sabato 21 maggio 2016

Luna di miele

Luna di miele: un significato dolcissimo!

Oggi vi voglio parlare di un'espressione davvero molto comune. Si tratta di luna di miele.
Sono certa che tutti sapete di che si tratta, ma sapete da dove ha origine questa espressione? Scopriamolo insieme!


Quando si dice?
In genere si usa l'espressione luna di miele per indicare il viaggio di nozze, cioè il viaggio che una coppia appena sposata fa per festeggiare il proprio matrimonio.

È una frase che però si può usare anche, per estensione, per parlare di un periodo particolarmente felice della vita di una coppia, soprattutto agli inizi, magari per dire che eh, finirà prima o poi la luna di miele.

Facciamo un esempio pratico. Un'amica che sa che vi state per sposare può chiedervi: «Ma dove andate in luna di miele?».

Un controsenso
Luna di miele è un'espressione molto dolce, però io ho sempre pensato che il miele sia un po' troppo appiccicoso, cosa che non mi piace molto e mi fa pensare a una dimensione sdolcinata dell'amore. Ma questo prima di sapere l'origine del termine…

L’interpretazione più convincente
L'espressione probabilmente deve la sua origine al primo mese di matrimonio, mentre il miele secondo alcune fonti, fa riferimento alla dolcezza e tenerezza del periodo successivo al matrimonio, facendo capire che solo la prima luna (mese) sarà di miele, poi la felicità iniziale diminuirà presto.

Questa interpretazione è la più semplice e non so bene se sia la più convincente ma è quella che secondo me più si associa al significato odierno e alle tradizioni a cui tutti siamo abituati.
Ora però faremo un bel viaggio nel passato e in rituali e usanze molto affascinanti e suggestive!

Altre interpretazioni
L'espressione, secondo alcuni, deve la sua origine al primo mese di matrimonio e all'idromele, una bevanda alcolica a base di miele ottenuta per fermentazione che era quella più usata per celebrare un matrimonio. Secondo le antiche tradizioni della cultura norrena, dopo il matrimonio gli sposi passavano un mese da soli consumando ogni giorno idromele.  

Secondo altre ipotesi, l'espressione risalirebbe ai tempi di Babilonia, quando era tradizione regalare alle coppie di sposi una quantità di idromele sufficiente per un mese, perché si riteneva che fosse una bevanda in grado di garantire fertilità. L'origine babilonese è tutt'altro che certa, fatto sta che l'usanza di regalare idromele agli sposi era comune nell'antica Roma e nel Medioevo e un'origine così antica potrebbe spiegare perché questa espressione è presente in molte altre lingue con lo stesso significato (per esempio, honeymoon in inglese, lune de miel in francese).

Un'altra ipotesi ha origine sempre nel periodo medioevale: quando una famiglia cedeva in matrimonio una donna dava in dote del miele (simbolo di ricchezza), però in questa versione si perde un po' il significato del termine luna (utilizzato per indicare il ciclo di 28 giorni di una donna, proprio come quello della luna) dato che si usa l'espressione per indicare la prima notte di nozze, passata in compagnia del miele.

Invece, secondo gli Esbat, rituali legati alle fasi lunari, la luna del miele è un momento ricco nella natura, dedicato ai cambiamenti in positivo e che invita a prenderci le nostre responsabilità, motivo per cui potrebbe essere un periodo propizio per celebrare un matrimonio. In questo caso, dunque, la luna di miele più che il periodo successivo al matrimonio diventa un buon momento per celebrarne uno!

Se pensate alla luna di miele come un periodo di riposo dopo l'organizzazione di un matrimonio, sappiate che nella Bibbia questo periodo è di addirittura un anno! Si legge infatti nel Deuteronomio che:
«Nel caso che un uomo prenda una nuova moglie, non deve andare alle armi, né gli si deve imporre alcun'altra cosa. Deve rimanere esente nella sua casa per un anno, e deve far rallegrare la moglie che ha preso».

Conclusione
Spero anche oggi di avervi fatto scoprire qualcosa di nuovo!

Sono stata molto indecisa sul parlarne o meno nel blog, perché non mi piace parlare di cose troppo personali, ma… ho scelto di scrivere questo post oggi per una ragione molto importante. No, tranquilli, mica sono in luna di miele e ve lo dico così, vi pare? Sono una persona seria, no? Oggi mi sposo, per la luna di miele parto lunedì! Questo è il motivo per cui potrei non riuscire a rispondere ai vostri commenti per un po' (ve l'ho accennato all'inizio del mese).

Scusate se ve lo dico così, magari ne riparlerò, magari no, ma non potevo far finta di niente. Per il momento lo faccio passare in sordina, vediamo se avete letto con attenzione tutto il post! Ahahaha!

