lunedì 21 novembre 2016

"Buck e il Terremoto, una storia di solidarietà" - guest post di Paolo Cestarollo

Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior, cantava Fabrizio de André.
Che cosa può nascere di buono da un terremoto? In apparenza sembra tutta sofferenza. E per larga parte è così, però gli eventi catastrofici della vita, a volte, spingono le persone a fare del bene e a mostrare la loro parte migliore, a mettersi in gioco per dire che, nonostante tutto, c'è ancora speranza.
Dalle rovine del terremoto che ha messo in ginocchio larga parte della nostra bella Italia, questa volta, è venuto fuori un piccolo fiore: un libro. Ed è di questo che vi voglio parlare oggi.

Gironzolando in rete sui social sono venuta a conoscenza di Buck e il terremoto e ho scoperto che conosco alcuni degli autori coinvolti, così oltre a comprarlo per sostenere la causa e a leggerlo (perché i libri si comprano per quello, no?), ho pensato di invitare qui Paolo Cestarollo (noto in rete come Seme Nero del blog Semi d'inchiostro) per parlare del lavoro suo e di altri scrittori che hanno portato a questo libro che non sfrutta il terremoto per suscitare pietà e compassione, ma, anzi, parla di forza, coraggio e speranza.
Ma non voglio dilungarmi troppo.

Ringrazio infinitamente Paolo per aver accolto il mio invito a scrivere questo articolo, ma, soprattutto, ringrazio lui e gli altri per questo seme di speranza lanciato dove tutto era rovine e sangue. Ce n'era e ce n'è bisogno.


Buck e il Terremoto, una storia di solidarietà di Paolo Cestarollo



Cosa fai quando ti si presenta l'opportunità di fare del bene con un piccolo gesto?
Capita a tutti, ogni giorno, ed è capitato anche a me e ai miei compagni di viaggio.

Ci è stato chiesto di scrivere un racconto a testa. Poche pagine.
Una storia con un messaggio di speranza, solidarietà, amore in tutte le sue forme.
Noi abbiamo risposto: sì.


Di cosa parliamo?
Parliamo di un sisma che sconvolge il centro Italia, e che non accenna a smettere.
Ci sono persone che soffrono, che hanno bisogno di aiuto. Ci sono eroi pronti a correre in soccorso. Ci sono spettatori inermi che si chiedono come poter diventare parte attiva.
Noi abbiamo deciso di scrivere.
Buck e il Terremoto è una raccolta di 18 racconti, nata dall'impegno di 20 tra scrittori, grafici, editor, blogger. E Balù, la nostra mascotte. 




Come puoi aiutare?
Acquistando la nostra raccolta. Noi ci abbiamo messo idee, tempo, impegno, anche qualche soldino per confezionare un buon prodotto. Non troverai quattro righe sgrammaticate con la scusa di pagarle per fare del bene. Acquistando Buck e il Terremoto contribuisci alla donazione dei proventi, che avviene ogni mese (il primo versamento è stato effettuato il 31 ottobre) e che puoi constatare sul nostro sito, www.buckeilterremoto.com, scaricando un report dettagliato sui dati di vendita, sull'ammontare dei diritti d'autore, sul cambio di valuta(!) e che soprattutto include, a conferma dell'avvenuta transazione, la ricevuta della Croce Rossa Italiana, l'ente che è stato scelto per la donazione.
Vai su Amazon e acquista Buck e il Terremoto cliccando qui.
Lo trovi in versione cartacea a € 8,50 oppure e-book per Kindle a € 2,99.
Se invece l'hai già acquistato lascia la tua recensione, condividi la tua esperienza sui social, parla di noi! E ricordati che Natale si avvicina, sotto l'albero un buon libro fa un figurone.




Perché proprio questo libro?
Perché… è un gran libro! Non ti fidi di me? Comprensibile, sono di parte.
Allora dai un'occhiata alle prime recensioni oppure scarica l'estratto.
Le storie che troverai all'interno nascono dal cuore, potrai leggere coi tuoi occhi quanto crediamo nel nostro lavoro. Ti assicuriamo che il tempo della tua lettura sarà ben speso, ti promettiamo che sorriderai, ti commuoverai, sentirai il dolore e la speranza, accarezzerai il folto manto del lupo.
Siamo un branco, entra a farne parte.







Direi che Paolo ha detto tutto. Lo ringrazio ancora e invito tutti voi a sostenere questo bel progetto. E se vi sembra di fare poco e che ciò non cambi le cose, ricordate che:
«Quello che facciamo è solo una goccia nell'oceano, ma se non lo facessimo l'oceano avrebbe una goccia in meno» (Madre Teresa di Calcutta)
Proprio perché è un gesto facile e poco impegnativo e costoso, non perdete l'occasione di dare una mano.


21 commenti:

  1. Cara Romina, veramente un post molto interessante, grazie di averlo condiviso con tutti noi.
    Ciao e buona settimana con un abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per averlo letto e... ti consiglio anche l'ebook! Buona settimana!

      Elimina
  2. Grazie ancora a Romina per l'opportunità di parlare della nostra raccolta, e un ringraziamento speciale a tutti quelli che vorranno acquistarla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per aver accettato l'invito e spero che in tanti seguano il consiglio e acquistino la raccolta!

      Elimina
  3. Bravo il nostro Paolo! E un grazie grande come il mondo a te, Romina ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho fatto davvero poco! Purtroppo il mio blog non è seguitissimo, quindi questa segnalazione non raggiungerà le grandi "folle", però spero che tocchi il cuore di qualcuno.

      Elimina
    2. Non sminuire. Grazie ^^ ancora!

      Elimina
    3. Ho fatto la mia "goccia" come direbbe Madre Teresa di Calcutta.

      Elimina
  4. Questa è una bella segnalazione e l'iniziativa poi è ultra meritevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, e poi sono molto trasparenti: sulla pagina facebook parlano delle entrate e dell'invio di denaro (non come tante associazioni che poi non si capisce mai che fine fanno i soldi!).

      Elimina
  5. auhhhhhhh, noi facciamo sentire la nostra voce, come un ululato nella foresta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auhhhh! Mi aggiungo al vostro ululare!
      Benvenuto sul mio blog!

      Elimina
    2. Oh ma buonasera! :D

      Elimina
  6. Risposte
    1. Grazie a tutti voi per aver realizzato questo bel progetto!

      Elimina
  7. Grazie davvero, Romina, per questo post. Io collaboro alla comunicazione di Buck e il Terremoto e non ho scritto un racconto, per cui posso permettermi di dire che vale veramente la pena di acquistare questo libro: ottimi racconti per un'ottima causa. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a tutti voi per l'impegno con cui avete creato e state portando avanti questo progetto. Sono molto felice che Paolo abbia accettato di parlarne qui!

      E... benvenuta sul mio blog!

      Elimina
  8. Grazie per questo post e complimenti a Paolo che porta alto il vessillo del gruppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a tutto il gruppo!
      E benvenuta sul mio blog!

      Elimina
  9. Tutti bei racconti, tranne il mio :P Grande Paolo e grazie mille Romina per lo spazio! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai trattato il tema della raccolta in modo molto originale.
      Benvenuto sul mio blog!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...