domenica 1 aprile 2018

È arrivato aprile 2018 e…


…  è tempo di risposte.

Il mese appena finito e quello che inizia oggi sono mesi un po' complicati, lo ammetto, e il blog è diventato proprio l'ultima delle mie preoccupazioni.

Nel mese di marzo sono usciti solo due post e nessun nuovo video. Sono molto contenta di aver scritto il post sulle donne (in relazione soprattutto alla figura della madre nella nostra società). Ce l'avevo in testa da molto e sono felice di come è venuto e anche del riscontro dei lettori (qualche commento, ma anche alcune mail e apprezzamenti da persone da cui non me li aspettavo). Purtroppo non è uscito altro: tutte le altre idee sono rimaste idee e forse è meglio così.
Sento la blogosfera perire ogni giorno, non riesco più a leggere post o a scriverne, mi sembra tutto relegato a un'altra vita. Forse dovrei prendere la decisione di chiudere il blog e basta, perché ha esaurito il suo scopo vitale.


Se non chiudo oggi c'è però una ragione: nella vita reale, quella dietro lo schermo, sto aspettando risposte a domande che possono sconvolgere la mia vita e che richiederanno una miriade di decisioni e scelte drastiche, alcune delle quali praticamente irreversibili. Nei momenti brutti della mia vita questo blog è stato un rifugio per me e anche adesso ne ho bisogno, come di una piccola coperta di Linus. Insomma, non penso che scriverò chissà che, ma non me la sento di mettere un punto fermo anche qui, almeno non ora. Io odio prendere decisioni, odio i cambiamenti e ultimamente ho dovuto reagire a troppe mazzate e… non ho reagito bene come avrei dovuto. Io incamero tutto, sono sempre forte, sempre guerriera, sempre pronta ad aiutare gli altri ad accettare traumi e situazioni, ma quando si tratta di farlo io, be', ho i miei metodi che prevedono il far finta di niente e lentamente impazzire, esplodere e far di nuovo finta di niente. In questo clima non me la sento di prendere decisioni anche qui sul blog. Voglio prima trovare dei punti fermi al di fuori, visto che li sto cercando da tanto. Voglio risposte, ne ho bisogno. Non c'è più spazio per le domande nella mia vita (nemmeno per un innocente come va?). Qualsiasi risposta mi va bene, ma che sia un punto fermo e non l'ennesimo dubbio. Insomma, portate pazienza un altro po'. Tanto un blog deserto o un blog chiuso non sono poi così diversi, no?

Intanto, contro ogni pronostico, mi sono rimessa a scrivere anche narrativa… un raccontino, niente di che. Ho sempre avuto il sospetto che la scrittura per me fosse un rifugio in momenti di forte sofferenza e che una volta raggiunta la felicità non mi servisse più. Evidentemente avevo ragione e ora mi serve di nuovo un rifugio

Buon mese di aprile, gente! E… buona Pasqua!

18 commenti:

  1. Romina tantissimi auguri e posso solo darti questo consiglio: non prendere il blog come un impegno in cui devi per forza essere presente. È qui, noi siamo qui e tu sei qui e non sei costretta a scrivere o creare e seguire rubriche se non sei nel ‘mood’. Lascia che questo spazio scorra, non programmare post e scrivi di getto solo quando ti va, non abbandonarlo ma reinventalo! Un abbraccio fortissimo a te, la tua piccola bimba ed il tuo compagno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Alessia, il fatto è che "non sono nel mood" da tanto tempo. Non amo le transizioni e sento che questo blog è impantanato da troppo tempo. Ho smesso da molto con programmi e impegni qui sul blog perché non riuscivo più a "godermelo" e ora sento che nemmeno questa "anarchia" mi piace più... insomma, non sono riuscita a reinventarlo come speravo. Grazie per l'abbraccio, che ricambio!

      Elimina
  2. Concordo col pensiero di Alessia, stai serena e buona Pasqua, di cuore.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La "serenità" non è una condizione molto presente nella mia vita, a maggior ragione ora. Però provo a essere sempre felice per quel che è possibile. Buona fine Pasquetta!

      Elimina
  3. Mi spiace per le situazioni che ti rendono inquieta e necessitante di risposte che non arrivano. Ovviamente mi auguro che presto tutte le tue domande trovino una soluzione.
    Nel contempo buona Pasqua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille. Lo spero anch'io... Buona Pasquetta (anche se è quasi finita).

      Elimina
  4. Che brutto momento devi attraversare!!!! Mi dispiace tanto! Purtroppo la vita ci mette sempre i bastoni tra le ruote e a volte ci fa fare certi capitomboli...
    Ti auguri di trovare i punti fermi che cerchi in fretta e di riprenderti.
    Un bacio e Buona Pasqua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono un po' stanca di capitomboli... ma sono una guerriera e i guerrieri resistono! Grazie di cuore, un forte abbraccio!