Detto questo, io tra poco parto per la luna di miele, ma voi avete mai usato questa espressione? Se sì, quando?



32 commenti:

  1. Sono felice per voi: congratulazioni e tanta felicità! :D

    RispondiElimina
  2. Infatti negli Esbat la Luna del Miele avviene in giugno. Il nome giugno deriva da Giunone, dea protettrice dei matrimoni. Non so se è per questo che si dice Luna di Miele, ma è un associazione che ho fatto tempo fa.
    E a proposito, tantissima felicità!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un'associazione di idee molto interessante e probabilmente qualche fondamento c'è.
      Grazie mille per gli auguri!

      Elimina
  3. Che dire? Metto per l'occasione da parte la mia anima cinica e disincantata? Ma sì, dai.
    Congratulazioni, buon viaggio e figli... di qualunque sesso siano!

    P.S: Bello anche tutto il resto di 'sto post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Ivano. Da un'anima cinica e disincantata gli auguri valgono almeno doppio!

      Elimina
  4. Accidenti, allora auguroni! Felice matrimonio e felice luna di miele! E che duri non un mese o un anno, ma... per sempre :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ho mai creduto molto nei "per sempre", ma per questo mi ci metterò di grande impegno! Grazie!

      Elimina
    2. Posso intervenire????
      Per sempre si può fare. L'unica cosa è non credere che questo per sempre sia totalmente piacevole e in sintonia. Capiteranno anche momenti meno divertenti ma si possono superare e allora il per sempre è lì, a portata di mano.
      Te lo auguro, ve lo auguro con tutto il cuore
      Bacio!

      Elimina
    3. Io sono abituata alle cose difficili, quindi non mi immagino che sarà tutto rosa e fiori. Le cose difficili, poi, sono quasi sempre le più belle, perché insegnano a godere a pieno delle parti meravigliose della vita.

      Elimina
  5. Ma tantissimi auguri di cuore!!!!!!
    Godetevi il momento e che duri per sempre!
    Bacio grandissimo!

    RispondiElimina
  6. Ve l'ho già detto, ma mi ripeto: tanti auguri! Siate felici.

    RispondiElimina
  7. Quante curiosità. Quante sorprese. Sono stupita! Augurissimi di cuore e infinita felicità. Che il vostro amore possa rinnovarsi ogni giorno.
    Un abbraccio. ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace sorprendere le persone! Grazie di cuore per il bellissimo augurio!

      Elimina
  8. Felicitazioni e AUGURI, di cuore.
    Cristiana

    RispondiElimina
  9. Risposte
    1. Sai che sei una delle pochissime persone autorizzate a spedirmi quel tipo di cuori? Ahahha!
      Del resto un po' è anche merito tuo se si è arrivati alle nozze!

      Elimina
  10. Ovviamente in ritardo, ma mi unisco agli auguri. Far durare un matrimonio è un lavoro duro ma può dare grandi soddisfazioni, giuro *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il lavoro non mi spaventa e confido anche nelle soddisfazioni future! Finora ne ho avute moltissime! Grazie!

      Elimina
    2. Noi ne abbiamo quasi trentadue alle spalle.. una vita praticamente!
      Lavoro duro sì ma che soddisfazioni dà!

      Elimina
    3. 32 sono tanti, ma io ve ne auguro altri 32!

      Elimina
  11. Ovviamente Romina Tamerici non poteva scrivere un post per dire "mi sposo" e basta, bisognava rispettare il programma del blog :P
    Tutte le mille cose che ti volevo dire te le ho già dette a voce, quindi ora ti auguro solo di goderti la luna di miele e di imparare ad apprezzare l'assenza della connessione a internet, almeno per un po'!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Farò anche un post sul matrimonio, forse, però non me la sentivo nei giorni prima (e questo post l'ho scritto molto tempo prima della sua uscita). Non sarebbe stato da me un post melenso, no?
      Il viaggio è stato bello, ma staccare dal lavoro e da internet per me è stato abbastanza traumatico e tu lo sai!

      Elimina
  12. Tanti auguri e felicità!

    RispondiElimina
  13. Io "c'ero" tatina mia.
    Ti voglio bene tantissimissimo!!!!!!!!!!!!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È bellissimo saperti vicina anche da lontano. Un abbraccio forte forte!

      Elimina
  14. Come al solito arrivo con secoli si ritardo ma ci tenevo a lasciare un piccolo segno anche a qui. Un grosso abbraccio e tanta felicità! E mi raccomando le foto di Nessie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Foto fatte. Appena ci vediamo te le mostro! Dei veri scoop!
      Grazie per gli auguri!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...