scusate tutti il ritardo con cui rispondo ai commenti di questo post...

      Elimina
  8. Gnau!!!!
    Volevo scrivere Wow ma poi ho pensato che non fosse in tema col racconto... :)))
    Carinissimo!!!!


    ps Romina, ricondivido il post!

    RispondiElimina
  9. Invito a cena con delitto

    La invitò a cena; fu tignoso e pretese di dividere, ma il suo sorriso era un'istigazione a delinquere. Per non parlare dei pettorali. A volte bisogna saper scegliere con chi complicarsi la vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben fatto. Non vedo perché gli uomini si ostinino a voler offrire. Meglio dividere ed essere alla pari.
      Grazie per il racconto!

      Elimina
  10. Ciao Romina, qui ho messo il post con la parola TIGNOSO sul mio blog

    TIGNOSO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena riesco do un'occhiata, intanto grazie mille!

      Elimina
  11. Difetti

    Lasciò cadere lo scalpello il tignoso.
    Quanto era imperfetta la realtà per la sua arte!
    Ci pensò. Ecco l'idea per la sua collezione; avrebbe reso merito a ogni difetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra un'ottima filosofia. Condivido!

      Grazie per la partecipazione!

      Elimina
  12. Una relazione devastante

    La mia vita è un cadavere lacero, il campo di una disfatta. Nell’animo, brandelli tignosi di nuvole livide penzolano nell’aria senza vento. Della tua tempesta, detesto anche le rovine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto poetico!
      Grazie mille per la partecipazione!

      Elimina
  13. IDEALE

    Troppo Tignosa per accettare che la vera felicità fosse altrove, fabbricò l'ennesima illusione, riducendo se stessa all'ideale di donna che lui desiderava.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, succede fin troppo spesso purtroppo.
      Grazie per il racconto!

      Elimina
  14. Saggezza post-elettorale

    Agli squilli di fanfara drizzò il collo tignoso; seguiva il comizio, ma poi il suo naso fu raggiunto dall'olezzo di un cartoccio di pesce, e il vecchio gatto se ne andò, dondolando la schiena sinuosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I gatti sono sempre i migliori!
      Grazie per la partecipazione!

      Elimina
  15. IL QUADRO

    La mano danzava incessante.
    Ispirazioni in movimento si fissavano sulla tela.
    Ogni nuovo tocco era un dettaglio.
    Tignoso, perfezionò ciascun particolare del suo dipinto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deve essere bellissimo saper dipingere! Purtroppo mi devo "accontentare" della fotografia per giocare con i dettagli.

      Grazie per la partecipazione!

      Elimina
  16. Al di là della linea d’ombra

    Un giorno ti sveglierai lontano, senza sapere di esserti messo in cammino. Guarderai il cielo, immobile e sconfinato; e saprai come quel legaccio tignoso, che ti inchioda a terra, ti tiene in vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto introspettivo, mi piace.
      Grazie per il racconto!

      Elimina
  17. La vedo dura votare!!! Sono uno meglio dell0altro questi racconti!
    Buon lavoro Romina.... :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è ancora qualche ora di tempo, poi però dovrò decidere e, sì, non sarà facile...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...