      Elimina
  5. Non potevo mancare! In gamba Romina!

    RispondiElimina
  6. Sai ....quando trovi un commento nella blogosfera che ti colpisce nel profondo, da quel profondo fai diventare un caso una Causa e inizi a cercare....quando arrivi ....trovi la porta aperta e non può essere diversamente quando alla mente ti ritorna quello stesso commento, c'è spazio per una persona che non conosci , ma che l'hai accolta e le hai permesso di accomodarsi quindi il mio primo grazie in quanto anonima!

    Ora andiamo al suo post!
    Trovo queste parole :


    "" Voglio risposte, ne ho bisogno. Non c'è più spazio per le domande nella mia vita (nemmeno per un innocente come va?). Qualsiasi risposta mi va bene, ma che sia un punto fermo e non l'ennesimo dubbio


    Adesso non ascolti nessuno tranne se stessa, e so che ne è capace!
    Sa cosa le dice se stessa ?.... queste parole che ha lasciato nel passato e che oggi possono tornarle utili...ecco si rilegga ,si ascolti e faccia quel che sente...quel che lei stessa sentiva e sente:


    "....a volte tendo a parlare di un mondo perfetto, ma sfortunatamente troppo utopico... mi viene allora da chiederti: come fai a notare così rapidamente se una pesona ha talento? Non importa, io continuerò a cercare di far sempre il possibile perché chiunque possa realizzarsi, lo farò con l'umiltà delle mie limitatissime forze, perché non ci si può lamentare aspettando un mondo migliore: bisogna crederci e fare quel poco che è in nostro potere.."

    È come se avesse fatto una promessa prima a se stessa e poi ai suoi lettori!!

    Un abbraccio....ciao

    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta sul mio blog!
      Rileggere le mie parole del 2011 fa uno strano effetto, soprattutto non sapendo con certezza da chi provengono, comunque grazie! Se sei la persona a cui queste parole erano indirizzate tempo fa, scrivimi una mail (non voglio violare il tuo anonimato). Mi piacerebbe sapere come stai ora. Se invece sei un'altra persona, mi incuriosisce sapere come hai collegato il tutto. In ogni caso, un abbraccio e grazie per le tue parole.

      Elimina
  7. Buongiorno!
    Non deve ringraziare me ,ma se stessa credo!

    Vorrei subito toglierle il dubbio scrivendole che è per merito del suo commento che sono qui per la prima volta!

    La sua curiosità è sana oltre che lecita nel chiedermi come io abbia collegato il tutto!

    Ma mi perdoni perché ciò mi ispira in una domanda:

    E se fosse quel "tutto" collegato a noi?

    Hemingway..... una persona .....uno scrittore che si è spento ....un assenza che si delizia in altre presenze ,rimanendone vivo il ricordo ed il senso stesso del vivere!

    Le auguro di cuore una lieta giornata e grazie per l'accoglienza!

    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piacciono le strade imperscrutabili che tendono fili inspiegabili tra le persone. Grazie ancora! Buon pomeriggio!

      Elimina
  8. Ciao Romina, noto che in generale c'è un calo di tono nella blogosfera, almeno in quei pochi blog che ho il tempo di seguire. Sembra quasi un'epidemia... Mi dispiace per il tuo momento "no", come hanno scritto altri prima di me, non prendere il blog come un impegno altrimenti diventa come l'ennesimo peso che va a gravare insieme a tutto il resto. Un caro saluto e un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il giorno in cui ho deciso di non scrivere più il programma mensile ho di fatto decretato la morte di questo blog, solo che ha vissuto una lunga agonia e ancora resiste. Dovrei decidere di salvarlo o staccargli la spina. Comunque, sì, l'ho fatto a suo tempo per non sentirlo più come un peso e ho fatto bene. Grazie, un abbraccio a te!

      Elimina
  9. esistono 2 correnti di pensiero: 1) i blog e gli altri social sono come dei giocattoli o dei vestiti che a un certo punto si mettono via nell'armadio dei ricordi e magari si tirano fuori ogni tanto... (e i frequentatori appaiono come amici d'infanzia che è piacevole incontrare ogni tanto)
    2) l'alternativa è considerarli parte essenziale della propria vita insieme al proprio partner, al lavoro (e a seconda dei gusti anche insieme agli amici, alla palestra, al volontariato o a qualunque altra attività che normalmente occupa la nostra vita). In entrambi i casi, nessuno si preoccupa di non aver tempo/voglia ma semmai il contrario e cioè di avere troppa voglia o troppo tempo da dedicare ai blog/social :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta questo blog era sicuramente di tipo 2. Adesso non è di tipo 1 ma nemmeno di tipo 2, ahahah!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...